Ricerca

28 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
Tablet a scuola: deconcentrazione garantita e istituzionalizzata
Considerati i risultati molti si interrogano se valga ancora la pena andare a scuola. Se lo chiedono soprattutto i nativi digitali che grazie alla loro abilità nell'uso delle tecnologie hanno accesso a fonti di conoscenza e di sapere alternativi in grado di fornire loro strumenti e materiali per una formazione personale e professionale adeguata ai tempi. Nel frattempo le istituzioni scolastiche reagiscono alla immobilità istituzionale introducendo nuovi gadget tecnologici a scuola.
Si trova in Blog / A scuola con il tablet
Si parla di privacy, si riflette sugli effetti della tecnologia!
Un articolo pubblicato sul Guardian mette in guardia dall’invasività e dall’uso della tecnologia che aziende private e agenzie pubbliche fanno, per avere accesso alle nostre informazioni private e personali. Un avvertimento che il filosofo francese Paul Virilio sta lanciando inascoltato da molti anni e che conviene ricordare.
Si trova in Blog / Tabulario
Il tablet raggiunge il deserto del Kalahari
La pervasività del tablet è tale da diventare strumento progettuale nei luoghi più diversi. Nel deserto del Kalahari il tablet è stato usato per preservare la cultura e le tradizioni del popolo degli Herero.
Si trova in Blog / A scuola con il tablet
E mentre aspettiamo i tablet, la scuola va in malora..
L’Università Italiana negli ultimi dieci anni ha perso 58.000 iscritti e negli ultimi 5 il 22% di docenti. Nel 2012 tutti hanno ascoltato promesse di investimenti consistenti per introdurre nuove tecnologie a scuola. Ma forse servirebbero prima di tutto riforme strutturali suggerite dalla strategicità della scuola per l’avvenire del nostro paese
Si trova in Blog / A scuola con il tablet
IL PROFESSIONISTA INTELLETTUALE NELL’ ECONOMIA DELLA CONOSCENZA
Da quando si è iniziato a parlare di Economia e Società della Conoscenza si è creato l’equivoco che essa consistesse in un aumento diffuso dell’istruzione di massa e che quindi a qualche modo un valido indice di tale nuova economia fosse il numero di laureati. Tanti più laureati, tanta più economia della conoscenza. Fenomeni come il bumping effect e l’overeducation hanno ampiamente mostrato quanto questa credenza massificante fosse fallace e che l’aumento del numero di laureati in sé non costituisca un dato positivo (né negativo) tout court. Anche se tale numero, inevitabilmente, soggiace al principio dell’utilità marginale decrescente.
Si trova in Blog / Wide Horizon Strategy
Common Ground tra amache e zombie
Quezon City, Filippine, 16 luglio 2012, uno zombiedrago, con piccoli girasoli luminosi piantati nel corpo si aggira nella notte, entra nei negozi, diverte-spaventa la gente e, poi, quando i girasoli si spengono, muore.
Si trova in Blog / Morsi
Tablet e Personal Computer, una evoluzione in corso
La scelta di Microsoft di entrare nel mercato tablet producendo per la prima volta un dispositivo hardware è la dimostrazione di quanto sia cambiato il mercato del personal computer. A testimonarlo non è solo il successo commerciale del tablet ma l'evoluzione della tecnologia, la convergenza in atto e il cambaimento della cultura del personal computing. A cambiare sono le tecnologie ma anche il nostro modo di percepirle e di usarle.
Si trova in Tecnologia e Impresa / Ambiti di applicazione e Strategie
TABLET a celebrare la storia e le donne.
Lady Ada Byron? Si tratta di una donna particolare, a lei è dedicata una giornata internazionale volta a rendere omaggio alle donne e ai loro successi nel campo delle scienze, della tecnologia, dell'ingegneria e della matematica.
Si trova in Blog / Audiomobile