Produttori /

ThinkMobile, il nuovo marchio IBM per la mobilità aziendale

ThinkMobile, il nuovo marchio IBM per la mobilità aziendale

22 Febbraio 2013 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Le strategie di IBM per la mobilità aziendale prendono forma. Il 2013 sembra essere l’anno del consolidamento e della pro-attività. Obiettivo è catturare una fetta del mercato Mobile con azioni mirate e una proposizione ricca capace di soddisfare utenti finali, dipartimenti IT e management aziendale.

IBM ha deciso di abbandonare il marchio ThikPad per adottarne uno più moderno e applealing, ThinkMobile. Un nuovo marchio per caratterizzare meglio una proposta già molto articolata e ricca per lo sviluppo di applicazioni mobile.

ThinkMobile dovrebbe servire da contenitore di numerosi prodotti e servizi IBM e di terze parti o di società acquisite finalizzati alle aziende che stanno affrontando il fenomeno della proliferazione dei dispostivi mobili cercando di trarne i vantaggi e benefici maggiori con zero rischi rispetto alla sicurezza ed efficienza aziendale.

ThinkMobile dovrebbe servire come framework e insieme di risorse e strumenti per il disegno e lo sviluppo di applicazioni Mobile con ROI positivi e costi operazionali ridotti.  Queste applicazioni possono andare a sostituire o ad integrarsi con quelle attuali in ambiti quali la business intelligence, il CRM, la logistica e il magazzino, l’ERP e la SCM ma ThinkMobile si fa carico anche degli aspetti gestionali (MDM), organizzativi  e individuali (supporto e assistenza).

Tra i protagonisti del mercato IT, IBM non è la sola ad aver capito l’importanza della rivoluzione Mobile. Si troverà a competere con SAP e la sua proposta Appcelerator ma anche con le proposte di aziende come Accenture e Cognizant.

A spingere e a guidare queste aziende è la dimensione del mercato Mobile che, superata la crisi, potrebbe letteralmente esplodere in termini di nuove opportunità, volume di business, profittabilità e profondità di cambiamento e investimento.

Sotto l’ombrello ThinkMobile, IBM ha inserito quanto serve allo sviluppo e alla implementazione successiva. Fanno parte del portafoglio il pacchetto Worklight, il software per il testing delle performance applicative Rational Test Workbench, MobileFirst per il Mobile Device Management e Tealeaf per l’analitics. Sotto lo stesso ombrello verranno inseriti anche i servizi della componente IBM Global Services. Il supporto sarà garantito per tutte le maggiori piattaforme quali iOS, Android, Windows Phone 8 e BlackBerry.

*Fonte; technology news for IDG News Service @jniccolai.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Mr. APPs srl

Siamo un'azienda di giovani professionisti e creativi impegnati nello sviluppo di...

Vai al profilo

Third Millenium

Software house dedicata allo sviluppo di App per il mondo mobile

Vai al profilo

Appytech Srl

Vai al profilo

Itworks srl

Nata come specialista nei primi grandi progetti ERP, Itworks sviluppa il suo know-how...

Vai al profilo