GDPR, Privacy e Sicurezza /

Come valutare computer e smartphone usati

Come valutare computer e smartphone usati

21 Maggio 2020 Gian Carlo Lanzetti
SoloTablet
Gian Carlo Lanzetti
share
Un modo per ridurre gli sprechi e risparmiare denaro è l'acquisto di dispositivi elettronici di seconda mano, in particolare computer e smartphone. Ecco le precauzioni da adottare secondo Amer Owaida, Content Writer, ESET Security Community.

Secondo un rapporto pubblicato dal World Economic Forum, il mondo ha prodotto circa 50 milioni di tonnellate di rifiuti elettronici nel 2018. Questa cifra potrebbe raddoppiare nei prossimi anni se non cambiamo le nostre abitudini di consumo. Nel tentativo di ridurre lo stress a carico del nostro pianeta, molte persone hanno iniziato a "diventare più green". Hanno ridotto il consumo di carne, hanno iniziato a comprare meno prodotti "fast fashion" e hanno persino aumentato i loro sforzi nel riciclo... in favore dell’ecologia.Tuttavia, l'acquisto di un dispositivo di seconda mano comporta un certo rischio, poiché non ne si conosce la storia o l’utilizzo nei mesi o anni di servizio. Ma i rischi possono essere contenuti, vediamo come.

Acquisto del dispositivo

Quando si sceglie di acquistare un dispositivo usato, si ha una varietà di possibilità tra cui scegliere. La prima, probabilmente la scelta migliore, è quella di acquistare un dispositivo ricondizionato da un venditore autorizzato. Ciò significa fondamentalmente che il dispositivo è stato pulito e controllato dal venditore, sia dal lato hardware che da quello software. In alcuni casi, questa opzione include anche una garanzia sul dispositivo, che risparmia una serie di problemi in caso di malfunzionamenti poco dopo l'acquisto.

In alternativa, l'altra scelta è quella di ricorrere all'acquisto da siti web e di commercio online. In questo caso, probabilmente non sarà possibile ispezionare personalmente il dispositivo prima di ordinarlo. Se si opta per questa scelta, si dovrà fare affidamento a un sito di vendite online affidabile che abbia misure di sicurezza per scongiurare possibili truffe. Sarà utile effettuare qualche ricerca sul venditore, dare un’occhiata alle recensioni e porre domande sul dispositivo. Una volta presa la decisione, è consigliabile utilizzare un servizio di pagamento dotato di protezione degli acquisti online.

Cosa fare in caso di acquisto di un computer di seconda mano?

Se non si opta per un computer o un portatile ricondizionato, le azioni da intraprendere sono diverse. È necessario controllare che tutto sia in ordine. In pratica si è scelto di comprare a scatola chiusa e prima di mettere in opera il dispositivo va prevista qualche cautela. Anche se all’accensione il pc ha già un sistema operativo funzionante, prima di scaricare i programmi preferiti o di controllare i social media è il caso di controllare che non ci siano dati residui del proprietario precedente sul disco rigido. Poi è necessario scaricare e installare un software antivirus affidabile per la scansione del computer.

CONSIGLIATO PER TE:

Attenzione ai crimini finanziari

"Perché?" ci si potrebbe chiedere. Beh, non c’è altro modo ragionevole per sapere se il venditore ha installato codici dannosi sul computer nel tentativo di frode. Il computer potrebbe avere un keylogger installato per accedere alle credenziali bancarie o forse qualche altra forma di malware in grado di rubare i dati e trasferirli a un server remoto. Così come è possibile che qualunque di queste ipotesi sia reale perché il precedente proprietario non ha preso le giuste precauzioni.

Un'opzione green - rispetto alla sostituzione del disco rigido del computer con uno nuovo - comporterebbe la cancellazione del disco. I produttori di hard disk offrono utility che consentono di cancellare il disco con vari gradi di sicurezza che vanno da una singola sovrascrittura a più passaggi con dati casuali e persino protocolli di sicurezza specifici. Una volta scelto e fatto l'uno o l'altro, si dovrebbe procedere a un'installazione pulita del sistema operativo scelto. Il tocco finale per una maggior protezione, potrebbe essere quello di aggiungere al computer una soluzione per la sicurezza degli endpoint. Dopodiché il dispositivo sarà pronto per l’utilizzo.

Cosa fare in caso di acquisto di uno smartphone di seconda mano?

Come nel caso dei computer, la stessa logica vale per gli smartphone: se non si è scelto l’acquisto di un prodotto ricondizionato con una garanzia, sono necessari alcuni accorgimenti. Dopo che lo smartphone è stato controllato e non presenta segni di danni all'hardware, è il momento di verificare il funzionamento del software. Se all’accensione si avvia istantaneamente e non richiede un setup, c’è da insospettirsi. Il precedente proprietario potrebbe non aver effettuato correttamente il processo di cancellazione o, in alternativa, è possibile che il dispositivo contenga qualche forma di malware.

Per pulire il telefono in modo sicuro è buona norma verificare che tutti i servizi siano stati disattivati; una volta fatto questo, devono essere rimossi tutti gli account associati al dispositivo. Il passo successivo è quello di criptare i dati del telefono. È senz’altro la scelta più sicura, visto che non è possibile tracciare il tipo di informazioni precedentemente memorizzate nel telefono. E infine, finalmente, si può procedere con il reset di fabbrica. Il nome dell'opzione può variare da produttore a produttore, ma alla fine la funzione è la stessa: resettare lo smartphone alle impostazioni di fabbrica. Ciò significa che tutto viene cancellato e il telefono dovrebbe tornare allo stato in cui era in origine, quando è stato scartato dalla confezione.

 

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Connexxa

Vai al profilo

Solair

Tutti hanno diritto al Better Business

Vai al profilo

100 Things App e giochi per Bambini Genitori e Nonni

La vita di per sé è la favola più fantastica! (Andersen) Anche noi da bravi danesi...

Vai al profilo

Nex Mobile Apps

Vai al profilo