Il potere degli algoritmi /

Il prigioniero libero

Il prigioniero libero

13 Maggio 2021 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
BIBLIOTECA TECNOLOGICA - Un libro molto complesso e di non facile lettura. Affascinante. Il tema non è se abbiamo o meno come umani il libero arbitrio ma se il libero arbitrio esista. Se la nostra mente coincida con il nostro cervello cioè con l'insieme di neuroni e sinapsi che soggiace, come tutta la materia, a leggi fisiche precise e provate. L'autore si interroga se viviamo in un mondo deterministico e se ha senso o meno la parola respsonabilità.

Il libro Il prigioniero libero di Giuseppe Trautteur è pubblicato da Adelphi


 

Tutti i nostri codici, sotto tutti i regimi, si basano sul principio di responsabilità e di libera scelta.

Ma si dà il caso che oggi la comunità scientifica, nella sua stragrande maggioranza, non riesca ad attribuire alcun ruolo alla responsabilità. Anzi la ignori.

Se questa posizione si applicasse alla vita di ogni giorno, la paralizzerebbe all’istante. Al tempo stesso il problema della libera scelta è diventato più che mai urgente nella ricerca delle neuroscienze, con risultati come quelli di Libet e di Wegner, che molto danno da pensare.

Indagine acutissima sulle aporie delle varie teorie attuali che tentano di risolvere o eludere una questione da sempre aperta – e che aveva trovato con Spinoza una prima formulazione moderna –, questo libro si propone di sgombrare il campo da soluzioni che tali non sono.

E risulterà dunque tanto più prezioso.


 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Applix Srl

Vai al profilo

D-One Software House

Sviluppo applicazioni personalizzate per iPad e iPhone

Vai al profilo

Andrea Parisse

Enterprise Architect Sono laureato in Informatica e lavoro nel settore ICT di una...

Vai al profilo

Studio 361° di Michela Di Stefano

Studio 361° è un Network di professionisti del settore, uniti dalla comune passione...

Vai al profilo