Produttori /

Mercato New Tablet, selezione naturale o eutanasia?

Mercato New Tablet, selezione naturale o eutanasia?

09 Dicembre 2011 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Il grande assente sul mercato dei tablet è per il momento Windows. Ma la sua versione 8 è prossima al rilascio e obbligherà i produttori di tablet a ripensare le loro strategie riposizionando la loro offerta tradizionale ( desktop, laptop, notebook e netbook ) e rivedendo quella sui nuovi tablet. Non è un caso che RIM, Acer, Asus, HP, Dell abbiano riallineato nel corso del 2011 la loro offerta.

Ha iniziato HP con l'annuncio di una possibile cessione, poi rientrata, della business unit PC e con la svendita del tablet TouchPad che veniva dato come il vero prodotto competitivo dell'iPad di Apple. Poi a seguire ci sono stati i ripensamenti e cambi di strategia di RIM, Acer, Dell, Asus ma anche di Samsung e Lenovo.

Il punto di partenza di queste decisioni o cambi di strategia non sono soltanto i risultati ottenuti su un mercato tablet ancora in fase di assestamento ma sempre fortemente dominato dall'iPad di Apple. Elemento dirompente e oggetto di considerazioni strategiche è invece soprattutto il prossimo arrivo sul mercato di Windows 8, un sistema operativo che unificando l'intero mondo dell'infrastruttura IT in termini di PC, tablet, smartphone e server, rischia di modificare drasticamente il mercato dei sistemi operativi così come lo conosciamo ora. A rischio o comunque sotto il radar analitico di molti produttori è la piattaforma Android. A pensarlo e a dirlo in parte sono produttori come Samsung e Toshiba che su Android hanno puntato e su Android hanno costruito alcuni loro recenti successi commerciali. Alcune indagini fatte intervistando i produttori indicano come 8 di loro su 10 intervistati pensino che Windows 8 possa mettere in difficoltà Andorid e si dichiarano pronti ad abbandonare il sistema operativo open di Google.

Produttori come Acer, Asus e Dell che sul mercato new tablet non hanno avuto molta fortuna ma che pure sono convinti dell'importanza di rimanerci, potrebbero nel 2012 per concentrarsi esclusivamente su tablet Windos 8. Forse non è un caso che proprio in questi giorni, Dell abbia comunicato la morte del tablet Streak, un tablet introdotto sul mercato nel febbraio del 2011  in contemporanea con il primo Galaxy Tab di Samsung. La seconda vittima dopo l'abbandono dello Strek 5. Lo Streak era un tablet Android Froyo 2.2 e il suo abbandono conferma alcune dichiarazioni dell'azienda sulla volontà di ricercare opportunità di business altrove, soprattutto perchè il lavoro fatto su Windows 8 er i tablet sembra abbia già prodotto risultati incoraggianti. Se Dell confermerà questa strategia, i prossimi tablet monteranno Windows 8 e la concorrenza all'iPad, fallita con Android, verrà tentata con la piattaforma di Microsoft a partire da ottimi punti di forza in termini di omogeneità di offerta.

Anche Toshiba sembra sposare un approccio simile. Nessuna decisione sembra essere stata presa ma alcuni segnali dall'azienda giapponese sembrano indicare una preferenza verso Windows 8 e un timore crescente su una possibile perdita di terreno di Android.

Acer è sulla stessa lunghezza d'onda, obbligata forse al cambio di strategia da un anno difficile che ha penalizzato la divisione PC e notebook a causa del calo consistente di vendite in europa e negli stati uniti.

Alla base di alcune di queste scelte sta la convinzione della superiorità del sistema operativo Windows 8 e della sua capacità a fornire prestazioni elavate e soprattutto un numero di applicazioni difficilmente raggiungibile considerando la diffusione di Windows nel mercato privato e aziendale e la loro integrazione nelle infrastrutture IT delle aziende. Va anche sottolineato come in un mercato che spinge verso prezzi sempre più bassi e concorrenziali, Windows 8 potrebbe far rialzare i prezzi e tenere alti i margini.

 

Post Scriptum di SoloTablet:

Nonostante l'arrivo di Windows 8,  difficilmente il mercato dei new tablet cambierà. Microsoft tornerà ad essere competitiva ma i ritardi accumulati non saranno recuperati facilmente.

Window 8 è destinato a farsi trovare ovunque, sui PC, sui tablet, sugli smartphone e anche sui server, ma le persone che si sono innamorate dell'iPad continueranno ad amarlo, così come chi ha imparato ad amare Android difficilmente lo abbandonerà visto il grado di libertà che ha concesso loro.

Rimane da provare che il mercato sia alla ricerca di un'unica piattaforma per dispositivi diversi. Può essere questa una esigenza dell'IT in azienda, non dei consumatori. Inoltre Windows 8 arriverà a natale 2012, molte aziende hanno ancora installato Windows XP e stanno adottando ovunque sia possibile l'approccio alla vistualizzazione suggerito da Citrix / VmWare.

Infine cosa faranno i concorrenti di Microsoft, Apple, Google e RIM in primis?

Voi cosa ne pensate?

 

    comments powered by Disqus

    Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

    Cerca nel nostro database


    Appspa - Sviluppo App Personalizzate

    Sviluppiamo l'app personalizzata per il tuo business! L'app che realizzeremo per te ti...

    Vai al profilo

    Algos

    Software house milanese specializzata in sviluppo di applicazioni gestionali...

    Vai al profilo

    Raffaele Gentiluomo

    Computer Grafica

    Vai al profilo

    Vincenzo Falanga

    Mi chiamo Vincenzo Falanga e la mia professione è l'innovazione! Tutto ciò che...

    Vai al profilo