Ricerca

4 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
E guardo il mondo da un display
E' in distribuzione il mio nuovo e-book dal titolo 'E guardo il mondo da un display: La sparizione del mondo reale dentro display tecnologici e virtuali." Una riflessione sull'importanza e il ruolo che gli innumerevoli schermi tecnologici con i loro display hanno assunto nella vita di tutti i giorni. Un viaggio nel tempo fino alla società dello schermo con le sue tecnologie per nuove forme di realtà attraverso metafore potenti come la finestra, lo specchio, la cornice, la vetrina, la scrittura e la lettura. Un viaggio nel quale sono coinvolte milioni di persone con un cervello modificato tecnologicamente e in contesti prevalentemente visuali e ricchi di immagini. Il display diventa strumento interpretativo della realtà ma anche ma anche uno strumento di distrazione di massa, un veicolo per la socializzazione reticolare del muro delle facce e un anticipatore della vita artificlale che verrà
Si trova in Blog / Tabulario
Social networking e narcisismo dei selfie
Il selfie, ora anche ritoccabile con Photoshop per rimuovere rughe, nei e malformazioni varie, è diventato per definizione il gesto che caratterizza la società narcisistica del momento, ma non è l’unico. Molti strumenti tecnologici odierni sembrano essere stati predisposti appositamente per celebrare il Narciso infantile e postmoderno, il suo mito, il suo bisogno di continui rispecchiamenti e di gratificazioni, derivanti da una costante e spasmodica verifica di se stesso, attraverso un semplice riflesso da tenere in vita per non scomparire con esso. Incapace di altruismo il Narciso dell’era digitale si riconosce nell’immagine riflessa dello schermo rischiando l’autismo e l’esperienza della solitudine.
Si trova in Blog / Tabulario
Il Selfie ora ha la sua statua monumento
La prima cittadina a dedicare una statua alla moda dei selfie è Sugar Land, Texas, USA. La posa della statua ha generato un torrente di cinguettii e messaggi sugli altri social network e provocato molte discussioni e controversie. La statua di bronzo raffigura due ragazze in posa per un autoscatto e ha scatenato immediate polemiche tra cittadini favorevoli e sorridenti per l’iniziativa e cittadini imbarazzati per l’uso improprio di denaro pubblico. In realtà la statua è stata donata alla città da un suo cittadino!
Si trova in Lifestyle
La reputazione al tempo di Facebook, di Instagram e WhatsApp!
Di reputazione, ossia dell'effetto che facciamo sugli altri e le conseguenze che ne derivano, parla Giorgia Origgi nel suo libro La Reputazione edito da Università Bocconi Editore. Da sempre, ben prima dei social network, due sono le forze che ci possono condizionare. La prima è legata e dipende dalle nostre esperienze dirette e incarnate. La seconda è la nostra identità sociale per come si viene costituendo in base alla nostra reputazione.
Si trova in Lifestyle