Google /

Pixel 2 di Google alla ricerca di un mercato

Pixel 2 di Google alla ricerca di un mercato

27 Ottobre 2017 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Tutti gli analisti sono concordi nel raccontare e recensire il Pixel 2, il nuovo smartphone di fascia alta di Google, come prodotto di qualità ma molti mettono in dubbio la capacità di Google di avere successo sul mercato conquistandosi mercati attualmente dominati da Apple e Samsung.

La strategia di Google di puntare anche sull'hardware sembra chiara con l'acquisto di un pezzo della componente manifatturiera di HTC. Al tempo stesso non è chiaro il modello di business adottato per competere su un mercato già ampiamente presidiato da Brand vincenti come quelli di Samsung e Apple. Brand con prodotti di fascia alta e proprio nello spazio nel quale Goggle ha posizionato il suo nuovo smartphone Pixel 2.

La domanda che probabilmente Google si sta ponendo è la stessa degli analisti dl mercato: cosa può fare Google per battere Apple? Finora i tentativi fatti non sono serviti e hanno dato scarsi risultati. Vedi l'esperimento Nexus ma anche il primo apparecchio Android T-Mobile G1.

La focalizzazione di Google rimane sul software (due miliardi di dispositivi usano Android) e sui servizi (motori di ricerca, di default anche su iOS). Questa è probabilmente anche la percezione prevalente del mercato a cui si rivolge. Per battere Apple e gli altri concorrenti Google deve puntare a differenziare la sua proposizione. Lo deve e lo può fare anche perchè il mercato Android è diventato nel tempo sempre più uniformato e omogeneo in termini di funzionalità e capacità. Differenziare per Google dovrebbe essere semplice, oltre che possibile. Possiede il codice di Android che può usare per fornire elementi aggiuntivi e di qualità ma soprattutto garantire una più efficiente gestione degli aggiornamenti e un rilascio più frequente di nuove versioni. Inoltre producendo anche l'hardware Google potrebbe essere in grado di costruire una proposta di qualità superiore a quella di altri produttori che dipendono da Google per Android.

Google ha la capacità di produrre nuove soluzioni software competitive con quelle di Apple ma deve anche decidere come rendere queste soluzioni disponibili su piattaforme diverse da quelle prodotte in casa. Se l'hardware continua a non essere, in ambito Mobile, la scelta strategica più importante la spiegazione sta nella diffusione di Android e nel suo essere veicolo potente per la vendita dei servizi di Google. Questa scelta però non facilita il tentativo di scalzare Apple e Samsung dai mercati fin qui da essi acquisiti. Lo dimostra il numero di Pixel venduti che non arriva ai tre milioni di unità (dati IDC) e la difficoltà a dare forma a canali di vendita adeguati alla sfida. Una difficoltà forse spiegabile con l'attenzione che Google pone ai suoi partner e ai loro canali di vendita. Una competizione diretta con Samsung ad esempio potrebbe creare problemi sul fronte Android con un produttore leader di mercato, e che da tempo sta pensando ad un suo proprio sistema operativo, alternativo a quello di Google.

Più che focalizzarsi sull'effettiva capacità di Google di battere Apple, alcuni analisti guardano alle sue inziative sugli smartphone con occhi diversi. Vedono nel Pixel il tentativo di alzare l'asticella della qualità in un mercato dominato da dispositivi di fascia bassa, tutti uguali tra di loro, con le stesse funzionalità e portatori di scarsa innovazione. Con Pixel Google rilancia la sfida sullo smartphone dimostrando che esistono ancora spazi liberi di sperimentazione, creativià e innovazione. Esattamente quello che ha fatto Microsoft con il Surface che ha rilanciato il mercato del laptop di qualità differenziandosi dalla pletora di dispositivi di fascia bassa, poco costosi e tutti uguali che continuano a occupare gli scaffali dei vari punti vendita dei negozi di elettronica al consumo.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Protech System

Consulenza e sviluppo App mobile in linguaggio nativo per iOS e Android. Seguiamo il...

Vai al profilo

Codicesconto.com

CodiceSconto.com è il portale dei codici sconto leader in Italia, per trovare...

Vai al profilo

AteneoWeb S.r.l.

AteneoWeb è un circuito di Professionisti (dottori commercialisti, consulenti del...

Vai al profilo

Andrea Picchi

Cognitive Interface Designer & iOS Developer

Vai al profilo