Mercato Italiano /

La nuova strategia di Cornerstone OnDemand

La nuova strategia di Cornerstone OnDemand

14 Maggio 2020 Gian Carlo Lanzetti
SoloTablet
Gian Carlo Lanzetti
share
COVID-19 ha richiesto alle aziende di tutti i settori di cambiare molto velocemente. Che si tratti di convertire l’intera forza lavoro al lavoro da remoto o di creare prodotti completamente nuovi per rispondere a nuove esigenze, avere la capacità di cambiare rotta rapidamente sta diventando una caratteristica fondamentale per una sostenibilità duratura. Ecco la nuova strategia individuata da Cornerstone OnDemand.

"L'emergere di questo nuovo mondo del lavoro è la prova che le aziende devono essere più agili che mai per avere successo", ha affermato Adam Miller, fondatore e CEO di Cornerstone. "I vincitori di domani saranno le aziende senza vincoli, cioè quelle che non sono imbrigliate dalle convenzioni di ieri, bensì pronte ad adattarsi agli ambienti in rapido cambiamento. E al centro di un'attività senza restrizioni c'è lo sviluppo continuo delle persone”.

Cornerstone si impegna ad aiutare le aziende a navigare in questo nuovo mondo del lavoro. Negli ultimi 20 anni, l’azienda ha affinato il proprio software e applicato la sua esperienza per aiutare le aziende ad adattarsi rapidamente e sviluppare continuamente il proprio capitale umano con le giuste competenze e la giusta formazione. Dopo la recente acquisizione di Saba Software, Cornerstone è posizionata ancora meglio sul mercato per aiutare i clienti a transitare a questa nuova realtà. L’unione delle due aziende ha creato una realtà che ora supporta circa 7000 clienti in tutto il mondo; tale portata ampliata, unita a un team di ricerca e sviluppo che è aumentato del 60%, consentirà all’azienda di accelerare l'innovazione in tre aree strategiche che aiuteranno le aziende a trasformarsi in business resilienti. 

Innovazione n. 1: La formazione è l'acceleratore 

CONSIGLIATO PER TE:

Tablet: saturazione in vista?

La formazione è l'acceleratore dell’adattabilità. I dati di Cornerstone People Research Lab mostrano infatti che la formazione è salita alle stelle nelle ultime settimane - compreso un picco nei corsi sulla gestione dello stress e sul lavoro da casa - mentre le aziende aiutano i dipendenti ad adattarsi a questa nuova normalità. Ciò dimostra che anziché utilizzare la formazione solo per soddisfare i requisiti di conformità, le aziende dovranno fornire ai dipendenti un tipo di formazione più olistica per affrontare tutti gli aspetti della vita lavorativa. Per fare ciò, la formazione sul posto di lavoro dovrà essere:

  • Diffusa: disponibile su qualsiasi dispositivo e, cosa più importante, fornita nel flusso di lavoro in sistemi e strumenti dove il lavoro è già in atto.
  • Ultra-personalizzata: in grado di eliminare il tempo e l'energia necessari ai dipendenti per ricercare il tipo di formazione, presentando corsi pertinenti e contestualizzati in base alle loro capacità, esperienza, aspirazioni e preferenze.
  • Abilitatore del business: per adattarsi rapidamente e su vasta scala, le aziende devono promuovere una formazione autentica – quella che resta nella memoria e che richiede ripetizione, rafforzamento e nutrimento. 

Innovazione n. 2: Coaching personalizzato basato su Intelligenza Artificiale 

Uno dei principali motivi per cui le persone ad alto potenziale scelgono di lasciare un'azienda è perché non hanno l'opportunità di imparare e di crescere. Secondo un trend report di Mercer Consulting, queste persone vogliono sentire, oggi più che mai, di avere uno scopo. Per rispondere a queste forze motivazionali nei dipendenti, che sono fondamentali e in continua evoluzione, le aziende dovranno riesaminare il modo in cui supportano le proprie risorse umane in queste due aree: 

  • Trasformare i manager in coach: Le imprese dovranno fornire ai propri manager gli strumenti per comprendere meglio i singoli dipendenti, e non soltanto i ruoli che ricoprono. Un quadro olistico – che comprenda le competenze approfondite, gli interessi, le aspirazioni personali e professionali, il benessere emotivo di ogni risorsa – darà modo ai manager di sostenere conversazioni più significative e basate su dati, il che consentirà una strutturazione personalizzata della carriera di ogni dipendente.
  • Integrare la guida dei dipendenti con strumenti di coaching digitale basati su AI: I manager non possono allenare da soli. Le aziende dovranno fornire strumenti di coaching digitale che guidino la crescita della carriera, suggeriscano esperienze di sviluppo personalizzate e aiutino i dipendenti a identificare quando sono fuori strada per correggere prontamente il tiro. Ad esempio, le chatbot intelligenti faranno di tutto, dal proporre un nuovo corso di formazione a un progetto imminente al quale il dipendente potrebbe essere interessato, fino a un ruolo adatto alle sue competenze. 

Innovazione n. 3: Dati olistici sulle persone per decisioni migliori per le persone 

Insieme alla tecnologia è arrivata una quantità enorme di dati e analytics. Per anni, le aziende hanno faticato per estrarre insight e business value rilevante dai dati delle persone. Tuttavia, i set di dati del passato non riuscivano a fornire alle imprese una comprensione olistica e significativa delle loro risorse, in quanto a capacità, punti di forza, esperienze, aspirazioni, umore, preferenze di apprendimento e benessere dei singoli dipendenti.

Avere accesso a dati più olistici sulle persone andrà a beneficio delle aziende in due modi:

  • Le aziende potranno prendere decisioni di business migliori: Un set completo di dati sulle competenze consentirà alle aziende di favorire lo sviluppo e l’impiego delle persone giuste in progetti, ruoli e investimenti chiave e di creare team con un mix ottimale di dipendenti, candidati e liberi professionisti.
  • Le aziende potranno migliorare il benessere, l’impegno e la fidelizzazione dei propri dipendenti: I dipendenti e i loro manager saranno in grado di utilizzare questi dati nelle conversazioni sullo sviluppo della carriera, consentendo un approccio iper-personalizzato alla crescita, anziché un unico modello utilizzato per tutti. 

All'inizio di quest'anno, Cornerstone ha compiuto un grande passo in questo settore con l’acquisizione di Clustree, una tech company francese che ha sviluppato un motore di competenze basato su AI e un'ampia ontologia di skill per aiutare le aziende ad abbinare le capacità dei propri dipendenti con ruoli lavorativi specifici. Attualmente, Cornerstone sta integrando questa tecnologia con le sua gamma di soluzioni che vedranno a breve novità. 

Con la recente acquisizione di Saba, l'azienda si trova in una posizione ancora migliore per aiutare i clienti a passare a questa nuova realtà. L’impegno di Cornerstone è rivolto all’accelerazione di queste iniziative di innovazione strategica con l'intento di aiutare le aziende ad affrontare queste nuove e improvvise sfide, creare nuove opportunità e trasformarsi in aziende resilienti e prive di vincoli. 

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Giulio Di Simine

Sono un giovane sviluppatore, ho 18 anni; sviluppo applicazioni da poco più di un anno e...

Vai al profilo

Temovo

Siamo un’azienda italiana che guarda al business in maniera internazionale. Ci...

Vai al profilo

Centrica

Centrica progetta e sviluppa tecnologie innovative nei settori del digital imaging...

Vai al profilo

Camagames

We’re the Camagames, founded Matteo Carretti to gather on music, graphic and...

Vai al profilo