Ricerca

83 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
E se a usare impropriamente i social network sono i genitori?
Tutti i genitori o quasi mettono in guardia i loro figli dal pubblicare e condividere online informazioni personali. Alcuni studi recenti però indicano che i primi a violare questa regola sono i genitori stessi, nonostante le pressanti richieste dei loro figli ad evitare di farlo. I ragazzi chiedono che non siano pubblicate informazioni su di loro ma spesso le richieste rimangono inascoltate. Potere del media e del bisogno compulsivo degli adulti a presenziare il social network.
Si trova in Lifestyle
Google vuole trasformare YouTube in un social network
Google starebbe pensando di dare a YouTube la forma di un social network. Un tentativo di trasformare in modo competitivo il servizio di video streaming in una piattaforma in grado di competere con Facebook e la sua offerta crescente di servizi che comprende anche i formati video.
Si trova in Lifestyle
Tecnologia, primavere arabe e movimenti anti-Trump
Continua su SoloTablet il commento alle elezioni americane con uno sguardo alla tecnologia. Questa volta segnaliamo l'uso dei gruppi segreti di Facebook da parte dei movimenti nati per protestare per l'elezione di Trump. Una scelta che non impedirà a Facebook di conoscere quello che fanno e di cedere le informazioni relative ma che indica una maggiore attenzione alla riservatezza dei dati e all'uso dei media per fini politici.
Si trova in Lifestyle
Piattaforme social gratuite in cambio di spot
Mentre Facebook si interroga sul suo modello di business e gli analisti si stanno prodigando in suggerimenti che prevedono abbonamenti o forme di condivisione dei guadagni, l'utente continua a mostrarsi disponibile alla trasparenza e agli spot pubblicitari in cambio della gratuità.
Si trova in Lifestyle
Potenza dei dati e loro abuso
Un surplus informatico di dati e Informazioni può servire a migliorare la vita sociale e politica ma anche diventare strumento di potere e controllo sociale.
Si trova in Lifestyle
Facebook 2018: un declino annunciato?
Il successo e la rapida diffusione della piattaforma di social networking di Facebook hanno evidenziato la bontà di un'idea e la capacità di soddisfare bisogni reali. Bisogni di tipo relazionale e solo relativamente soddisfabili da un dispositivo mobile senza il sussidio di un'APP come Facebook. Bisogni di tutti, che non a caso hanno eletto Facebook a strumento relazionale e sociale e la sua piattaforma a residenza fissa. Oggi però la situazione sembra cambiata...
Si trova in Lifestyle / Social
Facebook alla ricerca di una nuova identità
Con più di due miliardi di membri Facebook sta attraversando forse il momento più difficile della sua breve esistenza. Fuga degli utenti più giovani, calo degli accessi, giornalieri e mensili, difficoltà nella raccolta pubblicitaria sono tutti segnali che suggeriscono a facebook di rivedere strategie, visione e modelli di business.
Si trova in Lifestyle / Social
Facebook bye-bye: i teenager preferiscono le APP
La notizia non è nuova perché la tendenza ad un utilizzo minore di Facebook da parte dei teenager era già stata evidenziata da alcune indagini del 2012. Il 2013 ha visto un ulteriore graduale abbandono. I teenager sembrano snobbare il social network perché troppo frequentato da genitori e adulti e prediligere APP come WhatsApp, Pinger, Kik, Tango, LINE, WeChat e KakaoTalk.
Si trova in Lifestyle / Social
Facebook e i topi che felicemente vi scorrazzano...
Segnaliamo un articolo, sicuramente tecnofobo e contrario ai social network per come sono oggi e per come sono utilizzati. L'articolo è di Elena Stancanelli ed è stato pubblicato su la Repubblica in un approfondimento dedicato alla recente notizia su esperimenti di manipolazione dei sentimenti fatti da Facebook.
Si trova in Lifestyle / Social
Facebook e la noia dei messaggi mai letti! Meglio Snapchat o Instagram!
Nessuno dubita che Facebook sia il social network più popolato al mondo e destinato a esserlo ancora a lungo. Il modo con cui viene usato sta però cambiando, passando da uno spazio attivo di scrittura a uno passivo e per semplici osservatori o curiosi. Già nel 2014 tra i social network più usati, Facebook è stato l’unico a segnare un calo di attività. Ora arriva la notizia di un calo reale e consistente misurato nel terzo trimestre 2015 in -22%.
Si trova in Lifestyle / Social