Ricerca

280 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
Il trionfo della tecnologia
BIBLIOGRAFIA TECNOLOGICA - Un testo derivato dalle lezioni che BBC promuove fin dal 1948 (“Reith Lectures”), dei cicli di conferenze divulgative tenute da personaggi di spicco (per favore, non fate paragoni con il servizio pubblico nostrano). Le lezioni tenute da Alec Broers, già direttore del Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Cambridge, presidente della “Royal Academy of Engineering” e della Commissione scienza e tecnologia della Camera dei Lord, sono state raccolte in un volumetto, Il trionfo della tecnologia (Bollati Boringhieri, euro 9,50) che proprio per i toni volutamente divulgativi si presenta come agevole introduzione al multiforme mondo della tecnologia e dei suoi ritrovati, dalla bicicletta ai led, dall’energia elettrica a quella nucleare, dall’ingegneria all’informatica fino alle nanoscienze.
Si trova in Tecnobibliografia / Cultura
Il trionfo della tecnologia di Broers Alec
Un testo tecnofilo costruito appositamente per fornire strumenti di lettura del fenomeno tecnologico, in grado di contrastare gli atteggiamenti anti-tecnologici che si manifestano in paure e diffidenza o in aperta ostilità verso i progressi della tecnologia.
Si trova in Tecnobibliografia / Recensioni (120+)
Il virtuale (Pierre Levy)
Il libro di Levy propone una cartografia del virtuale pensata per fornire gli strumenti necessari a comprendere i processi di virtualizzazione che da sempre caratterizzano l'avventura umana sul pianeta terra. La proposta non è per tutti ma per quanti hanno intenzione di svolgere un ruolo attivo di comprensione, riflessione critica, accettazione e consapevolezza. Al termine di questa riflessione, e della lettura del libro, il lettore dovrebbe essere convinto delle molteplici falsità con cui viene raccontato il virtuale e del suo ruolo essenziale nel far nascere sia la verità sia la finzione.
Si trova in Tecnobibliografia / Recensioni (120+)
IMMAGINARE IL FUTURO
BIBLIOTECA TECNOLOGICA - “Immaginare il futuro, l’impresa come comunità generativa””, nato come riflessione sulla rilevanza sociale dell’impresa, è racconto a tutto tondo della responsabilità, individuale e collettiva, nella costruzione di un futuro migliore per il nostro Paese. Immaginare il futuro è il primo passo per costruirlo.
Si trova in Tecnobibliografia
Infomocracy. Un sistema perfetto
BIBLIOTECA TECNOLOGICA - Primo volume di una trilogia che prosegue con Null States (2017) e culmina con State Tectonics (2018), Infomocracy può risultare fin troppo lineare a un lettore italiano abituato a ben altre trame ma il romanzo merita la lettura.
Si trova in Tecnobibliografia / Fantascienza
Insieme ma soli (Turkle Sherry)
Un libro teorico che nasce dall'esperienza, un saggio ricco di informazioni utili alla conoscenza di fenomeni sempre troppo poco percepiti e studiati. I fenomeni sono quelli che caratterizzano la pervasività delle nuove tecnologie e dei loro effetti. La loro analisi serve all'autrice per illuminare la crisi umanitaria dell'era digitale. Lo fa in modo appassionato e intelligente, con ironia e autoironia usate anche per una riflessione personale sulle numerose mediazioni tecnologiche subite o esperite. Il libro può disturbare i tecnofili così come coloro che hanno scarsa conoscenza e ancor meno consapevolezza del ruolo che le tecnologie stanno oggi giocando nell'evoluzione umana e nella vita reale delle persone. La sua lettura offre un viaggio affascinante, quasi etnografico, nel mondo delle relazioni sociali e umane ai tempi della tecnologia, nelle solitudini generate dalle macchine, nei bisogni che da esse nascono e ai quali la tecnologia non è in grado di fornire soluzioni. A fine lettura il lettore potrà scoprire l'ansia che spesso deriva dalla conoscenza e dalla consapevolezza ma disporrà anche di nuovi strumenti per un'interazione e negoziazione con la tecnologia nuova, fondata su maggiore capacità critica e su una relazione più matura e cosciente.
Si trova in Tecnobibliografia / Recensioni (120+)
Internet è il nemico di Julian Assange
Il titolo in italiano è molto creativo, anzi sbagliato! Per Assange Internet non è il nemico, lo è chi ne fa un uso finalizzato al dominio e al controllo. Internet è anche uno strumento potente di libertà come dimostra la stessa Wikileaks. Il libro non ha un valore particolare, è una semplice chiacchierata tra persone che si conoscono tradotta in una operazione commerciale. È menzionato tra i libri da leggere perché suggerisce una riflessione sulla informazione libera, sulla libertà di espressione, sulle censure esistenti e quelle più pervasive che verranno e sollecita agli utilizzatori superfiiali delle tecnologie odierne nuovi approfondimenti e conoscenze.
Si trova in Tecnobibliografia / Recensioni (120+)
Internet e l’io diviso (Quartiroli Ivo)
Internet e la Rete non sono semplici strumenti tecnologici e mediali ma una somma di tante cose con un impatto pesante sulla vita delle persone, anche quella interiore. Il libro di Quartiroli invita tutti a riflettere su Internet anche da un punto di vista spirituale a partire dal ruolo che ha assunto nel caratterizzare la nostra psiche e il nostro benessere, influenzando il modo in cui viviamo ma anche i nostri stati d'animo, le emozioni, i pensieri e la nostra anima. Siamo soliti cercare di capire cosa possiamo fare con la tecnologia, oggi è tempo di occuparsi degli effetti che la tecnologia ha su di noi.
Si trova in Tecnobibliografia / Recensioni (120+)
Internet e poi? (Wolton Dominique)
Un libro datato che merita una lettura per ripercorrere una parte della storia di Internet ormai sconosciuta perché lontana e per scoprire come molte delle riflessioni critiche correnti affondino le loro radici in pensatori poco conosciuti ma che hanno contribuito con il loro pensiero e lavoro di ricerca a mantenere accesi i riflettori su come le tecnologie abbiano e stiano cambiando il mondo.
Si trova in Tecnobibliografia / Recensioni (120+)
Internet non salverà il mondo (Morozov Eugeny)
Eugeny Morozov continua anche in questo testo la sua riflessione critica e tecno-cinica sulla tecnologia criticando la centralità di Internet e la possibilità di risolvere tutti i problemi politici e culturali attraverso la tecnologia. Criticato da molti come responsabile della criminalizzazione della tecnologia, Morozov se la prende con i rappresentanti del mondo tecnologico come Jeff Bezos di Amaxon, Eric Schmidt di Google, Reid Hofman di Linkedin, Gordon Bell di Microsoft ma anche con molti cyber-intellettuali responsabili dell'attuale celebrazione acritica e superficiale della tecnologia. Sotto il mirino finiscono anche i Big Data con il loro lato oscuro e algoritmi legati alla sorveglianza e alle tecniche di social engineering.
Si trova in Tecnobibliografia / Recensioni (120+)