Lifestyle /

Acquisti online, come sono cambiate le nostre abitudini?

Acquisti online, come sono cambiate le nostre abitudini?

31 Agosto 2020 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Dopo il lockdown la pratica della spesa online è diventata ormai un’abitudine molto diffusa e sempre più persone guardano in modo più consapevole all’acquisto online, sfruttando unicamente questo semplice e comodo metodo per avere i prodotti desiderati direttamente a casa.

 

Di fatto la spesa online è entrata di diritto nella nostra vita quotidiana, diventando un mercato sempre più ampio e appetibile.

Spesa online, cosa comprano gli italiani

Ma cosa comprano gli italiani? Da alcune ricerche risulta che ben l’87% degli acquisti sia rappresentato dai prodotti alimentari. All’interno di questa categoria gli articoli da supermercato sono i più richiesti, subito seguiti dal food delivery (cioè il cibo già pronto e consegnato a domicilio) e l’enogastronomia, che rappresentano prodotti più di nicchia. La spesa online piano piano ha conquistato tutti. Considerata prima un’eccezione rispetto al classico modo per fare acquisti, sperimentata poi come metodo primario di approvvigionamento durante il lockdown, la spesa online sul sito di EasyCoop ad esempio rappresenta per molti la norma, una nuova abitudine entrata nella vita quotidiana. Una scoperta per tutti, ma soprattutto per chi la trova comoda in termini organizzativi. Non solo, diventa decisiva per chi ha difficoltà a sollevare pesi, o chi proprio non può recarsi all’interno di un supermercato per svariati motivi, o per chi semplicemente, tra i tanti impegni quotidiani, non ha tempo da investire nel fare la spesa. La tecnologia in questo modo riduce le distanze e aiuta le persone a razionalizzare al meglio i propri momenti liberi, liberandoli da incombenze che si possono delegare al meglio. Di fatto un vero e proprio cambiamento di stile di vita, grazie alle nuove frontiere del web.

Le nuove direttrici d’acquisto

Emerge oggi un dato importante, che vede un maggior numero di italiani passare molto più tempo in rete per cercare e confrontare prodotti. La diffusione dell’e-commerce ha visto durante il periodo di quarantena almeno tre italiani su quattro intenti nello shopping online. E anche oggi il 37% degli abitanti del Bel paese dichiara di avere intenzione di acquistare direttamente sul web nei prossimi 6-12 mesi. Un’abitudine quindi che si è consolidata e ha portato allo sviluppo di piattaforme più specifiche, capaci di supportare l’acquirente ad ogni passo.

Proprio per questo motivo, secondo un recente sondaggio, il 31% degli italiani ricorrerà sempre di più all’e-commerce anche per l’acquisto di prodotti alimentari, mentre il 29% lo utilizzerà per quelli medicinali. È anche previsto l’aumento degli acquisti di vestiti e accessori del 44%, e del 34%. Sembra infatti che la ricerca web dei prodotti desiderati abbia stimolato in modo crescente l’equazione ottimale del rapporto qualità-prezzo, spingendo gli acquirenti a ricerche di rete che permettano loro di comparare facilmente i prodotti di ogni tipo, consentendo un controllo e una valutazione più attenta dei prezzi. Unico neo del servizio sembrava essere in precedenza quello dei lunghi tempi di consegna, ma visto il grande afflusso di richiesta di vendite online, le grandi distribuzioni sembrano essersi aggiornate, prevedendo tempistiche molto più celeri di servizio.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Merlino DreamLab

Merlino Dreamlab, realizza ebook interattivi multimediale per iPad e Tablet...

Vai al profilo

Paolo Conte

Sviluppo professionalmente applicazioni Android per terzi o di mia iniziativa. Da...

Vai al profilo

SPLTEK

SPLTEK, sviluppo di applicazioni su piattaforma Android

Vai al profilo

Andrea Picchi

Cognitive Interface Designer & iOS Developer

Vai al profilo