Ricerca

13 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
CES 2018: gadget a gogò e intelligenze artificiali mute e parlanti
Il Consumer Electronic Show (CES) si è confermato un appuntamento da non perdere. L'edizione 2018 è stato tutto una gara a mostrare all'opera assistenti virtuali dotati di intelligenza artificiale, capaci di comprendere e parlare linguaggi naturali. Assistenti e intelligenze artificiali come Alexa, Cortana e Google Assistant applicate ad ambiti e oggetti diversi. Con risultati non sempre esaltanti ma determinati solamente da immaturità e intoppi vari.
Si trova in Lifestyle / Tendenze
2018: il rumore di fondo diventa cacofonia
Il rumore di fondo è nemico di ogni comunicazione che aspiri a trasformarsi in ascolto, comprensione e condivisione. I numerosi media digitali che hanno occupato ogni spazio e ambito di vita individuale hanno fatto aumentare il rumore in modo esponenziale. Ora ad esso si va aggiungendo il rumore dei numerosi assistenti personali e dispositivi tecbnologici dotati di parola. Nel 2018 questi dispositivi daranno forma a così grande rumore da trasformarlo in cacofonia.
Si trova in Lifestyle / Tendenze
HomePod la risposta di Apple a Echo Show
L'ultimo evento WWDC di Apple ha confermato molte delle previsioni fatte che prevedevano annunci hardware. Uno di questi prodotti si chiama HomePod e mira a fare della musica di casa quello che l'iPod ha fatto per il consumo di musica in passato. HomePod è anche la risposta ad Amazon e al suo dispositivo Echo Show.
Si trova in Produttori / Apple
Apple WWDC 2017: le novità potrebbero essere hardware
Per la prima volta dal 2013, l'evento WWDC di Apple che inizierà il prossimo 5 giugno potrebbe essere usato per presentare nuove proposte hardware.
Si trova in Produttori / Apple
WWDC Apple 2016
Il WWDC di Apple per gli sviluppatori è un evento con un grande richiamo ma non quello più importunate di Apple nel corso di ogni anno. Ciò che più interessa a Apple è rinnovare la sua gamma di prodotti hardware e attrarre l’attenzione di media, consumatori e sviluppatori. Il WWDC è servito a presentare le novità software, a confermare le strategie di sempre e a farne percepire di nuove come quella che punta ai servizi.
Si trova in Produttori / Apple
Evento Apple WWDC: novità software
Apple spinge sul software e sugli sviluppatori di software, Siri diventa più intelligente e arriva anche sui Mac e sulla Apple TV, pronto il nuovo iOS10 per smartphone e tablet. Queste le novità su cui si è aperta la conferenza annuale di Apple per chi sviluppa.
Si trova in Produttori / Apple
Siri, Cortana, Alexa, Denise, Viv, Jaesa, Tay: tutte belle, sexy e capaci di intimidire!
I dispositivi tecnologici si stanno popolando di presenze strane, entità che si propongono come assistenti personali, badanti in grado di facilitare e fluidificare l’interazione con entità tecnologiche sempre più complesse in forma di software, APP, funzionalità, capacità decisionale e di scelta. Sono quasi sempre entità di genere femminile, dai nomi accattivanti e tranquillizzanti, sexy e suadenti e così simili a esseri umani da intimidire i loro interlocutori o di farli innamorare.
Si trova in Lifestyle
Assistenti personali: maggiordomi intelligenti, servizievoli, sempre più umanizzati e di genere femminile
Dopo assistenti personali sempre più simili a maggiordomi come Echo di Amazon e Home di Google anche Apple starebbe pensando all’introduzione di una versione fisica di Siri. Amazon ha dotato Echo di Alexa come se avesse deciso di puntare ad assistenti personali che vanno oltre la semplice interazione vocale per assumere ruoli sempre più umanizzati. Siri, Cortana, Watson, Alexa, Facebook M e Viv per ora sono semplici nomi associati a dispositivi, domani potrebbero essere entità con cui ci relazioniamo come con esseri umani.
Si trova in Lifestyle
SIRI, ALEXA, ECHO, VIV: il futuro delle interfacce è nella voce
Chi conosce la storia dell’informatica e del computer sa con quanta rapidità essa si sia compiuta e quanto le macchine tecnologiche siano cresciute e diffuse diventando più intelligenti, più potenti e capaci in interagire con gli esseri umani in forme e modalità sempre più tipicamente umane. L’interazione vocale attraverso il linguaggio naturale è stata oggetto per decenni di ricerche e sviluppi finalizzati allo sviluppo di interfacce dotate della stessa capacità umana di comunicare pensieri complessi e capaci di esprimere emozioni. Molti progetti sono falliti ma tutti hanno contribuito alla evoluzione di quella che sarà una prossima grande rivoluzione basata sulla capacità del computer di capire l’umano, il tutto senza bisogno di alcun accessorio o mezzo come una tastiera, un joystick, un mouse o un contatto tattile.
Si trova in Produttori
La rivoluzione delle interfacce prossima ventura
Tutti o quasi tutti conoscono la storia delle prime interfacce grafiche per computer e l’apparizione del mouse. Una storia legata alla Xerox e ai suoi ricercatori che definirono già negli anni 70 ciò che sarebbe poi diventato uno standard e che servì a Steve Jobs per alimentare la sua carica visionaria e portarlo fino alla interfaccia tattile dell’iPhone e dell’iPad. Quella rivoluzione è stata grande ma ancora più radicale sarà quella che porterà a interfacce conversazionali basate sul linguaggio naturale.
Si trova in Lifestyle / Esperienze