Ricerca

28 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
👩‍🚒️👩‍🚒️ Preferiamo non vedere
Un fantasma si aggira per il mondo, la crisi, anzi la fame.
Si trova in Blog / Tabulario
Stiamo vivendo una situazione-limite
Chiusi in casa molti hanno spento lo schermo del televisore per non farsi sommergere dalla tristezza che i freddi numeri dei rituali giornalieri sono in grado di generare. In tanti si sono rivolti al piccolo schermo del loro dispositivo mobile per sentirsi vivi attraverso relazioni, condivisioni, abbracci e chiacchiere virtuali. Altri, seppure con difficoltà, hanno ritrovato il piacere della lettura, riscoprendo libri già letti o seguendo i consigli di altri. Tutti hanno la possibilità di dedicare parte del tempo libero (forse meglio definirlo prigioniero) a disposizione per riflettere su sé stessi, sugli altri, sul mondo e sulla realtà.
Si trova in Blog / Religione e Tecnologia
Non siamo in guerra
Segnaliamo un articolo di Annamaria Testa pubblicato su Internazionale.it. Insiste sulla necessità di smettere di raccontare in giro che la crisi del Coronavirus sia una guerra. In tempi difficili, sarebbe meglio se tutti si sforzassimo a usare parole esatte e di chiamare le cose con il loro nome.
Si trova in Tecnobibliografia
👩‍🚒️👩‍🚒️ Che cos'è questa crisi?
Tutti dobbiamo riflettere sulla parola crisi.
Si trova in Blog / Tabulario
10, 100, 1000 Joker infelici
Chi non ha ancora visto Joker, un film capolavoro da non perdere, dovrebbe andare a vederlo. Quando abbandona il modello Marvel /Disney, Hollywood può ancora sorprendere e meravigliare. Joker non è un film sulla malattia mentale. Non è neppure buonista o moraleggiante. E' irriverente, politico, sociale, provocatorio, politicamente scorretto e altamente metaforico. Parla molto dell’America di Trump ma anche delle nostre società occidentali, nelle quali trionfano passioni tristi, teorie complottarde e sentimenti di odio diffusi. Società perse e disperate alla ricerca di un’anima e dei valori perduti, incapaci di superare la crisi economica oltre che psichica ed esistenziale nella quale sono precipitate.
Si trova in Blog / Tabulario
Crisi persistente e cambiamenti nei comportamenti dei consumatori
Per molti consumatori la crisi non è finita anzi prevale la percezione di una sua lunga durata. Continua a persistere la preoccupazione sulla volatilità del lavoro, sulla mancanza di risorse e sulla possibilità di ricadute varie determinate da scelte politiche o dal mercato finanziario. Percezioni e esperienze reali portano il consumatore a spostare nel tempo gli acquisti e ad andare alla ricerca di sconti e opportunità. A raccontarlo è una indagine di McKinsey&Company che ha intervistato 22000 consumatori evidenziando l’emergere di nuovi comportamenti e stili di vita.
Si trova in Lifestyle / Consumi
2015: crisi senza fine e vie di uscita. Felice Anno Nuovo a tutti!
Si chiude un anno e ne comincia un altro, entrambi in continuità tra di loro perchè uniti dalla crisi senza fine che sta caratterizzando questo scorcio d'epoca della modernità liquida e dell'eterno presente. L'una e l'altro hanno assunto la forma di una gabbia di acciaio nella quale tutto scorre nella sua eterna immutabilità e prevedibilità. L'unica ad accelerare realmente è la tecnologia! L'unica forse ancora capace di riservarci sorprese vere, nel corso del nuovo anno che arriverà!
Si trova in Blog / Tabulario
Natale 2014: frugalità e risparmio, anche tecnologico!
Dopo sei anni di crisi e nessuna prospettiva di cambiamento rapido all'orizzonte, il sentimento generale dei consumatori italiani è rivolto al risparmio e alla frugalità. La maggioranza rimane riluttante a lasciarsi andare, a fare regali, a prenotare cenoni, a cambiare abitudine ormai consolidate da sei anni a questa parte.
Si trova in Lifestyle
Suggerimenti per chi vuole fare lo startupper e lanciare una startup
Intervistato da Startupper ho potuto raccontare la mia visione attuale su cosa significhi fare startup in Italia e in che modo sia possibile farlo. Il tutto contestualizzato nella situazione di crisi attuale, ricca di nuove opportunità ma caratterizzata da due elementi nuovi che suggeriscono nuove riflessioni. Il primo è quello della crescente disuguaglianza sociale sottolineata da Thomas Piketty nel suo libro Il Capitale nel XXI secolo, il secondo quello di una crisi che per le sue caratteristiche attuali sembra essersi svuotata del suo senso originario per caratterizzarsi nel segno della indecisione e dell’indecibile.
Si trova in Blog / Tabulario
Uno shopping natalizio governato da cautela, pragmaticità e intelligenza.
La cautela è riferita allo spendere in modo contenuto perché la crisi non è ancora terminata. La pragmaticità alla scelta del tipo di regalo in base alla sua immediata utilità. L’intelligenza è usata per ricercare e scegliere il prodotto con il miglior rapporto prezzo-prestazioni. Su tutto la priorità va ai bisogni primari, a seguire tutti quelli secondari e voluttuari.
Si trova in Lifestyle / Consumi