A scuola con il tablet /

Bloccato un altro progetto scolastico con tablet Amplify

Bloccato un altro progetto scolastico con tablet Amplify

07 Ottobre 2013 Redazione Scuola
Redazione Scuola
Redazione Scuola
share
Qualcuno potrebbe dire che non c'è due senza tre ma per ora i progetti che raccontano di un ripensamento sull'impiego di tablet a scuola sono due. Quelli importanti e noti per il valore complessivo del progetto e perchè arrivano direttamente dagli Stati Uniti.

Questa volta ad interrompere un progetto che prevedeva l'impiego di 15000 tablet in classe, è stato il distretto scolastico della North Carolina. I tablet manifestano problematiche di tipo hardware e per la sicurezza, anche fisica a causa di caricatori che si scioglievano quando il dispositivo era in carica.

Il brand dei tablet imiegati nel progetto è Amplify, di proprietà di Rupert Murdoch's News Corp.

La decisione di bloccare un progetto dal valore di 30 milioni di dollari è stata presa nonostante a fondersi sia stato soltanto un caricatore, prodotto dalla Asus. Secondo i dirigenti del distretto scolastico anche solo un incidente consiglia il blocco perchè uno è già un numero elevato se si pensa al rischio che possono correre gli studenti.

Il problema insorto con il distretto scolatico della North Carolina non sembra mettere a rischio i piani strategci di Amplify che punta a crescere per una crescita futura consistentente nel mercato education.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Computime Srl

Computime, rivenditore Apple dal 1983, Servizi per l'editoria, Software House. La...

Vai al profilo

Third Millenium

Software house dedicata allo sviluppo di App per il mondo mobile

Vai al profilo

Protech System

Consulenza e sviluppo App mobile in linguaggio nativo per iOS e Android. Seguiamo il...

Vai al profilo

Jekolab Srl

JekoLab, un laboratorio creativo Fondata a Torino nel 2011, JEKOLAB è specializzata...

Vai al profilo