Segnalazioni dal mercato /

Centro Computer a tutto cloud

Centro Computer a tutto cloud

19 Giugno 2020 Gian Carlo Lanzetti
SoloTablet
Gian Carlo Lanzetti
share
Ospitiamo questa volta una intervista a Roberto Vicenzi, Vicepresidente di Centro Computer, che oltre a ribadire in trend positivo del business, nonostante Covid-119, richiama l’attenzione sulla cultura del cloud e della unified communication, ovvero sull’integrazione di tutte le forme di comunicazione aziendale in un unico sistema, che consenta di lavorare in modo più semplice ed evoluto. Ovvero con la piena soddisfazione del cliente.

Centro Computer è una società di consulenza specializzata in prodotti, servizi e soluzioni IT per le aziende: può illustrare meglio il posizionamento attuale della società in questo mercato?

Centro Computer opera da 36 anni sul mercato e siamo una società di consulenza specializzata nella progettazione e commercializzazione di soluzioni ICT in aree strategiche per le imprese, come cloud, data center, sicurezza, unified communication, fleet management, mobility management, print management e altro ancora. La nostra azienda da sempre si è distinta sul territorio per la capacità di offrire progetti ad alto tasso di innovazione e valore, costruiti sulle specifiche esigenze dei clienti. Lavoriamo quindi al fianco delle imprese con l’obiettivo di migliorare i loro processi organizzativi e gestionali con soluzioni e servizi mirati. Mettiamo a disposizione di PMI e grandi aziende un ampio patrimonio di competenze ed esperienza fornendo servizi qualificati e certificati sulle tecnologie leader di mercato. Contiamo attualmente su un team composto da oltre 140 collaboratori, che operano quotidianamente per continuare a sviluppare la mission aziendale, riassunta perfettamente nel nostro pay off “Innovare per Crescere - Soluzione per Passione”.

Quali sono i risultati economici e finanziari di Centro Computer nel 2019 e nel primo trimestre del 2020?

Il fatturato del 2019 ha evidenziato una crescita di oltre il 20% rispetto all’anno precedente. Nei primi 5 mesi del 2020, rispetto allo stesso periodo del 2019, abbiamo rilevato un ulteriore incremento del 14%, che ci conferma l’ottimo andamento nella vendita di prodotti per lo smart working e nella spinta dei servizi a corredo, che assicurano qualità, affidabilità, innovazione e piena soddisfazione al cliente.

Quali sono gli obiettivi per fine 2020?

Le ottime strategie implementate ci hanno consentito di ottenere in questi anni crescite di fatturato sempre interessanti e, anche per il 2020, nonostante l’emergenza sanitaria, siamo fiduciosi di poter mantenere questo trend fornendo soluzioni innovative ai nostri clienti. Per poter competere e assicurarsi un futuro le aziende dovranno infatti continuare a investire in soluzioni e servizi IT, con attenzione alle infrastrutture più flessibili e noi siamo pronti a rispondere a tutte le nuove esigenze.

Cos’è cambiato dal vostro punto di vista sul mercato in questi ultimi cinque mesi a seguito anche della pandemia?

Senz’altro è cambiata la richiesta da parte delle aziende. Abbiamo rilevato un’impennata nella richiesta di computer portatili con un corrispondente crollo di quella dei desktop. Così come abbiamo constatato un forte aumento nella richiesta di soluzioni in cloud per il lavoro da remoto e un netto calo nella domanda di prodotti per la stampa. Ci stiamo impegnando al massimo affinché sia noi che i nostri clienti possiamo tornare, nel minor tempo possibile, alla “nuova normalità”.

In che modo Centro Computer supporta le aziende nell’emergenza Coronavirus, quali iniziative specifiche avete ideato?

Le imprese devono essere preparate alle emergenze. Serve pensare a lungo termine, organizzandosi per essere più flessibili, e per farlo, è indispensabile una cultura del cloud e della unified communication, ovvero l’integrazione di tutte le forme di comunicazione aziendale in un unico sistema, che consenta di lavorare in modo più semplice ed evoluto. Centro Computer propone un insieme di soluzioni che consente alle persone di un’organizzazione di comunicare velocemente, collaborare in modo più efficace e attivare gruppi di lavoro flessibili con la massima semplicità. Dall’eliminazione dei centralini fisici aziendali, dotando i dipendenti di un software sul pc portatile con il collegamento al proprio telefono interno aziendale, alla formazione degli utenti nell’utilizzo di strumenti di unified communication. La piattaforma Microsoft 365 e più in particolare Microsoft Teams, assicurano strumenti collaborativi e convenienti per le aziende di qualsiasi dimensione, mentre con OneDrive for Business è possibile archiviare, sincronizzare e condividere i file di lavoro in cloud.  Con Microsoft Yammer ci si assicura il social network aziendale che consente alle persone di collaborare e rimanere aggiornate su quello che succede in azienda. Infine, con Microsoft Teams, l'Hub di Microsoft 365 che integra persone, contenuti e strumenti per rendere le persone sempre più coinvolte, si può incorporare la fonia nei progetti di Intelligent Communication e Digital Workplace.

CONSIGLIATO PER TE:

F5: nuovo portfolio di soluzioni

Anche una sola soluzione sbagliata può mettere a rischio l’impresa intera, se questa sottovaluta il tema della sicurezza e della privacy. Diventa quindi fondamentale investire nelle tecnologie più innovative e affidarsi a un partner competente che possa consigliare e supportare il cliente nell’implementazione delle migliori infrastrutture di smart working, con la certezza di poter affrontare situazioni di emergenza senza che le normali attività subiscano alcuno stop.

Centro Computer crede fortemente nella linea di business dedicata al Fleet – Mobility - Print Management, che integra i vantaggi dell’acquisto e della locazione operativa. Sono soluzioni che assicurano la garanzia di continuità dei servizi e sgravano l’azienda da tutte le problematiche di taglio logistico inerenti. La nuova strategia finanziaria delle imprese, per essere più competitive e per fare nuovi investimenti, sarà quella di investire sempre di più sul “costo operativo” (con un canone annuale come ad esempio il cloud) rispetto al “costo capitale”.

La società ha ampliato da poco la gamma della propria offerta di ‘Mobile Security’, inserendo anche i dispositivi indossabili per la salute della persona, come i prodotti Medisana. Come è stato l’impatto e quali sono le aspettative per il prossimo futuro?

Siamo costantemente alla ricerca di soluzioni innovative sul mercato e i nostri tecnici proseguono nelle attività di scouting soprattutto nei settori verticali legati all’Industria 4.0 e alle nuove applicazioni di realtà virtuale/aumentata e di intelligenza artificiale. Siamo certi che queste aree saranno quelle che produrranno nuove e interessanti soluzioni da proporre ai nostri clienti.

Siete stati anche riconfermati Platinum partner del programma Intel® Technology Provider per l’anno 2020, tecnologie di Intel che vendete soprattutto con i marchi HP, HPE e Lenovo: siete soddisfatti?

Siamo lieti di rappresentare il livello più alto di questo programma globale, e orgogliosi di essere considerati portavoce dell’evoluzione e delle tecnologie di Intel che principalmente vendiamo insieme ai produttori HP, HPE e LENOVO. Grazie a questa certificazione siamo in grado di accedere a informazioni esclusive e possiamo usufruire di assistenza tecnica e prioritaria da parte di Intel, acquisendo la capacità di offrire le soluzioni più innovative e vincenti, desiderate dai clienti, sulle tecnologie leader nel settore

Alla fine dello scorso anno avete ottenuto la certificazione Microsoft Gold Cloud Partner: cosa significa in termini di business questo riconoscimento e quali prospettive spalanca?

Siamo orgogliosi di aver ottenuto la certificazione Microsoft Gold Cloud Partner, una qualifica che conferma le nostre capacità di supportare i nuovi processi di trasformazione digitale dei clienti. Questa certificazione testimonia i continui investimenti che stiamo effettuando nel cloud e conferma le nostre capacità di garantire una reale competenza nelle fasi di assessment, migrazione, implementazione e gestione delle soluzioni aziendali basate su Microsoft Azure.

Per cavalcare ancora meglio l’onda del cloud avete da poco presentato ‘SimplyCloud’, il nuovo servizio sviluppato sulla piattaforma Microsoft Azure che delega al system integrator, quindi a voi, tutte le attività legate alla gestione del Data Center. Quali sono i riscontri e cos’altro bolle in pentola sul fronte del cloud?

Sempre tornando sul discorso “effetti pandemia”, in questi ultimi mesi abbiamo riscontrato una grande riduzione delle richieste legate alla gestione dei Data Center, dovuta appunto al lockdown e alla difficoltà da parte delle imprese di prendere decisioni in tempi rapidi. Decisioni che in un certo senso, potrebbero essere rivoluzionarie rispetto alle pianificazioni abituali e che, secondo il nostro parere, nei prossimi mesi andranno sicuramente in direzione di maggiori investimenti in soluzioni di questo tipo.

Da quattro anni avete adottato in modo standard le soluzioni di smart working all’interno della vostra azienda: può esplicitare le modalità attuative e i risultati raggiunti?

Il primo risultato raggiunto lo abbiamo visto durante questa emergenza sanitaria che, dal punto di vista lavorativo, su Centro Computer non ha avuto ripercussioni poiché il 90% dei nostri dipendenti era già abilitato per lavorare da casa ed era già attrezzato tecnologicamente e dal punto di vista formativo a operare in smart working. La diffusione delle soluzioni in cloud facilita di molto l’implementazione di soluzioni per il lavoro agile. Nei nostri uffici utilizziamo Microsoft Teams per le comunicazioni audio e videoconferenza e Microsoft 365 per la gestione delle mail e la collaborazione. Inoltre, Citrix ci permette di ‘terminalizzare’ tramite web ogni applicazione in uso presso i sistemi informativi aziendali.

Sono previste modifiche nell’assetto organizzativo e commerciale nel breve-medio termine?

Abbiamo sempre nuove posizioni aperte sia in area commerciale sia in quella della prevendita. Esortiamo inoltre i giovani che sono interessati a sviluppare un buon percorso processionale in un’azienda innovativa e dinamica a candidarsi per una delle posizioni che abbiamo indicato sul nostro sito.

A quali iniziative state pensando per rianimare ulteriormente il vostro business e stimolare gli investimenti dei clienti?

Siamo rimasti molto colpiti dagli esiti di una recente ricerca di Confindustria Emilia, secondo cui nelle province di Bologna, Ferrara e Modena (che sono più avanzate tecnologicamente rispetto ad altre) il 59% delle aziende non applica ancora modalità di lavoro in smart working. Approfondire il perché queste aziende non si stiano organizzando in tal senso potrebbe aprire prospettive interessanti. Il prossimo passo sarà quello di parlare alle imprese di “costi operativi” nell’ambito Data Center e Networking, perché in questo momento il 90% delle aziende, in questi contesti, investe ancora in “costo capitale”. Anche il Data Center e il Networking diventeranno “servizi Cloud” che l’azienda pagherà con un semplice canone annuale.

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Appspa - Sviluppo App Personalizzate

Sviluppiamo l'app personalizzata per il tuo business! L'app che realizzeremo per te ti...

Vai al profilo

Codermine srl

Azienda di sviluppo web, mobile (android, ios e windows phone) e IOT (internet of...

Vai al profilo

Centrica

Centrica progetta e sviluppa tecnologie innovative nei settori del digital imaging...

Vai al profilo

Computime Srl

Computime, rivenditore Apple dal 1983, Servizi per l'editoria, Software House. La...

Vai al profilo