Ricerca

114 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
Profili inanimati e identità digitali
La vita online e sui molteplici schermi dei dispositivi a cui ci siamo ibridati è rappresentata da profili digitali, inanimati e pubblici. Profili generati sempre più con l’aiuto di algoritmi matematici che finiscono per dare descrizioni, forme, personalità e narrazioni diverse dall’originale. Quello che continua a vivere al di qua dello schermo e fuori dalla Rete.
Si trova in Lifestyle
Facebook e scandalo Cambridge Analytica: cosa c'è da meravigliarsi?
Lo scandalo Cambridge Analytica che sta riempiendo le prime pagine di molti media e giornali sembra la scoperta dell'acqua calda. Per sapere che fine facciano dati e informazioni pubblicati su piattaforme sociali come Facebook non c'era certamente il bisogno di aspettare le rivelazioni di un tecnico pentito o l'esplodere mediatico di uno scandalo.
Si trova in Lifestyle
E se a usare impropriamente i social network sono i genitori?
Tutti i genitori o quasi mettono in guardia i loro figli dal pubblicare e condividere online informazioni personali. Alcuni studi recenti però indicano che i primi a violare questa regola sono i genitori stessi, nonostante le pressanti richieste dei loro figli ad evitare di farlo. I ragazzi chiedono che non siano pubblicate informazioni su di loro ma spesso le richieste rimangono inascoltate. Potere del media e del bisogno compulsivo degli adulti a presenziare il social network.
Si trova in Lifestyle
Siti porno e riservatezza dei dati personali
Dopo quanto si è scritto sulle aziende tecnologiche e la loro fame bulimica di dati, nessuno può pensare di non essere stato informato. Dati e informazioni sono petrolio nero, risorsa sempre più inesauribile e usata per scopi non sempre trasparenti e quasi mai con l’autorizzazione informata di chi questi dati li produce. Ciò vale a maggior ragione per piattaforme digitali, già predisposte al rischio come i siti porno o di sesso online. Con una differenza importante. I dati condivisi su questo tipo di siti sono molto ma molto sensibili, più che oro nero, diamanti!
Si trova in Lifestyle