Ricerca

257 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
Critica della ragione artificiale
BIBLIOGRAFIA TECNOLOGICA - "Quello che caratterizza l’intelligenza artificiale, al di là dei discorsi confusi che le girano intorno e delle sempiterne litanie sulla fine del lavoro, sui vantati progressi della medicina o sull’ottimizzazione ormai quasi totale del funzionamento delle aziende, è l’estensione di una “sistematica”, o scienza della classificazione e delle relazioni, destinata a essere applicata a tutti gli ambiti della vita umana." - Eric Sadin
Si trova in Tecnobibliografia / Filosofia e tecnologia
Critica della ragione informatica (Maldonado Tomás)
Un libro con un titolo presuntuoso che sottolinea, già alla fine degli anni novanta, il bisogno di una critica della tecnologia intesa in senso Kantiano come analisi, esplorazione e ricerca di conclusioni. A finire sotto l'analisi critica dell'autore sono il complesso di argomentazioni, concetti e pseudoargomentazioni usate da molti per raccontare le rivoluzione di Internet e delle telecomunicazioni tecnologiche. La critica serve a far conoscere opinioni diverse e controverse, perplessità e dubbi sulle realtà tenologiche emergenti fornendo spunti per una pratica tecnologica ricca di consapevolezza e senza i rischi di una navigazione alla cieca. A essere analizzata è l'informatica e la sua ragione ma l'esercizio di Maldonado sembra suggerire che lo stesso esercizio si debba allargare anche ad altre realtà, anche soltanto per non mettere a riposo l'intelligenza critica umana.
Si trova in Tecnobibliografia / Recensioni (120+)
Cronache marziane di Roy Bradbury
BIBLIOTECA TECNOLOGICA - Un libro che rimane nell'animo del lettore. U libro capace di emozionare e far riflettere. Un libro ricco di perle, un classico della letteratura di fantascienza, un esercizio di stile da parte di un maestro, una infinità di messaggi che riempiono di significati i molteplici racconti di una colonizzazione di Marte che l'uomo sta sognando ancora oggi.
Si trova in Tecnobibliografia / Fantascienza
Culture Jam. Manuale di resistenza del consumatore globale
BIBLIOTECA TECNOLOGICA - Unendo scritti e opere visive, Lasn invita i cittadini del mondo occidentale, massificato e mercificato, a cambiare rotta. E indica anche il modo concreto per cambiare il mondo attuale: agire sul sistema dell'informazione, sulla gestione delle televisioni e sull'industria dell'alimentazione, della moda, delle auto, della musica e sull'organizzazione del potere. Mettendo in discussione il modello consumistico, gli idoli della pubblicità e dei marchi, questo volume mostra come ciascun individuo possa organizzare una resistenza allo strapotere del capitalismo selvaggio, contribuendo a dare vita a un mondo più giusto e più umano.
Si trova in Tecnobibliografia / Tecnocritica / Autori critici
Cuori allo schermo
BIBLIOTECA TECNOLOGIA - Un libro di Marc Augè per vincere la solitudine dell'uomo digitale. Un libro costruito attarverso un dialogo serrato sui temi cari all'autore collegati a Internet e alla tecnologia. Temi quali il tempo, lo spazio e la soggettività. Gli spazi percorsi dalla logica delle immagini sono quelli della circolazione, del consumo e della comunicazione. Il tempo è percepito in continua accelerazione e ridotto al presente. Infine, al di là dell'individualismo diffuso, l'individuo vive una solitudine filosofica all'interno della crisi relazionale e sociale che caratterizza l'epoca tecnologica moderna.
Si trova in Tecnobibliografia / Social e Cyberbullismo
Cyberbullismo: vittime e carnefici
BIBLIOTECA TECNOLOGICA - Un testo che SoloTablet suggerisce a tutti i genitori Tecnovigili alle prese con ragazzi Tecnorapidi. Due categorie create da SoloTablet per descrivere i protagonisti di un dialogo sempre più ncessario. Per evitare di diventare carnefici e di cadere vittima di altri carnefici.
Si trova in Tecnobibliografia / Social e Cyberbullismo
Cybercultura (Pierre Levy)
Un libro datato ma fondamentale per chi volesse immergersi nella cultura digitale e virtuale che ha accompagnato l'avventura tecnologica degli ultimi anni. Un'avventura che ha visto la trasformazione dell'essenza stessa di cultura verso una "presenza virtuale dell'umanità a se stessa" e una cultura universale nella quale tutti gli umani possono incontrarsi. Una cultura universale che, a differenza di quella dei mondi chiusi con la loro cultura orale e delle società civilizzate caratterizzate dalla comunicazione scritta, è diventata mondiale ma non totalizzante, sempre conflittuale e inegualitaria. Una cultura caratterizzata dalle reti e da interazioni effettive e concrete, nelle quali le comunità virtuali costruiscono e dissolvono in continuazione la loro realtà e totalità nel flusso continuo, simultaneo e sincronizzato del cyberspazio.
Si trova in Tecnobibliografia / Recensioni (120+)
Cyberworld
BIBLIOTECA TECNOLOGICA - Prima di Facebook e di Second Life un grande romanzo cyberpunk italiano intuiva rischi e opportunità del mondo virtuale
Si trova in Tecnobibliografia / Fantascienza
Data Trash (Arthur Kroker)
Un libro scritto a quattro mani con Michael Weinstein completamente in Rete e senza che gli autori si incontrassero per cinque anni (lo ha raccontato Kroker). Un libro chiave, seppure non di semplice lettura, per chi vuole riflettere sull'emergere e la formazione di una nuova classe virtuale di persone e sulle sue conseguenze. Un testo che ha anticipato molti lavori successivi sottolienando, già negli anni 90, il ruolo della Rete nella vita delle persone e come esperienza concreta. Un testo sul suicidio dell'essere umano e sul nichilismo che ha portato alla umiliazione dell'uomo e alla sua riduzione a semplice servo-meccanismo. È l'umiliazione della carne sostituta dai prodotti digitali degli scanner di Realtà Virtuale.
Si trova in Tecnobibliografia / Recensioni (120+)
Death of expertise
BIBLIOTECA DI TECNOLOGIA - Sembra un libro scritto per le elezioni politiche italiane, almeno se ci si fermasse alle narrazioni mediatiche. Il tema è quello della competenza e del fatto che chi crede di averne ritiene anche di vedersi riconosiuto un ruolo superiore rispetto a quello della gente comune. Oggi però ciò non è più ritenuto vero e perchè percepito come espressione di un elitismo che deve essere combattuto (uno vale uno). Secondo Michols al contrario avere tutti gli stessi diritti non signifca che tutti dispongano degli stessi talenti, di uguali capacità e conoscenze. In particolare non tutte le opinioni devono essere ritenute valide allo stesso modo. Nella realtà attuale però sembra che il pensiero dell'autore sia condiviso da una ristretta cerchia di persone. Tutti gli altri, anche quando sono incompetenti e ignoranti, pensano di avere uguai diritti, capacità e conoscenze, senza essere consapevoli del fatto che avere forti opinioni su qualcosa non significa necessariamente conoscere qualcosa.
Si trova in Tecnobibliografia / In lingua inglese