Microsoft /

Microsoft taglia 7800 posti nella telefonia

Microsoft taglia 7800 posti nella telefonia

08 Luglio 2015 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Dopo i 18.000 dipendenti licenziati nel 2014, Microsoft si prepara a una nuova riorganizzazione che porterà alla eliminazione di quasi 8000 posti di lavoro. Nessuna novità per chi aveva letto con attenzione la lettera che il CEO Nadella aveva inviato ai dipendenti poche settimane fa.

Che di riorganizzazione si tratti lo si evince dal fatto che la maggior parte dei licenziamenti interesserà la componente della telefonia e degli smartphone ereditata con l’acquisizione di Nokia. Ad essere coinvolti saranno anche i lavoratori che si occupano dell’hardware.

Le ragioni del nuovo intervento riorganizzativo è finalizzato al risparmio, calcolato in quasi un miliardo di dollari. La decisione va però probabilmente anche nella direzione voluta da Nadella che punta a creare una nuova cultura aziendale capace di affrontare meglio le molteplici sfide di un mercato diventato molto Mobile (mobile) e anche molto competitivo.

Senza secondi fini ma con qualche sorpresa l’annuncio dei tagli arriva a pochi giorni dal rilascio definitivo di Windows 10, previsto per il 29 di luglio. Il lancio riguarda una nuova piattaforma che è alla base della strategia di Microsoft per il suo rilancio sul mercato. Un sistema operativo multipiattaforma e utilizzabile su PC, tablet e smartphone e con il quale Microsoft punta a recuperare quote di mercato rubandole a iOS si Apple e soprattutto a Android di Google e partner.

Il fatto che molti licenziamenti avvengano nel ramo Mobile dell’azienda e dopo l’abbandono o siluramento di Stephen Elop, ex CEO di Nokia, ridaranno fiato a quanti ritengono che la strategia Mobile-first, lanciata l’anno scorso, sia già arrivata alla fine. La cosa non dovrebbe sorprendere visto che, come dimostrano anche la vendita delle Mappe e dell’attività pubblicitaria, la strategia attuale di Microsoft sia quella di liberarsi da tutte le attività non redditizie e di puntare invece su quelle con reali punti di forza e prospettiva futura.

Se la percezione di quanti vedono Microsoft ritirarsi dal mercato Mobile sia vera, bisognerà comunque attendere ancora a lungo, visto il successo della line di prodotti Lumia e l’arrivo di Windows 10.

Ma lo scenario nel quale Microsoft si muoverà è stato chiaramente indicato da Nadella che ha dichiarato che Microsoft non smetterà di produrre smartphone ma che non si focalizzerà sulla crescita del business smartphone ma piuttosto sul suo ecosistema, composto da prodotti vari, compresi gli smartphone, che utilizzeranno la piattaforma Windows.

“I am committed to our first-party devices, including phones,” Mr. Nadella “However, we need to focus our phone efforts in the near term while driving reinvention.”

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Centrica

Centrica progetta e sviluppa tecnologie innovative nei settori del digital imaging...

Vai al profilo

Doxinet srl

Doxinet è un’azienda capace di adattarsi alle esigenze del mercato, in grado di...

Vai al profilo

Andrea Parisse

Enterprise Architect Sono laureato in Informatica e lavoro nel settore ICT di una...

Vai al profilo