Mercato Mobile /

Tablet in azienda crescono, lo dice Trend Micro

Tablet in azienda crescono, lo dice Trend Micro

18 Gennaio 2012 Fonte: itbusiness.ca
SoloTablet
Fonte: itbusiness.ca
share
Una delle usuali ricerche di mercato di Trend Micro conferma la crescita dell'uso di dispositivi mobili smartphone e tablet in azineda. Rimangono aperte le problematiche legate all'adozione delle nuove tecnologie ma il 59% delle imprese italiane si è aperto alla consumerizzazione e al BYOD.

Meno dell'Olanda e più dei francesi. Questo è il dato che ci ritorna la indagine di Trend Micro sul fenomeno della conusmerizzazione inteso come adozione e uso di smartphone e tablet personali in azienda anche per scopi lavorativi.

L'indagine è stata svolta dall’istituto indipendente Loudhouse di Londra, con interviste fatte su un campione di 2.245 dipendenti di aziende con oltre 5.000 dipendenti in 10 paesi europei.In Italia sono state effettuate 300 interviste.

Solo un'azienda su tre ha definito per il momento procedure e policy aziendali ad hoc ma tutto il campio intervistato valuta positivamente la scelta fatta in termini di benefici, vantaggi. Gli uni e gli altri si manifestano in maggiore produttività ed efficienza ma anche maggiore flessibilità e comodità e soprattutto possibilità di equilibrare meglio vita personale e vita lavorativa per l'utente-dipendente.

L'indagine evidenzia i rischi associati al fenomeno in termini di sicurezza soprattutto in assenza di policy adeguate e per dispositivi portati in azienda dai dipendenti.

La consumerizzazione riguarda il 30% del campione intervistato, nel 70% dei casi infatti i dispositivi sono acquistati direttamente dall'azienda. Nell'uno e nell'altro caso diventa fondamentale per le aziende ricorrere a strumenti di MDM (Mobile Device Management) per una gestione e un controllo centralizzati in grado di garantire eterogeneità dei dispositivi e sostenibilità tecnologica in termini di sicurezza e integrazione applicativa.

Una parte significativa delle aziende intervistate infatti permette già l'accesso da tablet e smartphone ad aree riservate contenenti informazioni strategiche come database (32%), Crm (17%), dati finanziari (11%) e documenti di strategie e pianificazione (11%).

L'indegine evidenzia anche una carenza di supporto e servizi IT per l'utente finale. Manacano esperienze e procedure sperimentate come funzionanti, mancano investimenti adeguati e strumenti per facilitare supporto e assistenza da parte delle strutture IT. Ne consegue un problema di sicurezza degli accessi e dei dati e di vulnerabilità dell'intero sistema IT aziendale che non può essere affrontata con soluzioni spot ma richiede una visione organica e un approccio sistematico e organico che finora poche azienda hanno. Il 70% del campione non assicura un supporto attraverso le strutture IT e solo il 40% ha definito policy e procedure di sicurezza adeguate. La cosa più grave è che il 25% degli intervistati non è a conoscenza neppure delle elementari misure da adottare a livello utente per proteggere al meglio il proprio dispositivo.

L'indagine che ha coinvolto 300 dipendenti di aziende sopra i 5000 dipendenti non rappresenta forse un campione statisticamente adeguato pe runa realtà italiana fatta prevalentemente da piccole e medie imprese. I risultati raccolti confermano comunque un trend di cui su SoloTablet abbiamo parlato da tempo sostenendone la pervasività e importanze anche per il mercato italiano.

Parliamo naturalmente di consumerizzazione e di BYOD.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


PowerSoftware

App for lifestyle of people !

Vai al profilo

Sudformazione srl

Scuola di formazione tecnica specialistica. Ci occupiamo di formazione in materia di...

Vai al profilo

Omnys Srl

Azienda ad alta specializzazione ITC (Information & Communication Technology) con...

Vai al profilo

Paolo Conte

Sviluppo professionalmente applicazioni Android per terzi o di mia iniziativa. Da...

Vai al profilo