Ricerca

111 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
Realtà aumentata: fruizioni multimediali fra reale e virtuale
La realtà aumentata è un chiaro segnale di rinnovamento e di tecnologia virtuale nel panorama dell'advertising e della comunicazione aziendale.
Si trova in Lifestyle
Guerrilla Marketing: il marketing non convenzionale che tutti dovrebbero adottare
Per promuovere un prodotto in un mercato caratterizzato da una forte concorrenza, da un sovraccarico di informazione e di rumore bisogna ricorrere a nuove modalità promozionali e di comunicazione. Il Guerrilla Marketing è una di queste. Il termine, coniato dal pubblicitario statunitense Jay Conrad Levinson nel 1984 nel suo libro omonimo indica una forma di promozione pubblicitaria non convenzionale e a basso costo ottenuta attraverso l'utilizzo creativo di mezzi e strumenti aggressivi che fanno leva sull'immaginario e sui meccanismi psicologici degli utenti finali.
Si trova in Lifestyle
APP Marketing e gestione degli errori [2]: lamentele e richieste di assistenza
APP Marketing - Nessun prodotto è esente da lamentele, proteste, recriminazioni o reclami. Non si salva neppure un prodotto software o APP. Nessun produttore o venditore ama ricevere un reclamo ma quando ci sono, possono rivelarsi una opportunità. il reclamo del cliente può diventare l'occasione perfetta per migliorare le prestazioni e rafforzare la relazione fiduciaria con il clinete, Un cliente che si lamenta fornisce un consiglio gratuito su ciò che deve essere migliorato. Quando le lamentele vengono risolte efficacemente, si ristabilisce la fiducia e si rafforza il rapporto con il cliente con ricadute positive nel passaparola e nella customer satisfaction.
Si trova in APP / Novità APP
Stalking pubblicitario online?
Nella sua nuova veste SoloTablet ha optato per una presentazione dei contenuti libera da pubblicità invasive e irritanti con l’obiettivo di facilitare esperienze di lettura e cognitive rilassanti e interessanti. Altri progetti e portali online, in primis quelli di informazione, fanno a gara a rubare attenzione e tempo e a trarre in inganno i visitatori con banner a tendina, temporizzati a scomparsa, con pop-up promozionali privi di una indicazione chiara per essere bloccati. Anche per questi comportamenti, la pubblicità digitale è sempre meno efficace e serve poco alle Marche e al marketing di marchi e prodotti. Molto meglio puntare su approcci integrati e narrazioni, storytelling e produzione di valore aggiunto che i clienti e consumatori possano apprezzare nella loro relazione di lungo tempo con una Marca.
Si trova in Tecnologia e Impresa / Ambiti di applicazione e Strategie
Stalking Marketing e pubblicità interstiziale
Qualsiasi attività di stalking è odiosa, insopportabile e illegale. Lo dice anche il Garante per la privacy anche se poi nessuno sembra prestargli attenzione. Nessuno, neppure il Garante, mette in discussione la legittimità di promuovere beni e servizi usando tutti gli strumenti, anche tecnologici, disponibili per individuare il cliente potenziale nel segmento di mercato giusto e nel momento più adeguato per catturarne l’attenzione. Ciò che è in discussione è l’arroganza di chi sembra avere acquisito un diritto eterno di martellare il cliente perduto o il cliente potenziale con chiamate continue, fastidiose e, appunto, martellanti.
Si trova in Lifestyle
Disporre di un buon prodotto non è sufficiente
In assenza di posti di lavoro a tempo indeterminato, molti sono diventati imprenditori di sé stessi e alcuni, quelli con idee più o meno geniali, hanno dato vita a startup. La retorica della narrazione corrente su innovazione e capacità imprenditoriale racconta quanto sia diffuso il successo di nuove startup ma nasconde spesso le loro difficoltà commerciali. Disporre di una buona idea o di un buon prodotto non è infatti sufficiente!
Si trova in APP / Novità APP
Sei bravo con i media sociali? Per il 2017 ci vuole qualcosa di più!
Anni di sperimentazioni e di buone pratiche possono avere trasformato molti esperti di marketing e di comunicazione e imprenditori in esperti di media sociali. Sapere come funziona uno strumento non significa però automaticamente saperlo usare bene, soprattutto se le strategie e gli obiettivi sono sbagliati e ancor più se non ci si è sintonizzati con i trend emergenti e i bisogni dei clienti.
Si trova in APP / APP Marketing
Sviluppo APP: identifica i concorrenti potenziali e esercitati in una analisi SWOT
APP MARKETING - Il messaggio è rivolto a tutti gli sviluppatori ma in particolare ai nuovi arrivati nel mercato delle APP Mobile. Se hai deciso di sviluppare una nuova APP, non lasciarti guidare dalla fretta, rallenta, osserva il mercato, raccogli informazioni competitive e soprattutto applica alla tua idea una analisi di tipo SWOT per scoprire i punti di forza e di debolezza ma anche le opportunità e le sfide a cui vai incontro. L'analisi della concorrenza potenziale e l'analisi SWOT sono solo due dei passaggi necessari per completare con maggiore successo l'esercizio dello sviluppo di una nuova APP. Due passaggi su 80! Lo sviluppo non è che l'inizio ma prima di iniziare numerose sono le tappre intermedie da percorrere. Tutte altrettanto importanti e necessarie per non perdersi per strada e per non buttare sldi, tempo e risorse.
Si trova in APP
Marketing 2016: più preciso, personalizzato e capace di raccontare storie
La tecnologia sta cambiando tutto, compreso il modo di fare marketing e comunicazione. Lo sta facendo da tempo ma, dall’avvento delle tecnologie Mobile, tutto si è accelerato, è diventato più urgente sapere innovare e sapersi rinnovare e soprattutto saper raccontare storie migliori. Il marketing è in affanno perché chi lo pratica deve superare vecchie abitudini, approcci convenzionali che non funzionano più e trovare nuove idee per soddisfare nuovi bisogni. Fortunatamente la tecnologia e la scienza stanno fornendo ancora una volta l’opportunità per innovare e cambiare.
Si trova in Tecnologia e Impresa / Ambiti di applicazione e Strategie
Facebook è ancora un social network?
Il riferimento del titolo non è alla applicazione di social networking ma alla società, una realtà che vuole giocare un ruolo da protagonista del mercato tecnologico sfruttando il successo della sua applicazione che è usata da quasi un miliardo e mezzo di utenti. La strategia è chiara, allargare il portafoglio d’offerta per trarre il maggiore vantaggio possibile dal mondo sempre più connesso e in rete, dalla diffusione degli smartphone e dall’uso crescente del digitale per acquisti e attività di shopping online.
Si trova in Produttori