Comportamenti
2019: trend di consumo emergenti e comportamenti
Comportamenti

2019: trend di consumo emergenti e comportamenti

L’aumento degli acquisti online suggerisce la vetustà del negozio tradizionale. L’adrenalina accompagna il...

L’ adattamento posturale: gli effetti fisici, cerebrali e comportamentali
Comportamenti

L’ adattamento posturale: gli effetti fisici, cerebrali e comportamentali

Gli straordinari sviluppi nel campo delle ICT digitali (tecnologie dell’informazione e della comunicazione) stanno...

Comparazione ADSL e comportamento consumatore di oggi
Comportamenti

Comparazione ADSL e comportamento consumatore di oggi

Vediamo insieme in cosa consiste comparare online le migliori tariffe ADSL e perché questo genere di approccio piace cos...

E se stessimo esagerando?
Comportamenti

E se stessimo esagerando?

La Fisher-Price ha messo in commercio un seggiolone per neonati corredato da un dispositivo per alloggiare un iPad e...

LENTEZZA DIGITALE E BOSCHI!

I tempi sono strani, non solo per la pandemia. Sempre in accelerazione, obbligati a interpretare e scegliere ogni minuto, viviamo in uno stato di surplus cognitivo che ci rende complicato dare senso ai frammenti di realtà che sgomitano per emergere e catturare la nostra attenzione. Potremmo farlo andando più lentamente ma abituati come siamo alla velocità non sappiamo più cosa sia la lentezza, ne abbiamo perso il ritmo, dimenticato il significato e reso impraticabile la sua pratica.

DA HOMO SAPIENS A HOMO DIGITALIS

Scrive Noah Harari che “quando la tecnologia ci permetterà di reingegnerizzare le menti umane, Homo sapiens scomparirà […] e un processo completamente nuovo avrà inizio”. La previsione può rivelarsi errata ma se si riflette sulla profondità dei cambiamenti in corso e il ruolo che la tecnologia sta avendo nel determinarli, si comprende che siamo in una fase di cambio di paradigma. Quando il nuovo emergerà noi potremmo non essere più umani. Cyborgsimbionti, semplici intelligenze artificiali più o meno ibridate, potenti, intelligenti e capaci di apprendere ma non più umane.

SOLOTABLET AMARCORD

Non si sceglie di occuparsi del tempo, è il tempo che si impone, sia come contenitore di cose e fatti sia nella forma di vuoto contenutistico e archivio delle memorie del passato. Il ridisegno del portale di SoloTablet ha permesso di dare forma al tempo passato dalla sua nascita come insieme di azioni, tecniche e redazionali, energie profuse e persone coinvolte, forme di rappresentazione e immagini usate per corredare un articolo o raccontare una storia.