Google /

Firebase, una delle novità di Google I/O

Firebase, una delle novità di Google I/O

17 Maggio 2016 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Alla conferenza Google I/O 2016 per sviluppatori di software e applicazioni una delle novità presentate è Firebase. Una soluzione finalizzata a rendere più facile agli sviluppatori la promozione delle loro APP in modo da interagire con consumatori meglio disposti non solo a scaricare un gioco o una APP per lo shopping ma anche invogliati a usarli.

La pubblicità mobile ha superato l’ano scorso quella desktop ed è diventata il maggiore flusso di fatturato della pubblicità digitale. Una delle ragioni è stata la rapida crescita di pubblicità in-APP. Il numero elevato di APP non favorisce però il loro uso e gli sviluppatori sono da sempre in cerca di modi nuovi per coinvolgere di più i consumatori e tenerli ingaggiati nell’uso delle loro APP.

La soluzione trovata per loro da Google è Firebase, un servizio creato da un società che Google ha acquistato nel 2014 e che fornisce a chi sviluppa un backend composto da storage e funzioni per la sincronizzazione dei dati in tempo reale, utili a gestire le applicazioni dei clienti e le loro funzionalità.

Google ha trasformato il servizio Firebase originale in uno strumento più potente dotandolo di nuovi servizi come una componente di analytics che servirà per tracciare i comportamenti degli utenti nell’uso delle APP e delle promozioni in esse presenti. Grazie a questa nuova componente gli sviluppatori potranno misurare il numero di download e installazioni ma anche eventuali acquisti e numerose altre azioni intraprese dal consumatore.

Il numero di sviluppatori che già fanno uso di Firebase è di quasi mezzo milione. La sua utilità deriva anche dalla possibilità di tracciare le azioni degli utenti attraverso reti e canali diversi come AdColony, InMobi e Vungle ma anche Google AdWords.

Firebase punta a diventare uno strumento ingegneristico per ingegneri delle APP, fornendo loro le risorse per costruirle ma soprattutto per monitorarne l’uso da parte dei consumatori. Per Google Firebase diventa una componente importante della sua offerta di servizi in Cloud Computing, uno strumento che facilita la creazione di APP e applicazioni web e il loro hosting sulla piattaforma cloud di Google.

Il gradimento di Firebase da parte  degli sviluppatori non ne garantisce però il successo finale. Dovrà fare i conti, come li ha fatti Facebook con un servizio simile denominato Parse, con la contrarietà dei consumatori a vedere violata la loro privacy e a sentirsi costantemente tracciati online e in mobilità in quello che fanno.

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Systech Srl

Nata nel 1994, Systech è una azienda specializzata nella progettazione e nello...

Vai al profilo

WARE'S ME srl

Nata nel 2010, WARE’S ME è una giovane società̀ di servizi, con base a Padova, attiva...

Vai al profilo

Minitec2

Specialista in reti e sicurezza sistemi Windows Linux mac tablet, assistenza tecnica...

Vai al profilo

Vincenzo Falanga

Mi chiamo Vincenzo Falanga e la mia professione è l'innovazione! Tutto ciò che...

Vai al profilo