Microsoft /

Microsoft Retail Store, quando anche al di fuori degli USA?

Microsoft Retail Store, quando anche al di fuori degli USA?

19 Aprile 2012 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Il successo degli store di Apple deve essere stata per Microsoft una molla importante per la decisione di emulare il concorrente più aggressivo con azioni simili. L'annuncio dei primi retail store di Microsoft risale al 2009 ma da allora Microsoft non ha fatto molta strada. L'arrivo di Windows 8 e le nuove strategie sui dispositivi mobili potrebbero rilanciare un progetto rimasto forse troppo a lungo nel cassetto.

La decisione di aprire degli store è sicuramente nata dalla constatazione di quanto fossero profittevoli gli store della Apple. Probabilmente nel 2009 non lo erano nelle dimensioni percepite, oggi dopo il successo dell'iPhone e dell'iPad sono diventati i punti vendita più profittevoli del mondo. La decisione di puntare sugli store non è venuta da Bill Gates e non a caso risale a poco dopo la sua uscita da Microsoft. Come se Ste Ballmer avesse deciso di dare corpo a stratregie fino a quel momento tenute nel cassetto. Dopo aver portato sul mercato un telefono Windows e Kinect ed avvicinandosi al rilascio probabile di un tablet con Windows 8, puntare su un canale di store a livello globale potrebbe diventare per Microsoft una buona strategia, soprattutto per ompetere a livello marketing e di presenza sul territorio con il proprio marchio, contro lo strapotere di Apple.

Al momento dell'apertura dei primi store di Microfot avvenuta nel 2009 (report) Apple disponeva già di punti vendita da quasi dieci anni. Nel 2010 Apple disponeva di quasi 250 punti vendita, 40 dei quali fuori dagli Stati Uniti, con quasi 16000 dipendenti.

 

Per il momento la strategia di Microsoft non è andata oltre gli Stati Uniti e i punti vendita fin qui aperti sono ancora limitati in numero e dimensioni.

Disporre di un canale di punti vendita non sarà sufficiente a Microsoft per generare nuovo profitto. Lo store non è sufficiente, servono prodotti innovativi in grado di generare nuovo interesse nei consumatori e serve lavorare sull'identità e il valore del marchio per renderlo più nuovo, glamour e interessante di quanto non lo sia stato finora. Un aiuto potrebbe venire da Windows 8 e dai prodotti che seguiranno ma sbagliato fare affidamento solo sui semplici prodotti.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Digitelematica srl

Digitelematica è una software house già attiva in ambienti tradizionali (MF, As...

Vai al profilo

Minitec2

Specialista in reti e sicurezza sistemi Windows Linux mac tablet, assistenza tecnica...

Vai al profilo

WARE'S ME srl

Nata nel 2010, WARE’S ME è una giovane società̀ di servizi, con base a Padova, attiva...

Vai al profilo

Consoft Sistemi S.p.A.

Web & Digital Technology, Big Data, IoT & Telemonitoring

Vai al profilo