Vari /

Cyanogen, un progetto di cui si parla troppo poco…

Cyanogen, un progetto di cui si parla troppo poco…

11 Febbraio 2015 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Per chi ama il mondo Android, il termine Cyanogen è noto perché legato a CyanogenMod, uno dei migliori progetti di sviluppo Android di tipo Open Source. Per tutti gli altri consumatori Cyanogen merita di essere scoperto. Per il momento in Italia se ne parla forse troppo poco.

Il motivo di nuovo interesse verso la società Cyanogen nasce dall’intenzione di portare sul mercato una sua versione Android a partire dalla versione Android Open Source Project (AOSP) di Google. Un progetto che potrebbe mettere in difficoltà Google con la sua versione di Android, gli altri produttori usano l’approccio AOSP e forse anche Apple. La piattaforma di Google, fornita unitamente a numerose APP di Google, è usata da alcuni produttori di dispositivi mobili dome Samsung. Tutti gli altri, soprattutto quelli che producono dispositivi a basso costo, come Xiaomi e altre società cinesi,  usano la versione AOSP.

Se la scelta di Cyanogen di entrare nel mercato venisse confernata i contendenti tradizionali del mercato come Google, Samsung e Apple si troverebbero ad avere un nuovo contendente capace di sottrarre loro market share. Il progetto Cyanogen ha ricevuto investimenti interessati da società come Amazon e Microsoft. La prima aveva già investito in una piattaforma AOSP per il Kindle Fire e potrebbe trarre vantaggio da una piattaforma nuova sviluppata da società esterne diverse da Google. Microsoft può avere deciso di mantenere attiva una opzione alternativa a Windows ma è dubbio che possa avere un reale interesse per Android.

 

Il terzo incomodo Apple non dovrebbe subire alcun contraccolpo. La sua proposizione è fortemente focalizzata sul mercato di fascia alta, un mercato dove i produttori di smartphone con AOSP non sembrano intenzionati, almeno per il momento, ad andare.

La società che potrebbe temere di più l’iniziativa Cyanogeb è Google stessa. Il suo rapporto con i produttori di dispositivi che hanno deciso di usare la verione AOSP di Android si è andato complicando negli anni, soprattutto dopo che Google ha deciso di entrare direttamente sul mercato con una sua proposizione hardware. Un rapporto sempre conflittuale perché il modello Open di Android è quello che ha portato Andorid a dominare con il +80% il mercato smartphone. Puntando sui servizi Google ha saputo correggere le perdite sul fronte hardware ma oggi deve confrontarsi con società che vogliono usare Android ma senza integrare i servizi di Google.

Pur avendo sempre supportato i vari progetti AOSP, se Cyanogen entrasse direttamente sul mercato con una sua soluzione Mobile, Google potrebbe avere minore interesse a garantire lo stesso supporto. Google si troverebbe a dover gestire con maggiori difficoltà una situazione che già oggi è molto contraddittoria. Se da un lato grazie ai produttori che hanno adottato Android, Google domina alla grande il mercato Mobile, dall’altro rischia di favorire la crescita e l’evoluzione di una proposizione competitiva in grado di mettere in difficoltà l’offerta di società, che come Samsung e Google stessa, usano la versione Google di Android.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Andrea Picchi

Cognitive Interface Designer & iOS Developer

Vai al profilo

di-erre software s.r.l.

di-erre software si occupa principalmente di sviluppo software e consulenza...

Vai al profilo

PalmoLogix

PalmoLogix is a privately held software company and technical consultancy located in...

Vai al profilo

Arsenal S.R.L.

Simulatori e visual simulation immersiva ad elevata interattivita' - con software di...

Vai al profilo