Ricerca

91 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
Facebook trappola per adulti e i Millennial sorridendo stanno a guardare
Secondo alcuni parlare di privacy oggi non ha più senso. La riservatezza individuale è costantemente violata da grandi oligopoli a caccia di dati e informazioni per usi commerciali e da governi in cerca di terroristi ma anche di maggiore controllo e sorveglianza. Basterebbero solo queste due ragioni per decidere di chiudere il proprio account di Facebook. Molti giovani lo stanno facendo, gli adulti immigrati digitali meno. Troppo lenti a capire tendenze emergenti ed effetti collaterali della tecnologia.
Si trova in Blog / Tabulario
C'erano una volta i link, poi sono arrivati i MiPiace
Chi frequenta la Rete da un pò di tempo si ricorda molto bene il ruolo e l'importanza dei Link, sia nella progettazione di una presenza online sia per interagire e sfruttare in modo intelligente con il motore di ricerca. Oggi il Link è superato, naftalinizzato e reso obsoleto da un pratica diversa, più immediata e soprattutto pervasiva. Una pratica nota come Like o MiPiace, diventata pervasiva e normale così come lo è quella del selfie o autoritratto.
Si trova in Blog / Tabulario
Vai a pesca per evitare di farti pescare online
Non tutti sono pescatori ma tutti possono essere pescati, soprattutto se hanno scelto di avere una vita online frequentando le piattaforme digitali che la caratterizzano.
Si trova in Blog / Tabulario
La trasparenza digitale ai tempi di Facebook
In questi giorni, mentre Zuckerberg è stato impegnato a illustrare ai senatori americani come funziona la sua creatura, in molti hanno toccato il tema della trasparenza dei dati e delle informazioni degli utilizzatori del social network più popolato al mondo. Il concetto di trasparenza è menzognero e falsificante, ha vari significati che non sempre sono compresi, soprattutto quando si rispecchiano nel loro contrario, ad esempio dando forma a maggiore opacità e ignoranza.
Si trova in Blog / Tabulario
Facebook: le regole non bastano!
Negli ultimi anni Facebook è andato fuori strada. I tentativi recenti di imporre regole, restrizioni e implementare nuovi algoritmi per il controllo dei contenuti non sembrano essere sufficienti. Il social network continua a raccogliere una infinità di contenuti violenti, offensivi e volgari ma soprattutto è diventato strumento potente di lotta politica e diffusione di false notizie create ad arte per alimentarla.
Si trova in Blog / Tabulario
A scegliere gli articoli che fanno tendenza su Facebook è un team di persone aiutate da algoritmi
Il quotidiano The Guardian ha rivelato che su Facebook gli articoli che fanno tendenza non emergono casualmente dalla logica che sottende a come è implementata l’applicazione di social networking ma sono scientificamente e opportunamente gestiti da un team operative che oera seguendo alcune precise line guida. A testimonianza della scoperta Guardian a reso disponibile l’accesso a un file PDF che descrive in dettaglio quali siano queste line guida da osservare.
Si trova in Lifestyle / Tendenze
Sono 5 le APP più usate, tutte le altre a cosa servono?
In base a una indagine recente di Forrester Research condotta sul mercato inglese e americano, gli utilizzatori di APP per dispositive mobile utilizzano in media 24 applicazioni ogni mese ma l’80% del tempo lo spendono a interagire e usare solo cinque applicazioni: Facebook, YouTube, Maps, Pandora, Gmail.
Si trova in Lifestyle / APP
Sei di cattivo umore? Colpa del social network!
Si frequenta il social network per passatempo, divertimento, voglia di socializzare e organizzare incontri e appuntamenti, per mantenere vivi contatti e forti le relazioni, per scambiarsi foto, commenti, testi ma anche nuove solitudini e sensazioni di malessere. A dirlo è una ricerca che associa il malumore di molti alla frequentazione di ambienti online come Facebook.
Si trova in Lifestyle / Esperienze
Facebook apre il suo APP Store per applicazioni iOS e Android
Annunciato a maggio, è ufficilamente stato aperto l'APP Store di Facebook per applicazioni iOS e Android. Il nuovo store non vuole essere uno store a tutti gli effetti come quello di Apple ma un sempice contenitore delle APP collegate a Facebool. Per il momento 600.
Si trova in APP / Novità APP
Cosa succede a Whatsapp? Facebook pronta all'acquisizione?
Secondo indiscrezioni Facebook avrebbe manifestato la sua intenzione all'acquisto di Whatsapp, una delle applicazioni di messaggistica Mobile più frequantemente scaricate e usate sui dispositivi mobile. Una nuov amossa che da ragioe a quanti sostengono che Facebook voglia e stia cercando di dominare il mercato Mobile.
Si trova in APP / Novità APP