Apple /

Che bisogno c’è di Apple TV+?

Che bisogno c’è di Apple TV+?

26 Agosto 2019 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Secondo indiscrezioni tutte plausibili in autunno Apple dovrebbe lanciare la sua TV+ con l’offerta di una nuova serie televisiva che inaugurerà il nuovo servizio di Apple. Molti si stanno però chiedendo se c’è veramente bisogno di un altro canale televisivo in streaming.

Le indiscrezioni raccontano di un lancio autunnale per la nuova Apple TV+ (preannunciata a marzo 2019) , unitamente a una limitata selezione di serie televisive e programmi che possano fare da apripista a un catalogo da riempire nel tempo, ma soprattutto da test in un mercato già abbondantemente affollato. Un mercato dove la fanno da padrone realtà come Netflix e Disney+ che sembrano avere trovato il gradimento del pubblico e forse anche la sua fedeltà.

La nuova iniziativa di Apple sembra ben rodata e pronta al debutto, sostenuta da un investimento misurato da alcuni media americani in 6 miliardi di dollari. Un investimento elevato ma rapportato alle ambizioni di Apple e al calibro dei protagonisti coinvolti per allestire il catalogo d’offerta e nuove serie televisive.

Nonostante il mercato sia già affollato un buona fetta (41%) dei potenziali utilizzatori del servizio televisivo in streaming sembra valutare positivamente e interessante la nuova iniziativa di Apple. Il dato è stato generato da una inchiesta fatta da Creative Strategies che ha intervistato 750 utenti TV americani. La percentuale e molto più elevate (52%) tra gli utilizzatori di apparecchiature Apple che probabilmente preferiscono rimanere dentro un solo ecosistema evitando di scegliere servizi non Apple. Il fatto di manifestare interesse o un giudizio positive non si traduce automaticamente in una potenziale sottoscrizione futura del servizio ma la percentuale di coloro che dimostrano una propensione all’acquisto del nuovo servizio si attesta comunque al di sopra del 30%.

La preferenza accordata è guidata dalla percepita qualità del prodotto Apple, dalla facile integrazione del servizio nell’ecosistema Apple e dalla prevedibile disponibilità dei grandi personaggi degli studios americani a prestarsi per le nuove serie e i programmi TV che Apple commissionerà in futuro.

La cosa interessante emersa dall’indagine di Creative Strategies è che gli utenti non sembrano comunque disposti a spendere troppi soldi per un servizio di questo tipo. Il Prezzo di riferimento rimane quello dei servizi oggi già attivi e viene valutato tra i sei e i dieci dollari al mese.

Per conoscere i dettagli della nuova offerta Apple non rimane che aspettare pochi giorni. La curiosità principale naturalmente, trattandosi di Apple, è riferita al prezzo del servizio. E non è detto che anche questa volta Apple decida di far pagare un Prezzo premium ai suoi potenziali e forse fidelizzati utenti/clienti.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Andrea Picchi

Cognitive Interface Designer & iOS Developer

Vai al profilo

Soft! e Oscar

Siamo un Team, con sede in Abruzzo, che si occupa della pianificazione, progettazione e...

Vai al profilo

dualcrossmedia.com

web media, service, cross media web consultancy, info graphics, Seo, marketing 3.0

Vai al profilo

devAPP

Community italiana di programmatori iOS (iPhone e iPad) e Android. Con devAPP, se siete...

Vai al profilo