Mercato Mobile /

2019: mercato tecnologico e novità emergenti

2019: mercato tecnologico e novità emergenti

07 Gennaio 2019 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Come abitudine, ogni inizio anno la Rete si riempie di previsioni, più o meno azzardate, sulle tendenze emergenti nel mercato tecnologico e non solo. La prassi è stata rispettata anche per il 2019 ma con alcune novità. Si nota una certa stanchezza previsionale ed emerge una preoccupazione latente legata alla percezione che il nuovo anno potrebbe presentare alcune novità, non necessariamente legate a nuove tecnologie, soluzioni o piattaforme.

Fuochi d’artificio e promesse 

Il 2019 si presenta sulla carta senza fuochi d’artifizio o promesse roboanti. Secondo alcuni è un anno che si prepara a essere introverso, timido, poco esuberante, almeno se confrontato con gli scintillanti anni del decennio passato. Anni che hanno visto l’arrivo dell’iPhone e dell’iPad, la trasformazione del personal computer, l’affermarsi del cloud computing, delle Realtà Virtuali, dell’Intelligenza artificiale e molto altro ancora. Proprio la mancanza di grandi novità, come testimoniato dalle molte previsioni pubblicate online, rischia di trasformare il 2019 tecnologico in un anno sorprendente ed eccitante, un anno da ricordare. Non tanto per nuove tecnologie, soluzioni e prodotti che pure arriveranno e si affermeranno, ma per cambiamenti più profondi che potrebbero emergere nella società e alimentare comportamenti, modi di pensare e azioni diverse dal passato. 

Le nuove tecnologie che riempiranno le narrazioni mediali 2019 si paleseranno nella forma di servizi 5G, di display avvolgibili e ripiegabili, di dispositivi e macchine dotate di intelligenza artificiale, di assistenti personali e robot di casa capaci di parlare e interagire con gli umano con linguaggi naturali, di nuovi servizi e soluzioni di Cloud Computing, ecc. ecc. Tutte tecnologie di cui si è parlato per tutto il 2018 e che potrebbero affermarsi nel corso del 2019. Le vere novità emergeranno invece dalla realtà sociale, economica, politica e culturale che caratterizzeranno il nuovo anno. 

Le vere novità del 2019 tecnologico verranno però da cambiamenti già in atto e che si manifesteranno nella loro forza durante il nuovo anno. Cambiamenti che interessano il modo con cui le persone guarderanno e interagiranno con la tecnologia. Cambiamenti che andranno ben oltre le tecnologie di cui parliamo costantemente e che rivoluzioneranno la vita individuale in ambiti diversi quali la mobilità, la sanità, il lavoro, le istituzioni, la medicina e molto altro.

Il 2018 ha marcato l’insorgere della crisi di un modello, quello della Silicon Valley e della sua pretesa di dominare il mondo. Il caso Cambridge Analytica che ha messo in serie difficoltà Facebook ha elevato alla potenza massima il problema della privacy e della riservatezza dei dati. Un problema la cui percezione è in costante aumento e fonte di una riflessione critica sul ruolo che la tecnologia ha assunto nella vita di molte persone. L’abbandono o il minore impegno nei social network sono esempi chiari di una maggiore consapevolezza e di nuovi comportamenti diffusi che indicano da un lato la pervasività della tecnologia e dall’altro l’mergere di un nuovo sentiment che potrebbe determinare nuovi stili di vita.

Le difficoltà borsistiche di Apple di fine anno sembrano anch’esse segnalare la crisi di un modello, quello di Apple costruito sull’elevato profitto e sui prezzi premium dei prodotti con il marchio della Mela. I consumatori, sicuramente per le mutate condizioni economiche, non sembrano più disposti a pagare un prezzo elevato per prodotti le cui tecnologie sono acquistabili in prodotti diversi e a minore prezzo. Ma neppure a procedere ad aggiornamenti continui per dispositivi che possono durare ben più del tempo suggerito dalle narrazioni marketing dei Brand di riferimento.

La maggiore attenzione al ruolo delle aziende tecnologiche porterà a valutare con maggiore consapevolezza i cambiamenti che le nuove tecnologie determineranno, particolare nel mercato del lavoro. Automazione e intelligenza artificiale hanno raggiunto livelli di maturità tale da cambiare radicalmente e rapidamente gli scenari lavorativi di tante persone. La vera sorpresa sarà per il mercato dei lavori cognitivi. L’automazione delle attività routinarie eliminerà posti di lavoro ma creerà anche maggiori opportunità per l’espressione e l’impiego di nuovi talenti.

L’emergere del deepfaking infine aggiungerà altra benzina sul fuoco delle false notizie e dei social come veicolo per la loro diffusione. A oggi nulla lascia credere che possa emergere nella società una maggiore consapevolezza dell’uso manipolatorio dei media tecnologici ma il 2019 sarà un anno sorprendente anche su questo fronte. Nessun cinguettio, post di Facebook (Salvini negli ultimi tempi è passato da 16milioni di visualizzazioni a otto milioni) o video YouTube riuscirà a eliminare i bisogni che nascono dalle condizioni reali delle persone e che reclamano con voce sempre più alta una soddisfazione ben diversa da quella di un MiPiace.

Per leggere l'intero articolo siete invitati a visitare il blog di CleverMobile Distribution

 

\

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Francesco De Simone

Mobile Developer Android/iOS Freelance !

Vai al profilo

DUECI

Il mondo Apple per le aziende e gli ambienti di produzione - Sviluppo software su...

Vai al profilo

Digital E Srl

Digital E da più di 20 anni è una delle maggiori società nel campo dell'education e...

Vai al profilo

UnlockYourBrain GmbH

UnlockYourBrain GmbH è una start-up con sede a Berlino. Crediamo fortemente nel...

Vai al profilo