#CUOREDIFOGLIOLINA /

Scrivo di me, scrivo di te

Scrivo di me, scrivo di te

15 Marzo 2021 Nausica Manzi
Nausica Manzi
Nausica Manzi
share
Il potere terapeutico della scrittura: tra i miei CARDIOGRAMMI come un CUSTODE DI ESISTENZA

 

Fino ad oggi mi è stato chiesto: " Perché scrivi? Che ci guadagni?", seconda domanda questa ricorrente in ogni ambito: si cerca l'interesse, il numero sempre e se parli di passione o di occhi che ti brillano, sei considerato strano, perché contro una corrente radicata su certezze che, in realtà, non esistono. Oggi quindi vorrei rispondere a tutti e per dare coraggio a chiunque vive e agisce ancora per speranze e per sogni che non stanno rinchiusi dentro al cassetto, statici, ma che hanno gambe scattanti e veloci a spasso per il mondo ed occhi curiosi e pensiero critico sempre in movimento. Cambiamo dunque prospettiva!

Scrivo perché la scrittura sa curare: ogni parola, nella sua ulteriorità, sa additare un oltre che, se ascoltato, sa ridonarti ogni volta rinnovato respiro e coraggio.

Scrivo perché voglio dare voce alle contraddizioni che abitano l'esistenza e per far riscoprire il valore del pensiero e della complessità del mondo; unica via che conduce sempre altrove, a ciò che è davvero importante.

Scrivo perché è un modo di respirare per essere ed un modo di camminare per fare.

Scrivo per scatenare dialogo, confronto, pensiero che avvolge e stravolge.

Scrivo per un Tu a cui devo tutto.

Scrivo perché i guadagni sono sì fondamentali per la vita materiale, ma non sono la centralità su cui tornare a focalizzarsi sempre: ciò che a fine giornata ti dà incrociare gli occhi di qualcuno che ami o vedere il tuo riflesso stanco ma sereno allo specchio, è imparagonabile! Si vive di questi attimi e si fondano i guadagni veri solo sull'amore.  

Inoltre, vi invito a pensare come ognuno di noi, a suo modo, scriva. Ognuno di noi è uno scrittore. Si scrive con passi incerti o sicuri, con lacrime di disperazione e con urla di gioia. Si scrive con i nostri battiti del cuore, invisibile fragilità che è però la forza che ci tiene in vita. Si scrive quando siamo capaci di aprire gli occhi davanti ad altri sguardi che richiedono attenzione ed ascolto, si scrive in una comunità e per questa. Ognuno è scrittore della propria esistenza, lo è chi ha un ruolo importante, politico, manager e chi non ha lavoro, o chi non ha più speranze. Ognuno è scrittore perché impastato di esistenza la cui voce soffocata deve tornare a sentirsi chiara e tonda. Anche quando dimentichiamo l'essenza e ci concentriamo sugli interessi, le quantità e le apparenze, ricordiamoci che siamo scrittori la cui penna è il proprio corpo e l'inchiostro l'anima: la penna deve avere un tocco delicato, pensato e poi scattante per veicolare nel miglior modo e mostrare in tutto il suo colore quell'inchiostro che cela. Vigiliamo sempre sul nostro inchiostro e saremo scrittori di fama mondiale, perché immersi nei propri cardiogrammi come custodi di esistenza. Ricordiamoci che è l'inchiostro che conta, quello che sta dentro, ciò che fonda, ciò che fornisce la possibilità di vivere davvero, per questo abbandoniamo corpi e menti che sono penne vuote e che non scrivono più, cambiamo la mentalità ripartendo dall'inchiostro che ci abita dentro e coloriamo altrimenti ed ulteriormente questa realtà in crisi, dolorante e tutta da reinventare.

CONSIGLIATO PER TE:

In una tavoletta di cioccolato...

Quindi, ora, faccio a te che leggi e a tutti, esattamente la stessa domanda che viene fatta a me: " Perché scrivi? Che ci guadagni?" e la risposta dentro di te ora la sai, ma te la riscrivo, eccola qui: Scrivo perché sono un essere umano che cammina nel mondo e ci guadagno l'inchiostro di un'anima che torna a respirare dentro un corpo rinnovato perché, tornato alla sua radice, capace di usare nuovi colori per cambiare la realtà e farsi per sé e per gli altri custode di esistenza.

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


RAD Solutions S.R.L

Distributore GeneXus per Italia e Svizzera

Vai al profilo

Temovo

Siamo un’azienda italiana che guarda al business in maniera internazionale. Ci...

Vai al profilo

Michael Rovesti

Mi chiamo Michael Rovesti sono un developer alle prime armi di Reggio Emilia questa è la...

Vai al profilo

SPLTEK

SPLTEK, sviluppo di applicazioni su piattaforma Android

Vai al profilo