Ricerca

45 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
Guardare e pensare diversamente, raccontare...
Segnaliamo un articolo di Francesco Varanini dal titolo "Il quipu come codice e come macchina" pubblicato sulla rivista Persone e Conoscenze di novembre 2012. Un articolo in cui si parla di Perù, Incas, Atahualpa ma anche di scrittura e lettura nell'era tecnologicizzata che viviamo e soprattutto dell'importanza di svincolarsi da schemi predefiniti per aprirsi a nuovi modi di pensare di ragionare. Bisogna saper innovare anche se l'innovazione aggiunge sempre imprevedibilità alla complessità che viviamo. Per farlo non è sempre necessario affidarsi alla tecnologia.
Si trova in Tecnobibliografia
Per me l’Innovazione significa saper cogliere le opportunità
Un’azienda, o un’organizzazione, per innovare, non deve solo digitalizzare, creare spazio per lo scambio di idee, o creare un framework di lavoro che funzioni, ma deve saper cogliere quelle opportunità che si presentano all’interno, o all’esterno, e saperle trasformare in qualcosa di nuovo e innovativo, appunto. Inoltre saper cogliere le opportunità significa che c’è la predisposizione a innovare, a scommettere, ad assumersi dei rischi.
Si trova in Blog / Innovazione e tecnologia
L’innovazione in azienda non è un lusso, è una necessità.
Mi piace in particolare definire l’innovazione come il processo che mettiamo in atto nel rendere comprensibile e fruibile per l’adattabilità umana, che lavora in termini lineari, l’avanzamento tecnologico, che per sua natura è invece un processo esponenziale. Perché l’innovazione sia utile dobbiamo riuscire a comprenderne le dinamiche e metabolizzarne i risultati, favorendo una crescita continua e mantenendo la necessaria visione d’insieme.
Si trova in Blog / Innovazione e tecnologia
Tablet e innovazione per futuri rivoluzionari!
In entrambe le prospettive in cui si può studiare o guardare il tablet, quella personale (consumer) e quella aziendale (business), la conclusione è semplice. Il tablet è una tecnologia che ha cambiato il mondo del dispositivo client con cui eravamo abituati a giocare/lavorare ma che ha soprattutto modificato alivello cognitivo il nostro modo di inetragire con la tecnologia. Ciò offre molte opportunità e propone nuove sfide. Chi saprà cogliere le prime e vincere le seconeo avrà individuato nuovi vantaggi per sè e avrà contribuito all'affermazione di un nuovo componente tecnologico destinato a rivoluzionare il mondo che verrà.
Si trova in Blog / Tabulario
Tablet paradigma di una rivoluzione tecnologica
Una riflessione nata da un laboratorio sul tablet di cui sono stato animatore in OMAT, l'evento sui contenuti digitali. Opinioni diverse e condivise sul ruolo del tablet come strumento abilitatore del cambiamento e dell'innovazione. Non solo Apple e non solo soluzioni consumer ma capacità di comprendere le tendenze emergenti. Il cambiamento passa anche attraverso le aziende e l'applicazione delle nuove tecnologie al business.
Si trova in Blog / Tabulario
Evoluzioni e metamorfosi necessarie
Una riflessione paradossale sulle nuove tecnologie a partire dalla lettura dell'ultimo libro 'La Via' di Edgar Morin, il filosofo e pensatore multidisciplinare teorico della complessità. La riflessione è sull'importanza del cambiamento e dei segnali emergenti che indicano che è già in qualche modo iniziato. Per cogliere il cambiamento bisogna operare a livello cognitivo riconoscendo che spesso il problema non sta nell'ignoranza ma nella nostra stessa conoscenza, nelle nostre convinzioni e abitudini consolidate nel tempo.
Si trova in Blog / Tabulario
Il cliente al centro, strategie e strumenti nell'era della mobilità
Di focalizzazione al cliente si parla da 10-15 anni e si dovrebbe continuare a farlo. Senza una relazione forte e capace di liberare il valore del cliente, nessun vantaggio competitivo reale è raggiugibile o mantenibile nel tempo. Per mettere il cliente al centro non è sufficiente dichiararlo o inserirlo nella propria visione aziendale. Bisogna "intervenire sul codice genetico dell'organizzazione per sviluppare i geni della relazione" (Busacca 2002). E bisogna dotarsi di nuovi strumenti e tecnologie. Le aziende che hanno saputo portare a termine questa operazione sono oggi leader di mercato, una su tutte Apple.
Si trova in Blog / Tabulario
Trasformazioni silenziose e pratiche rumorose
La situazione contingente della crisi che viviamo, obbliga tutti noi a nuove e più approfondite riflessioni. Chi opera nel marketing è chiamato ad interrogarsi sulla validità attuale dei modi di intendere e praticare la sua attività e ad identificare nuove pratiche e nuove filosofie. Le conclusioni potrebbero non essere quelle desiderate. Soprattutto se si è abbarbicati al passato e timorosi di un cambiamento che comunque arriverà.
Si trova in Blog / Tabulario
Grillo, Papa Francesco e nuove applicazioni
A guardare bene i fatti dei tempi complicati che stiamo vivendo sembra quasi che ad emergere siano, sempre più, elemententi sorprendenti con le loro capacità dirompenti (‘disruptive’). Grillo ha mandato all’aria la politica italiana, il Conclave la curia romana, la tecnologia mobile l’IT tradizionale e il mondo del personal computing.
Si trova in Blog / Tabulario
Per innovare bisogna innovare
Innovazione è diventata la nuova parola d’ordine per superare la crisi. Per crescere servono creatività e libertà rispetto ai vincoli impliciti ed espliciti che ogni realtà o contesto in cui si opera impongono. L’IT ha sempre prodotto molta innovazione, oggi è chiamata a nuove sfide. Cambiare e distruggere per innovare.
Si trova in Blog / Tabulario