Recinti aperti /

🙆🏽‍♂️ Recinti aperti 9: Pancia e testa

🙆🏽‍♂️ Recinti aperti 9: Pancia e testa

29 Aprile 2020 Alessandro Bianchi
Alessandro Bianchi
Alessandro Bianchi
share
Si dice che il pensiero sovranista, semplice e primitivo, parli alla pancia, alle emozioni viscerali.

Ritengo non sia vero.

Per rispetto della pancia.

Per contro il pensiero raziocinante, profondo e lungimirante parlerebbe alla testa.

Neanche questo è vero.

Se così fosse, le emozioni, condimento essenziale del Sé nell’homo sapiens, sarebbero collocate in una posizione gerarchicamente bassa , evolutivamente primitiva.

È anche questo un modo sovranista di intendere l’evoluzione umana.

Le emozioni sono peggiori dei pensieri logici? Più pericolose?

Lo sterminio nazista non è forse stato frutto di una pianificazione logica e razionale?

Il Sé è un sistema integrato psicobiologico, una torta complessa alla quale partecipano componenti diversi ma dalla quale scaturisce un gusto unitario.

Solo se la torta non è ben amalgamata e i suoi componenti non comunicano adeguatamente tra loro fa schifo.

Il pensiero sovranista è semplicemente sconnesso.

Emozioni e pensieri sono funzionalmente integrati.

Dalla vita perinatale l’integrazione è prerequisito di salute e garantisce la comunicazione complessa tra organi e funzioni.

Sconnessione è prerequisito di patologia, individuale e sociale.

Né la pancia né la testa possono affrontare una pandemia, solo subirla.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Computime Srl

Computime, rivenditore Apple dal 1983, Servizi per l'editoria, Software House. La...

Vai al profilo

Techmobile

Vai al profilo

Giorgio Peressin

Dedico il mio tempo alla mia passione: sviluppare app.

Vai al profilo

Wemotic

Wemotic è una nuova realtà operante nei settori dell’IT e della Comunicazione nata...

Vai al profilo