Ricerca

19 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
Droni per la sorveglianza futura
Rileggere 1984 di George Orwell potrebbe essere un esercizio utile e interessante. Il Grande Fratello del romanzo sembra una pallida sembianza dei numerosi Grandi Fratelli che si stanno delineando all'orizzonte. Alcuni di questi sono nella forma di droni. Apparecchiature avanzate tecnologicamente dai sicuri vantaggi e benefici, in termini di protezione, prevenzione e sicurezza, ma anche preoccupanti per l'uso politico e poliziesco che ne può essere fatto.
Si trova in Tecnologia e Impresa / Tecnologia e sorveglianza
Futuri prossimi venturi: droni per la sorveglianza totale delle città
DARPA (Defense Advanced Research Projects Agenc) ha annunciato recentemente un progetto innovativo finalizzato alla video-sorveglianza allargata di aree urbane attraverso UAS (Unmanned Aerial Systems) e droni. Veicoli ‘quadcotteri’ capaci di sorvolare le città e le aree urbane e tenerle sotto continua sorveglianza da una altezza di trecento metri.
Si trova in Lifestyle
La realtà prossima ventura tanto simile a quella virtuale e simulata
Quella virtuale e simulata è la realtà sperimentabile da tempo negli studios americani con le loro macchine del tempo e viaggi nel futuro. Chi ha provato queste realtà sa che ogni viaggio è una esperienza all’interno di spazi saturi di veicoli volanti che sfrecciano a folli velocità senza alcun tipo di collisione o incidente. Sono realtà che per alcuni diventeranno reali con la diffusione dei droni.
Si trova in Lifestyle
Presto ogni esperienza Internet rischia di diventare pubblica
Nell'era della sorveglianza, Internet è destinata a diventare il luogo nel quale tutto rischia di diventare trasparente. Una tendenza che avrà un forte impatto sugli individui ma anche sulle organizzazioni. Soprattutto se a diventare pubblici e trasparenti non saranno solo i dati e le informazioni ma l'intera storia delle esperienze vissute online.
Si trova in Lifestyle
La democrazia dei dati
C’è che pensa che il mondo vada meglio di quanto pensiamo e chi si sta già preparando al peggio. Entrambe le opinioni non poggiano più solo su credenze, percezioni e ideologie ma soprattutto su dati. I dati sono quelli prodotti tecnologicamente e diventati in poco tempo merce abbondante, diffusa e sempre disponibile. L’abbondanza sembra essere per tutti ma lo è in modo diseguale e con effetti che meritano un’attenzione e una sensibilità particolari.
Si trova in Lifestyle
Siti porno e riservatezza dei dati personali
Dopo quanto si è scritto sulle aziende tecnologiche e la loro fame bulimica di dati, nessuno può pensare di non essere stato informato. Dati e informazioni sono petrolio nero, risorsa sempre più inesauribile e usata per scopi non sempre trasparenti e quasi mai con l’autorizzazione informata di chi questi dati li produce. Ciò vale a maggior ragione per piattaforme digitali, già predisposte al rischio come i siti porno o di sesso online. Con una differenza importante. I dati condivisi su questo tipo di siti sono molto ma molto sensibili, più che oro nero, diamanti!
Si trova in Lifestyle
Ti seguo, ti controllo e ti valuto
Potrebbe essere lo slogan di un nuovo sistema di sorveglianza da acquistare in un qualsiasi punto vendita. In realtà è il mega-progetto cinese che entro il 2020 mira ad assegnare a ogni cittadino un punteggio, dopo averne seguito, registrato e analizzato i comportamenti individuali e sociali. Il punteggio servirà a definire premi e punizioni.
Si trova in Lifestyle
Sorveglianza Facebook: la si conosce ma la si ignora!
Tutti o quasi sono consapevoli che il mondo sociale di Facebook è gratuito perchè ci si presta ad essere target e prodotto pubblicitario. La consapevolezza che si traduce in coscienza critica porta alcuni all'abbandono ma per la stragrande maggioranza non genera il bisogno di alcuna riflesione critica e tantomeno ql'urgenza di una scelta alternativa.
Si trova in Lifestyle / Social
Tecnologia e Privacy: non ci sono dati personali innocui
Perchè dovrebbe essere necessario monitorare, memorizzare e archiviare dati personali e sensibili come il battito cardiaco, pressione sanguigna, respirazione, temperatura corporea e altri impulsi vitali? In futuro ad esempio per capire dalle variazioni del battito cardiaco l’eventuale disponibilità di un partner ad una avventura sessuale o per capire se soffre di particolari disfunzioni, anche ti tipo sessuale!
Si trova in Lifestyle / Privacy