Segnalazioni dal mercato /

Il capitale applicativo di F5 Networks

Il capitale applicativo di F5 Networks

06 Marzo 2019 Gian Carlo Lanzetti
SoloTablet
Gian Carlo Lanzetti
share
La strategia e le novità della società per lo sviluppo e la protezione del portafoglio applicativo.

Il mercato delle applicazioni sta esplodendo e di conseguenza l’economia delle applicazioni, grazie al cloud e al multicloud, sta facendo grandi progressi. Ovvio che le società dell’offerta si stiano riposizionando per cogliere i vantaggi di questa trasformazione. Tra queste c’è F5Networks.

“Alla fine degli anni '90, F5 ha aperto la strada al bilanciamento del carico. A metà degli anni 2000, ha guidato l'industria verso gli Application Delivery Controller (ADC). Oggi abbandoniamo definitivamente la strada che ci vede come un’azienda di ADC diventando a tutti gli effetti un leader nei servizi applicativi multi-cloud”: questo l’annuncio fatto da Maurizio Desiderio, Country Manager Italy & Malta di F5 Networks in occasione dell’F5 Forum di Milano il 5 marzo nella prestigiosa cornice di Palazzo Mezzanotte (sede della Borsa). 

“Il vero valore dell'impresa moderna risiede innegabilmente nelle sue applicazioni, ha aggiunto. Tale capitale delle applicazioni, proprio come avviene con i dipendenti, ossia il capitale umano, ha bisogno di servizi di base che gli permettano di prosperare all’interno di un'organizzazione; servizi come la gestione del traffico, la protezione dai bot e la gestione degli accessi. Per questo oggi più che mai è importante per le aziende scegliere strumenti di sviluppo e gestione delle applicazioni e dei processi capaci di bilanciare l’efficacia dei controlli con la libertà di innovare. In pari tempo stiamo assistendo a una crescita del DevOps che permette rilasci anche quotidiani anziché mesi di sviluppo”.

Al riguardo una analisi di IDC , presente al Forum, stima nel 60% le organizzazioni (aziende di software e di business) che a livello mondiale usano questo approccio per accelerare il time to market.

“Ancora, oggi il 75% delle aziende include il cloud nelle proprie strategie e sempre più realtà si spostano verso il multi-cloud alla ricerca di agilità e modernizzazione, scegliendo sempre più soluzioni software-defined e iperconvergenti che li aiutino a creare ambienti cloud-ready”, commenta Giancarlo Vercellino, Research & Consulting Manager IDC. “La necessità di far evolvere gli ambienti IT per sostenere la trasformazione digitale è sempre più evidente e non solo rende più complessa la loro gestione, ma alza le aspettative in termini di disponibilità, sicurezza e prestazioni dei servizi offerti. Queste sono le nuove sfide che nei prossimi anni saranno al centro dell’economia delle app”. 

Come cogliere il capitale applicativo: il ruolo degli application service

Secondo F5, non sono solo le modalità di erogazione dei servizi a essere cambiate, ma anche le tecniche di sviluppo sono in forte evoluzione. La vera trasformazione digitale, infatti, può avvenire solo se le aziende dedicano maggiore attenzione alla modernizzazione del portfolio applicativo e delle infrastrutture associate.

In questo contesto, i servizi applicativi, emersi dalla disaggregazione di funzionalità precedentemente integrate in dispositivi come gli Application Delivery Controller (ADC), sono oggi definiti dal software, accoppiati liberamente e facilmente fruibili ed è diventato possibile associare singoli servizi alle applicazioni in base alle loro esigenze specifiche, oltre a ottenere una qualità e una sicurezza coerenti all’interno di tutto il proprio portafoglio applicativo. 

“Disporre di una qualità del servizio coerente significa aggiungere un ulteriore livello di sicurezza, disponibilità e affidabilità che viene applicato indipendentemente dal fatto che le applicazioni abbiano tali funzionalità integrate”, aggiunge Desiderio. “Un aspetto fondamentale in un momento in cui gran parte dell'esperienza dell’utente è di natura digitale, fornita tramite cloud e creata sempre più da team di sviluppatori esterni all'organizzazione IT”. 

Come informa una nota dell’azienda le novità di F5 Networks comprendono: 

  • F5 BIG-IP Cloud Edition: l’ultima versione di BIG-IP Virtual Edition e della piattaforma di gestione BIG-IQ offerta su base per-app per rispondere alla richiesta dei clienti di una soluzione Virtual Edition molto più fruibile e facile da gestire e aiutarli a ridurre i tempi per eseguire un'applicazione e il TCO per megabyte, continuando a offrire servizi applicativi sicuri e affidabili. Cloud Edition offre tutto questo in un’unica piattaforma ed è disponibile su cloud privato VMware, su AWS o ambienti di cloud pubblico Microsoft Azure. F5 ha in programma di estendere ulteriormente la sua disponibilità tramite Google Cloud. 
  • F5 Cloud Service. F5 supporta le aziende che trasferiscono un numero sempre maggiore di carichi di lavoro su cloud pubblico aiutandole nell’offrire tali servizi applicativi in modalità as-a-service. Attualmente in anteprima pubblica, F5 Cloud Services consentirà l’utilizzo in modalità as-a-service di un’ampia gamma di servizi applicativi, a partire da DNS Delivery and Global Server Load Balancing (GSLB). Pensata come soluzione completamente gestita da parte di F5, consentirà ai clienti di effettuare più facilmente un deployment dei servizi e gestire il software ovunque. 
  • Servizi applicativi cloud-native. F5 introdurrà a breve una nuova piattaforma di servizi applicativi cloud-native, progettata specificamente per le applicazioni che stanno più a cuore a DevOps e AppDev. I servizi applicativi devono essere ottimizzati per un’integrazione costante e per garantire flussi di lavoro di deployment continuativi. La nuova piattaforma di F5 consentirà di implementare servizi di gestione del traffico in modo semplice e conveniente, con la velocità e l'automazione richieste per i moderni ambienti cloud. 
  • F5 Silverline supporta le aziende nella protezione delle app nel cloud o on-premise, in particolare quando gli investimenti iniziali in infrastrutture e supporto IT sono per loro proibitivi. I servizi di sicurezza Silverline di F5, cloud-based e interamente gestiti, riducono l'onere per i team di sicurezza proteggendo da una varietà di attacchi, tra cui DDoS, OWASP Top 10 e bot maligni. Le applicazioni continuano a essere disponibili e i team di sicurezza possono focalizzarsi meglio sul proprio lavoro. 
  • Aspen Mesh. La capacità di F5 di essere un innovatore cloud-centrico è stata recentemente confermata dall’annuncio di Aspen Mesh, la sua service mesh completamente supportata e costruita su Istio. Le aziende di tutto il mondo stanno migrando rapidamente da architetture monolitiche ai microservizi. Gli strumenti di orchestrazione dei container come Kubernetes hanno risolto i problemi legati alla creazione e distribuzione dei microservizi, ma molte problematiche dal punto di vista del runtime persistono. Aspen Mesh affronta tali sfide semplificando la gestione delle complesse architetture dei microservizi. 

"Solo la gestione efficace del capitale applicativo consentirà di liberare il potenziale dell’innovazione, creando opportunità incredibili per il business", conclude Maurizio Desiderio. "In futuro, gli asset legati alle risorse fisiche, l’infrastruttura e la dimensione del team di lavoro, conteranno sempre meno. Il vero fattore di differenziatore risiederà sempre più nelle applicazioni, capaci di guidare flussi di entrata in rapida crescita, creando un significativo valore per gli azionisti. Anche dal punto di vista del valore per la comunità e della sostenibilità i servizi applicativi giocheranno un ruolo rilevante. E, aspetto ancora più importante, sanno proprio le applicazioni ad attirare i migliori talenti, perché rappresentano e facilitano le forme più interessanti e gratificanti di lavoro”.

Tra i clienti di F5 in Italia figura Brennercom, la telco trentina che conta oggi circa 12mila clienti, di cui il 70% in area business.

 

 

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


RAD Solutions S.R.L

Distributore GeneXus per Italia e Svizzera

Vai al profilo

Centrica

Centrica progetta e sviluppa tecnologie innovative nei settori del digital imaging...

Vai al profilo

Third Millenium

Software house dedicata allo sviluppo di App per il mondo mobile

Vai al profilo

Esse Solutions srl

Quello che ci contraddistingue è una forte competenza tecnica e metodologica...

Vai al profilo