Produttori /

Il mondo meticcio del tablet ibrido, touchscreen, convertibile, slider….

Il mondo meticcio del tablet ibrido, touchscreen, convertibile, slider….

31 Maggio 2013 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Viviamo tempi strani e meticciati. Ad essere interessati al meticciamento non sono soltanto gli ambiti demografici e gli spazi sociali ma anche quelli tecnologici. Una volta i computer erano computer e i tablet erano dispositivi percepiti come diversi. Oggi è tutto un diffondersi di soluzioni ibride, convergenti, convertibili e transgender.

Di fronte alla crescita esplosiva e che non accenna a fermarsi del tablet sul mercato, i produttori tradizionali di personal computer reagiscono con l’introduzione di nuove forme di computer ‘all in one’, un po’ PC e un po’ tablet che pretendono di offrire il meglio di entrambi e combinare insieme il meglio di due mondi.

La fuga o ricerca della diversità e del prodotto meticcio è stata accelerata dall’arrivo di Windows 8 e dalla strategia di Microsoft di puntare ad una reimvenzione del PC attraverso il Surface Pro, un Tablet-PC ibrido dalle personalità multiple che non ne vuole nascondere alcuna. Con l’arrivo di Windows 8 sono cresciute anche le nomenclature dei nuovi sistemi. I termini emergenti sono diventati convertibile ( laptop con un display che può trasformarsi con una rotazione meccanica in un tablet), slider ( un notebook convertibile con il display che scivolando sulla parte fissa del computer diventa e coprendo la tastiera diventa un tablet) , ibrido ( notebook e tablet sono due dispositivi separati, il tablet e la tastiera docking usati insieme formano un laptop) , tutte denominazioni usate per descrivere un tablet con caratteristiche fisiche, tecniche e funzionali tar loro diverse.

Poi ci sono anche i modelli touchscreen laptop, sistemi laptop con display tattili ( possibile dopo l’arrivo di Windows 8) , i touchscreen all-in-one di tipo desktop e i grandi schermi tattili con dimensioni sueriori alla media e con finalità di scopo specifiche e non standard.

 

I modelli già in circolazione e quelli in arrivo sono già numerosi. Meritano una immediata menzione il sistema XPS 18 di Dell e il Vaio Tap 20 Mobile Desktop di Sony. Entrambi sono sistemi desktop con Windows 8 che offrono tutte le caratteristiche di prestazioni e funzionalità tipiche di un personal computer desktop tradizionale ma che, avendo uno schermo estraibile e dotato di batteria autonoma, possono trasformarsi anche in un tablet.

Peccato che il trasporto dell’intero sistema non sia poi così confortevole. Si tratta infatti di computer pesanti ( anche di un laptop o notebook) e grandi, più adatti ad un ufficio che ad essere portati appresso in mobilità.

Il sistema XPS di Dell (disponibile in quattro modelli diversi) è stato pensato per il lavoro in mobilità. E’ ad esempio molto più leggero del sistema della Sony ma flessibile a sufficienza per fornire un uso del display come desktop o in mobilità come tablet.

Il Dell XPS è solo uno dei molti sistemi meticciati disponibili sul mercato. Ci sono i sistemi ibridi Envy X2 di HP, il ThinkPad Tablet 2 el’IdeaTab Lynx di Lenovo, il Surface pro di Microsoft e il Vivo Tab di Asus. Tra i convertbili ci sono l’IdeaPad Yoga di lenovo, il Taichi di Asus e il già menzionato XPS Duo 12 di Dell. Tra gli spider ci sono il Vaio Duo 11 di Sony e il Satellite U925t di Toshiba e tra i laptop touchcsreen ci socno l'Aspire S7 di Acer e il Vaio T13 Touch di Sony. Infine  va ricordat o il sistema con lo schermo da elefante, l'Aspire 7600U di Acer.

 

Fonte: www.modatech.eu

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Spindox

Spindox opera nell’ambito ICT, fornendo servizi di consulenza, system integration...

Vai al profilo

Tecware

Gestiamo progetti di informatizzazione dallo studio professionale alla...

Vai al profilo

Techmobile

Vai al profilo

Francesco De Simone

Mobile Developer Android/iOS Freelance !

Vai al profilo