Produttori /

Surface Pro, MacBook Air o YogaPad?

Surface Pro, MacBook Air o YogaPad?

25 Novembre 2014 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Sempre più Mac in giro, sempre meno laptop Windows in mostra. Una realtà percepibile in TV, in viaggio, nelle scuole ma anche nelle aziende. Merito di soluzioni e proposte compatte e di qualità cpme il MacBook Air. Sintomo di un cambiamento in corso dalle origini lontane.

Per farsi un'idea di alcuni fenomeni è sufficiente prestare attenzione agli oggetti mostrati in televisione. Facile osservare personaggi, più o meno noti, presenziare talk show e programmi con un iPad o politici ripresi mentre giocano o fingono di usare il loro personal computer Mac. Un PC della Apple e non uno targato Windows Microsoft.

La realtà deve essere ben nota anche a Microsoft se sta investendo in spot pubblicitari nei quali mette al confronto il suo Surface Pro, sistema ibrido dalle caratteristiche 2-in-1, con il MacBook Air di Apple. Non è detto che la promozione abbia effetto o che riesca a far cambiare idea a consumatori che hanno già deciso di acquistare il dispositivo di Apple. La campagna è però necessaria per recuperare percentuali di mercato perse a favore delle soluzioni di Apple che continuano a trovare grande successo sul mercato. Nell'ultimo trimestre il MacBook air ha venduto un milione di unità in più rispetto allo stesso trimestre di un anno prima. Un successo condiviso anche con altri prodotti Mac e che ha fatto crescere le vendite di Mac nel trimestre del 18%. Una cvrescita mai così alta dal 1995 e che non sorprende considerando quanto siano diffusi i dispositivi della Apple tra i consumatori, compresi quelli che tradizionalmente acquistavano dispositivi Wintel.

 

 

Benchè a coniare la terminologia di 'Era post-PC' sia stato Steve Jobs e benchè il numero di dispositivi mobili siano in continua crescita rispetto a desktop e laptop, è altresì vero che i personal computer portatili di Apple continuano a piacere e ad essere usati da una platea crescente di utenti.

CONSIGLIATO PER TE:

PC Microsoft & Apple pari sono

E' un fenomeno che interessa politici e frequentatori di salotti televisivi ma anche le scuole e le università, molti manager d'azienda e le aziende stesse. Nonostante la percentuale di mercato del Mac sia poco più del 6%, l'impressione che se ne deriva dal mercato è che i Mac siano ovunque. E' come se avessero il dono della mobilità e della ubiquità. Tutto ciò nonostante il loro prezzo molto più elevato e la qualità elevata delle molte piattaforme Wintel o Windows oggi disponibili sul mercato. Soluzioni come il Surface Pro 3 ma anche l'ultrabook convertibile e ibrido Yoga Pad di Lenovo.

A spingere le vendite di Mac è sicuramente il dispositivo Air, quello che più di altri si avvicina all'idea dell'iPad pur offrendo funzionalità tipiche di un PC tradizionale. Il successo del MacBook Air è tale da avere spinto la concorrenza a disegnare prodotti simili, come ad esempio il Surface Pro, con l'obiettivo di andare incontro ai gusti cambiati dei consumatori. Cambiati perchè plasmati nel tempo dal marketing, dalla proposizione e dai prodotti di Apple.

 

La battaglia in corso è aspra e per il momento senza vincitori definitivi. Lo scontro sembra pendere per il momeno dalla parte di Apple perchè è l'unica azienda a controllare completamente l'intero ecosistema di prodotto, dall'hardware, al softwate e ai servizi. L'ecosistema di Windows, basato su OEM e partner di mercato, ha mostrato la sua debolezza appena Microsoft si è vista costretta a entrare sul mercato con una sua proposta hardware, nel tentativo di emulare il modello di Apple. I partner poi sono obbligati ad utilizzare la stessa versione di sistema operativo e hanno quindi maggiori difficoltà nel differenziare la loro proposta e di diventare competitivi.

Grazie al Surface pro, Microsoft sta oggi risalendo la china o quantomeno facendo percepire al mercato un suo potenziale ritorno alla crescita anche in ambiti nei quali aveva accumulato ritardi per mancanza di innovazione. Il mercato sembra però per il momento continuare a preferire l'innovazione del design dei prodotti di Apple.

La difficoltà maggiore per Microsoft viene ora dai dipartimenti IT e dal mercato enterprise. Un mercato che dopo essere diventato permeabile ai dispositivi Apple e avere adottato le pratiche di BYOD, sembra oggi confrontare sistemi 2-in-1 come il Surface e piattaforme come il MacBook Air, preferendo quest'ultimo. Uno dei motivi è forse anche il prezzo elevato del Surface, un prezzo ch non giustifica la sua adozione massiva nell'organizzazione e neppure la sostituzione di sistemi esistenti. Non è un caso forse che Lenovo stia crescendo nello stesso segmento di mercato con il suo ultrabook Yoga Pad, proposto a prezzi più competitivi.

Chissà se la nuova campagna di Microsoft riuscirà a invertire l'andamento del mercato nel periodo dello shopping natalizio....

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Studio 361° di Michela Di Stefano

Studio 361° è un Network di professionisti del settore, uniti dalla comune passione...

Vai al profilo

MNM dev

Vai al profilo

ItacaSoft

ItacaSOFT è uno studio professionale di sviluppo software che progetta e realizza...

Vai al profilo

Algos

Software house milanese specializzata in sviluppo di applicazioni gestionali...

Vai al profilo