Produttori /

Device Mesh – Rete di dispositivi

Device Mesh – Rete di dispositivi

06 Marzo 2016 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Smartphone, tablet, prodotti tecnologici indossabili sono tutti dispositivi dotati di display. Oggi hanno formato una specie di struttura o cluster. Non sono facilmente separabili ma densamente collegati tra loro a formare una rete di macchine intelligenti, di dispositivi e i loro display, di persone, di informazioni e di servizi tutti tra loro interconnessi in modalità fluida e dinamica. E’ una rete che comprende e ingloba i suoi utenti offrendo loro nuove esperienze di ambienti tecnologici in tutti gli ambiti di vita individuale e sociale.

La terminologia di “device mesh” è stata usata da Gartner Group per indicare le molteplici reti di oggetti tecnologici che stanno sempre più trasformando il modo con cui le persone interagiscono con la tecnologica. Il Device Mesh è stato indicato da Gartner come uno dei dieci principali fenomeni che caratterizzeranno il 2016, descritto come l’affermarsi di una rete di oggetti come automobili, fotocamere, elettrodomestici e molto altro tra loro interconnessi a formare reti interconnesse. Queste reti stanno determinando sempre gli accessi all’informazione e l’interazione mediata tecnologicamente per attività individuali e sociali, private e pubbliche, aziendali o della pubblica amministrazione. La diffusione e pervasività di queste reti aumenta le opportunità di interazione e di collaborazione tra dispositivi e macchine intelligenti diversi, tra persone e tra organizzazioni, anche grazie ai nuovi prodotti di Realtà Virtuale e Aumentata.

Fonte: Gartner Group

Le Internet degli Oggetti stanno trasformando gli ambienti in cui vivono le persone dando forma a infrastrutture di oggetti diversi, tutti tra loro interconnessi, comunicanti e interagenti. Sono oggetti dotati di sensori, software e applicazioni intelligenti che circondano chi li usa con tecnologie che vanno ben oltre quelle tradizionali Mobile. I benefici e i vantaggi per gli utenti di queste reti (mesh) di oggetti non sono garantiti, anche in presenza di esperienze utente rese semplici e fluide dalle tecnologie implicate. Il Device Mesh offre comunque nuove opportunità e amplia la connettività e l’accesso a risorse e servizi.

Per alcuni più che di Mesh si dovrebbe parlare di caos. Ogni persona è già oggi dotato di dispositivi multipli, uno o due smartphone, tablet e/o laptop e ora anche gadget tecnologici indossabili come gli orologi intelligenti di Apple e Fitbit. Il caos è destinato a crescere se, come evidenziato da Mobility Report di Ericsson nel 2021 ci saranno in circolazione 28 miliardi di oggetti tra loro interconnessi dando forma concreta alla Internet degli oggetti. La specificità di questa nuova rivoluzione è il passaggio da un’interazione consapevole con dispositivi e applicazioni a una più trasparente, invisibile e ambientale.

Il Device Mesh sarà un fenomeno post-APP e determinerà muove comportamenti e modalità di interazione con la tecnologica. Oggi nel mondo Mobile e con la pervasività dello smartphone ogni forma di interazione nasce dall’attivare il dispositivo, dallo scaricare le APP che servono e dall’utilizzarle. Con l’affermarsi di un’infrastruttura tecnologica reticolare e dinamica, molte esperienze utente avverranno in background o sotto la superficie anche se sempre in mobilità e in forma digitale. Molte nuove APP che caratterizzeranno le nuove reti di oggetti intelligenti saranno totalmente invisibili agli utenti e elimineranno la necessità di una interazione fisica con il dispositivo. Molte APP si trasformeranno in semplici servizi e si faranno carico, anche all’insaputa o senza comandi da parte degli utenti, di connettere tra loro dispositivi diversi, scambiare dati e applicazioni e agire come assistenti personali intelligenti che si fanno carico di organizzare attività, eventi, prendere iniziative al posto dell’utente stesso.

Con il proliferare di prodotti tecnologici indossabili, sensori, soluzioni di Realtà Virtuale e Aumentata e Internet degli oggetti capaci di interconnettersi e interagire, cambia lo scenario e l’ambiente che caratterizzano la comunicazione attuale. La comunicazione che oggi avviene prevalentemente attraverso smartphone, tablet e laptop e sfruttando l’infrastruttura di Internet e delle sue applicazioni, domani avverrà anche indipendentemente da essi, permetterà a frigoriferi, termostati e automobili di parlarsi tra loro, per soddisfare in anticipo bisogni e necessità, o per scambiarsi dati, eseguire applicazioni e produrre informazioni utili a portare a compimento attività e azioni.

Molti dei dispositivi tecnologici attuali sono connessi a Internet ma operano in modo isolato, domani grazie alla infrastruttura fornita dal Device Mesh, saranno in grado di interagire tra di essi. L’auto parlerà con il termostato di casa per verificare la temperatura domestica e regolarla nell’avvicinarsi a casa, lo smartphone si collegherà al forno per accenderlo e monitorarlo. Solo due dei numerosi esempi di realtà prossime venture, fin qui rappresentate solo in numerosi film di fantascienza e ora sempre più concretizzabili e reali.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


RAD Solutions S.R.L

Distributore GeneXus per Italia e Svizzera

Vai al profilo

foolix

Foolix è una società di consulenza e sviluppo software specializzata nello sviluppo...

Vai al profilo

Zirak Srl

Zirak mobile è una società da anni impegnata nello sviluppo di applicazioni per...

Vai al profilo

Studio 361° di Michela Di Stefano

Studio 361° è un Network di professionisti del settore, uniti dalla comune passione...

Vai al profilo