Lenovo /

Smarter Lenovo

Smarter Lenovo

11 Novembre 2019 Gian Carlo Lanzetti
SoloTablet
Gian Carlo Lanzetti
share
Rendere le tecnologie sempre più intelligenti e alla portata di tutti: è quanto si propone di fare Lenovo. In vari settori ma soprattutto in quello dei personal computer, dove la società cinese è oggi al secondo posto in Italia con una quota di mercato del 24,9% (del 34,4% se si prende a riferimento il mercato Enterprise). Il rilancio di Motorola è parte di questa visione.

Questa strategia è stata illustrata in occasione della tappa italiana del  roadshow autunnale Accelerate 19, giunto alla terza edizione.  La sua visione Smarter Technology for All si ispira a un approccio basato su tre portanti – Smart IoT, Smart Infrastructure e Smart Vertical – che ha appunto l’obiettivo di portare a tutti le tecnologie intelligenti che rivoluzioneranno il modo di fare business e lavorare. 

Analizzando le tendenze future, il World Economic Forum stima che nel 2022 le tecnologie legate alla realtà virtuale e aumentata saranno adottate da circa il 60% delle imprese, con una sempre maggiore integrazione fra il lavoro svolto dalle persone e quello svolto dalle macchine e investimenti di 8.000 miliardi di dollari in nuove tecnologie di digital transformation da qui al 2022. Le tecnologie abilitanti di questa rivoluzione saranno: 5G e IoT, AI e machine learning, AR/VR, computer vision, analisi dei big data e tecnologia cloud.

“Siamo all’inizio di un’era di Intelligent Transformation, vogliamo essere protagonisti della quarta rivoluzione industriale e portare a tutti le tecnologie più intelligenti”, ha commentato Emanuele Baldi, Country General Manager di Lenovo per l’Italia. “La strategia che ci consente di consolidare la nostra posizione di leader nel mercato grazie a una crescita sostenibile si basa su un’offerta di dispositivi smart, un business data center solido e diversificato e investimenti nelle tecnologie del futuro. La nostra offerta nasce da un costante ascolto dei nostri clienti e partner, che ci consente di sviluppare prodotti che si adattano alle necessità dei settori, delle aziende e delle persone. Con l’obiettivo di migliorare l’esperienza dell’utente e l’esperienza della tecnologia, Lenovo è in grado di dare ai suoi clienti gli strumenti di cui hanno bisogno per affrontare le loro sfide di business”.

Per concretizzare questa strategia e trasferirla al mercato, Lenovo ha implementato la propria vision in ambito business: “Smarter Device, Smarter Workplace, Smarter Business”. Un approccio innovativo alle tecnologie che permette di realizzare una società digitale più efficiente, più sostenibile, più affidabile. Si tratta di una visione del futuro basata sull’attenzione di Lenovo verso le tecnologie smarter IoT, infrastrutture e industrie verticali. In questa visione, fondamentale è l’impegno verso la Diversity e l’Inclusion, perché l’innovazione sia accessibile a tutti senza distinzioni.

Di questa strategia è parte anche il rilancio di Motorola, di cui si sta occupando un ex della Samsung, Carlo Balocco, Executive  Director Mobile Business Group Europe Expansion. “Siamo una realtà tornata al profitto che sta lanciando una nuova gamma di prodotti, inclusi apparecchi di fascia alta. Il nostro progetto, ambizioso e per l’Europa gestito dall’Italia, prevede l’utilizzo di tutte le competenze disponibili in Lenovo e ha come obiettivo lo sviluppo di soluzioni di mobility trasversali. Partiamo da alcuni punti molto precisi: ad esempio che già il 40% del traffico Internet è generato da smartphone”. 

Di seguito le principali novità mostrate per la prima volta in Italia durante Accelerate‘19.

ThinkReality: AR e VR in ambito business

Creato nel contesto dell’iniziativa smart business di Lenovo, il sub-brand ThinkReality viene lanciato per portare alle aziende un approccio basato su soluzioni che comprende sia software sia hardware. È progettato per aiutare i professionisti a utilizzare applicazioni di AR per ricevere assistenza, ridurre i tempi delle riparazioni, eliminare gli errori, snellire i flussi di lavoro complessi, migliorare la qualità dei corsi di aggiornamento, collaborare e contenere i costi.

La piattaforma ThinkReality consente agli utenti di evidenziare, interagire e collaborare con contenuti e informazioni in 3D nel mondo reale, migliorando l’efficienza e la consapevolezza del contesto. La piattaforma è indipendente dal dispositivo e dal cloud, e in questo modo è facile per gli utenti professionali adottare e gestire applicazioni software di AR e VR su molteplici sistemi operativi, servizi cloud e dispositivi quali il nuovo ThinkReality A6.

Si tratta del primo dispositivo reso disponibile nel portfolio di soluzioni ThinkReality. E’ un visore mobile, leggero, con uno schermo heads-up che ne consente l’utilizzo a mani libere; può essere utilizzato per installare soluzioni AR dalle più semplici alle più complesse per quelle imprese che desiderano migliorare la produttività della loro forza lavoro. Con un peso di 380g, un angolo di campo visivo di 40 gradi e una risoluzione di 1080p per occhio, l’A6 è uno dei visori di AR completi più leggeri della sua categoria.

L'ecosistema ThinkIoT: soluzioni IoT end-to-end

In linea con la sua tradizione di fornire PC e hardware innovativi, Lenovo continua sul suo percorso volto a rendere il business più intelligente aggiungendo soluzioni quali l’ecosistema ThinkIoT. Si tratta di un dispositivo IoT che cattura informazioni dalle azioni ripetute che avvengono all’interno di un certo ambiente e poi analizza i dati per accrescere l’efficienza dei flussi di lavoro e ottimizzare le prestazioni. 

Il portfolio di ThinkIoT comprende potenti dispositivi di edge computing quali ThinkCentre Tiny e il nuovissimo ThinkCentre Nano IoT, l’EPC300 e una quantità di sensori, comprese smart camera, illuminazione abilitata dal movimento, dispositivi di riconoscimento facciale e il registratore di cassa abilitato da machine vision – in grado di rilevare e indirizzare le informazioni in maniera rapida per consentire di prendere decisioni alla periferia dei sistemi, ad esempio nei magazzini o nelle showroom. 

Importante per il mercato retail è il prototipo di cassa automatizzata basata su computer vision, attualmente in fase di collaudo presso il campus di Lenovo a Pechino. Le imprese retail che desiderano ridurre le code in cassa ed evitare errori nelle indicazioni di prezzo utilizzeranno presto tecnologie di riconoscimento degli oggetti alle casse automatiche. Con una camera integrata, processor e sensori, questa soluzione di smart retail del futuro consente ai clienti di scansire tutti i loro acquisti in un singolo passaggio, eliminando la necessità di leggere ogni singolo codice a barre; inoltre pesa gli acquisti fornendo feedback ai fornitori e consente di pagare con portafogli virtuali. 

ThinkCentre Nano e Nano IoT

Progettato per fornire elevate prestazioni in un formato ultra portatile, ThinkCentre M90n è il PC per uso professionale più compatto al mondo. I diversi modelli hanno dimensioni pari a un terzo rispetto al ThinkCentre Tiny e consentono risparmi energetici del 30% paragonati ai desktop tradizionali.

Con il formato più piccolo disponibile sul mercato, ThinkCentre M90n-1 Nano può essere installato praticamente ovunque, dietro a un monitor, sotto una scrivania o su uno scaffale, limitando gli ingombri negli ambienti di lavoro dove le postazioni sono condivise. ThinkCentre Nano può essere alimentato da un monitor compatibile USB Type-C monitor o un dock Type-C, fornendo ricche possibilità I/O per qualsiasi esigenza di business.

Costruito per essere energeticamente efficiente e particolarmente silenzioso grazie all’assenza di ventilatori, il ThinkCentre M90n-1 Nano IoT ha una gamma termica ampia (0-50 °C) ed è progettato per funzionare in ambienti dove sono presenti vibrazioni e temperature elevate come gli impianti di produzione manifatturiera. Come gateway IoT sicura, questo apparato è progettato per fornire potenza di calcolo e sicurezza per i dispositivi IoT presenti nell’ambiente e che richiedono risposta in tempo reale al bordo della rete. Il Nano IoT aumenta la risposta e l’affidabilità consentendo il trasferimento rapido di informazioni tra le periferiche IoT, i sensori e i dispositivi connessi, anche negli ambienti più difficili. La I/O Box di espansione consente di supportare porte e periferiche aggiuntive, in modo da risponde alle esigenze di altri dispositivi edge. Il mercato dell’edge computing, è stato detto durante Accelerate 19, raggiungerà nel 2025 a livello mondo secondo McKinsey i 225 miliardi di dollari.

In occasione dell’evento Milanese sono stati anche resi noti I risultati dell’ultimo trimestre di Lenovo. Il fatturato del gruppo nel secondo trimestre fiscale ha raggiunto 13,5 miliardi di dollari USA, il nono trimestre consecutivo di crescita anno su anno. Gli utili prima delle tasse sono cresciuti del 45% paragonati allo stesso trimestre dello scorso anno, registrando 310 milioni di dollari. Gli utili netti sono cresciuti del 20% anno su anno registrando 202 milioni di dollari. La distribuzione del fatturato continua a essere equilibrate nelle quattro aree geografiche in cui opera l’azienda (Americhe, Asia-Pacifico, Cina, EMEA) con un contributo superiore al 20% da parte di ciascuna area.

 

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


B p 2 srl

Dal 2001 Bp 2 offre la piu ampia scelta di software gestionale online per le aziende e la...

Vai al profilo

Creact

Creact si occupa dello sviluppo di soluzioni mobile, web e desktop. Creact dà vita a...

Vai al profilo

RAD Solutions S.R.L

Distributore GeneXus per Italia e Svizzera

Vai al profilo

SellSmart

L’applicazione di sales force automation più indicata ai bisogni commerciali delle...

Vai al profilo