Dell /

Il tablet mammut della Dell

Il tablet mammut della Dell

12 Aprile 2013 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Mentre la maggior parte dei produttori punta al ‘ridimensionamento’ dei tablet per catturare il mercato dei mini a basso costo, Dell ha sorpreso molti con un tablet ‘monstre’ da 18 pollici. Nessuna sorpresa se si pensa alla focalizzazione dell’azienda sul mercato business ed enterprise.

Esserci o non esserci? Deve essere stato questo per mesi il dilemma amletico di Dell sulla partecipazione o meno al mercato del tablet. La decisione presa conferma una strategia, una focalizzazione di obiettivi e di scopo e la capacità di sorpendere.

Mentre la maggior parte dei produttori sembrano essere presi da una competizione che si concentra su due sole dimensioni di tablet, da 10 e 7 pollici rispettivamente, Dell ha deciso di portare le dimensioni a 18 pollici (XPS 18) del suo nuovo tablet. Un dispositivo mammut, che presenta numerose altre novità, tutte molto interessanti per una tipologia di clienti business e aziendali.  Il paragone con la stazza, il peso e le dimensioni del mamut non devono spaventare. E’ una semplice metafora per caratterizzare la differenza tra il tablet ibrido di Dell con quelli della concorrenza. Il dispay da 18 pollici è infatti quasi il doppio di quello dell’iPad di Apple.

Le dimensioni dell’XPS 18 impedisce certamente di portarselo appresso alloggiato comodamente in una tasca ( più comoda per un Kindle Fire HD, un Nexus 7 o un phablet ) ma è perfetto per un suo utilizzo lavorativo da parte di manager d’azienda, responsabili di progetto, tecnici, ecc. costantemente in viaggio o impegnati in incontri di lavoro in sede o presso clienti e partner.

Il nuovo tablet di Dell fa parte della categoria degli ibridi perché è dotato di una docking station ma con una logica rovesciata che non prevede un secondo monitor esterno al dispositivo. A fungere da docking station è il monitor stesso che trasforma il display del dispositivo nel display primario. Il display non ha bisogno della docking station per rimanere in verticale. E' infatti dotato di due supporti (alette) posteriori estribili/retrattili che servono a sostenerlo con forza per l'operatività normale. Esssendo un tablet può sempre soddisfare attività  di lavoro in orizzontale per gli utenti ormai abituati a questa modlità dipica del tablet.

Fonte: http://www.techradar.com/

La batteria ha una durata di sole cinque ore, poco per un dispositivo usato durante un lungo viaggio, perfetto per viaggi che spostano le persone dal loro ufficio a sale meeting, eventi e presentazioni.

Se i tablet della concorrenza sono stati finora perfetti per la gestione della posta elettronica, del calendario e dell’agenda e per prendere delle note, l’XPS 18 è equipaggiato di risorse hardware e software che lo trasfromano in uno strumento di lavoro professionale sostitutivo del personal computer individuale. Dell punta chiaramente a soddisfare le esigenze di quanti in azienda e non che hanno già maturato la decisione di sostituire il PC con un dispositivo tablet. Lo fa puntando su una soluzione di sistema potente in termini di prestazioni ( con i processori i5 e i7) e funzionalità, adeguate per l'ufficio e gli ambienti ad elevata produttività.

 

Il sistema operativo è Windows 8 (full version) con la possibilità di utilizzare l’intera suite di prodotti Office della Microsoft. Il sistema  è dotato di uno stilo per disegnare, comporre diagrammi, fare schizzi tecnici e altro.

Considerando le caratteristiche tecniche del tablet e il marchio del produttore è facile prevedere per il sistema un successo sicuro e la rapida emulazione da parte di altri produttori, soprattutto di quelli tradizionali che vedono il loro mercato PC in lento ma inesorabile declino e sono alla ricerca di nuove proposizioni per soddisfare i bisogni dei loro clienti business e aziendali.

E’ interessante che ad aprire il percorso a nuove sperimentazioni di prodotto e innovazioni sia stata Dell e che lo abbia fatto mentre l’intera strategia sembrava essere focalizzata sul mercato dei server e dei grandi sistemi.

Server e XPS 18 potrebbero essere la nuova accoppiata per le archietture client-server (cloud) del futuro prossimo venturo. Hp permettendo!

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Omigrade s.r.l.

Omigrade è una società nata dall’idea e dalla volontà di un gruppo di...

Vai al profilo

Basefloor S.r.l.

"Basefloor Mobile" è lo strumento quotidiano di lavoro per un efficacie e veloce...

Vai al profilo

Soft! e Oscar

Siamo un Team, con sede in Abruzzo, che si occupa della pianificazione, progettazione e...

Vai al profilo

GoalGames

Vai al profilo