Segnalazioni dal mercato /

La Smart Connected Factory secondo Oracle

La Smart Connected Factory secondo Oracle

21 Maggio 2019 Gian Carlo Lanzetti
SoloTablet
Gian Carlo Lanzetti
share
La Smart Connected Factory di Oracle è un modello di fabbrica connessa e intelligente che individua come elemento abilitante la possibilità di integrare il livello produttivo con i diversi anelli della supply chain e, a livello ancor più alto, con i processi di business (ERP, Enterprise Resource Planning).

Attuando questa integrazione le aziende manifatturiere hanno la possibilità di sfruttare tutte le informazioni disponibili – provenienti dall’interno, ma anche dall’esterno – per potenziare le proprie capacità decisionali, per avere maggior accuratezza, capacità di agire e reagire in tempo reale e accelerare l’innovazione.

CONSIGLIATO PER TE:

Identikit delle startup italiane

Il principale valore aggiunto della proposta Oracle, informa una nota, è la capacità di aprire i sistemi di fabbrica a una maggiore interazione tra persone, macchine e dispositivi. Ad alimentare queste interazioni ci sono i dati - generati da sensori, macchine, persone/operatori - che sono costantemente analizzati e utilizzati per attivare in tempo reale funzionalità di automazione integrate nella piattaforma e mettere a disposizione strumenti intelligenti e sofisticati per tutti gli aspetti della supply chain industriale.

Oracle e Omron insieme

La nuova partnership con Omron, azienda leader nel settore dell’automazione industriale., va in questa direzione.

La nuova partnership con Omron garantisce le condizioni necessarie per attivare progetti di fabbrica 4.0, una fabbrica connessa e intelligente, dove le informazioni sono messe a disposizione di sistemi capaci di valorizzare il connubio uomo-macchina in una chiave sostenibile e portatrice di competitività, pur mantenendo il fattore umano come centrale e determinante per la guida strategica dei processi.” Affermano Simone Marchetti, Responsabile dello sviluppo business ed esperto di Digital Supply Chain in Oracle Italia, ed Eric Prevost, Vice President, Industry 4.0 Transformational Technologies (Artificial Intelligence, Blockchain, IOT, AR, Chatbots, Cloud) di Oracle.

Grazie alla collaborazione con Oracle, è possibile monitorare tutte le informazioni che riguardano il funzionamento dei nostri robot in tempo reale, permettendo così di gestire tutte le istanze legate al loro perfetto funzionamento, in linea con gli standard qualitativi e quantitativi richiesti. Le fabbriche di tutto il mondo, infatti, devono essere flessibili nei rapidi cambi di linea e di layout, e i robot collaborativi e mobili sono ideali per una rapida implementazione dell’automazione poiché possono ridurre il time-to-market”, dichiara Marco Spimpolo, Regional Marketing Manager di Omron Electronics.

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Omigrade s.r.l.

Omigrade è una società nata dall’idea e dalla volontà di un gruppo di...

Vai al profilo

UnlockYourBrain GmbH

UnlockYourBrain GmbH è una start-up con sede a Berlino. Crediamo fortemente nel...

Vai al profilo

Doxinet srl

Doxinet è un’azienda capace di adattarsi alle esigenze del mercato, in grado di...

Vai al profilo

D-One Software House

Sviluppo applicazioni personalizzate per iPad e iPhone

Vai al profilo