Lifestyle /

Sono 5 le APP più usate, tutte le altre a cosa servono?

Sono 5 le APP più usate, tutte le altre a cosa servono?

03 Dicembre 2015 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
In base a una indagine recente di Forrester Research condotta sul mercato inglese e americano, gli utilizzatori di APP per dispositive mobile utilizzano in media 24 applicazioni ogni mese ma l’80% del tempo lo spendono a interagire e usare solo cinque applicazioni: Facebook, YouTube, Maps, Pandora, Gmail.

L’indagine di Forrester è stata condotta analizzando comportamenti e risposte fornite spontaneamente dagli utilizzatori di dispositivi mobili coinvolti. A catturare l’attenzione e il tempo sono Facebook e Google. Facebook continua a mantenere la leadership ma è nell’insieme le applicazioni di Google hanno il sopravvento.

Dati raccolti da conScore non si discosatno molto da quelli di Forrester e indicano una penetrazione e un utilizzo simile.

 

Se i dati sono veritieri c’è da interrogarsi sulla validità delle attività di pubblicità Mobile al di fuori delle APP più usate. Dove è stato calcolato e misurato, il ritorno degli investimenti è patrimonio di un numero limitato di aziende. La percentuale di guadagni posseduti dalle prime 10 aziende Mobile. Un dato drammatico per le numerose aziende che operano nel marketing e nella pubblicità Mobile. Un dato entusiasmante per Facebook che vede aumentare costantemente fatturato (+69%) e profitto provenienti dalle attività promozionali Mobile.

I dati di queste indagini confermano ciò che si sa da tempo. Non tutto è oro quello che luccica nel mercato delle APP. Pochi operatori si fanno ricchi, pochi altri vanno al traino, tutti gli altri annaspano o devono aumentare gli sforzi per trovare visibilità e risorse adeguate per scalare una classifica che è quasi come il Cerro Torre argentino. Una strategia possibile è di puntare su APP native e in attività finalizzate a rendere le APP veramente utili e genuinamente capaci di coinvolgere e fidelizzare chi le usa.

Il tutto deve tenere conto di una tendenza che difficilmente cambierà. Il tempo speso nell’interagire con un dispositivo mobile è ormai maggiore di quello dedicato a PC o a schermi televisivi. Un dato confermato da più fonti ma che non sembra ancora completamente accettato da responsabili marketing, uffici marketing aziendali e agenzie.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


B p 2 srl

Dal 2001 Bp 2 offre la piu ampia scelta di software gestionale online per le aziende e la...

Vai al profilo

Merlino DreamLab

Merlino Dreamlab, realizza ebook interattivi multimediale per iPad e Tablet...

Vai al profilo

Temovo

Siamo un’azienda italiana che guarda al business in maniera internazionale. Ci...

Vai al profilo

ArsETmedia Srl

MOBILE MEDIA APPLICATIONS ET SOLUTIONS Sviluppo applicazioni, giochi, eBooks su iOS...

Vai al profilo