Ricerca

281 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
APP generate dall'utente? Attenzione ai rischi!
Secondo gli analisti di Gartner Group le applicazioni generate dall'utente potrebbero rappresentare entro il 2014 circa il 30% di tutte le applicazioni. Una tendenza che è sicuramente sintomo di vitalità e creatività rischia di trasformarsi per le aziende in rischio e/o nella necessità di approntare modelli e procedure ad hoc.
Si trova in APP / Novità APP
App per Splunk disponibili gratuitamente
Consoft Sistemi segnala alcune App per Splunk disponibili gratuitamente per la governance degli ambienti critici.
Si trova in Focus Italia / Segnalazioni dal mercato
Apple attenta alla sicurezza per piattaforme sempre più aziendali
Contro malware e attacchi informatici più o meno pericolosi Apple ha messo in campo nuove iniziative finalizzate a rendere l'ambiente operativo dei sistemi Apple sempre più sicuro. Stando alle informazioni fornite l'ultimo aggiornamento ha regalato agli utenti 39 interventi finalizzati a rendere innocue alcune vulnerabilità riconosciute sia sul sistema operativo che nel modello di rilascio/utilizzo delle applicazioni.
Si trova in Ecosistemi / Ios
Apple e Cisco investono in Italia
La crescita dell’App Store ha aiutato gli sviluppatori in Europa a incassare oltre 10,2 miliardi di euro dalla vendita delle loro app in tutto il mondo. Donde la decisione di Apple di aprire un centro di ricerca in Italia. Cisco mette sul piatto 100 milioni di dollari.
Si trova in Focus Italia / Segnalazioni dal mercato
Apple rilascia un sito web dedicato alla Privacy
L’obiettivo del recente annuncio di Apple è dimostrare la completa conformità alle norme europee sul GDPR ma soprattutto la coerenza dell’impegno assunto sulla privacy degli utenti.
Si trova in Produttori / Apple
Apple, protezione della privacy e vulnerabilità reali: attenzione alle APP!
La narrazione dei media si è defocalizzata sul caso iPhone, con Apple e FBI farla da protagonisti. Mentre la causa intentata dal governo americano procede con esiti difficilmente prevedibili in tempo di campagna elettorale, può essere utile spostare lo sguardo su un aspetto poco considerato. Tutta l’attenzione è stata posta sulla decisione di Apple di rifiutare di fornire i codici per decriptare le informazioni di un iPhone e sulla diatriba che ne è seguita. I cittadini e i consumatori dovrebbero valutare la scelta di Apple come buona ma devono stare attenti a non defocalizzarsi sul vero rischio a cui sono esposti quando usano un dispositivo mobile: le APP!
Si trova in Tecnologia e Impresa / Sicurezza Mobile
Attacchi cybercriminali e reazione di difesa
La tecnologia va veloce, i cybercriminali sanno come trarne vantaggio, soprattutto se le vittime prese di mira al contrario sono lente, nel prevedere, nel reagire e nel difendersi.
Si trova in Tecnologia e Impresa / Sicurezza Mobile
Attacchi DDoS più numerosi ma meno pericolosi
Nel quarto trimestre 2015 Akamai ha contrastato oltre 3.600 attacchi DDoS, più del doppio rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La maggior parte di questi attacchi era creata da botnet a noleggio, basate su siti stresser/booter. Questi attacchi DDoS “in affitto” si basano su tecniche di riflessione per alimentare il traffico ma non sono in grado di generare attacchi massivi.
Si trova in Tecnologia e Impresa / Sicurezza Mobile
Attenzione ai crimini finanziari
Nel 2020, gli autori di cyberminacce a sfondo finanziario potrebbero iniziare a prendere di mira le app per investire, i sistemi di elaborazione dei dati finanziari online e le criptovalute emergenti, oltre a fornire accessi a pagamento alle infrastrutture delle banche e a sviluppare nuovi ceppi di malware per il mobile banking basati sui codici sorgente trapelati.
Si trova in Tecnologia e Impresa / GDPR, Privacy e Sicurezza
Aumentano i furti di dispositivi mobile e il tempo di denuncia
Da un sondaggio Kaspersky Lab, che aveva come protagonisti i professionisti della sicurezza informatica a livello globale, è emerso che il tasso di dispositivi mobile rubati è aumentato, così come il tempo medio per i reparti IT di reagire a questo tipo di minaccia. Probabilmente il furto di uno smartphone o di un tablet viene considerato come un evento comune e non una circostanza insolita che richiede attenzione.
Si trova in Tecnologia e Impresa / Sicurezza Mobile