Ricerca

4 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
Facebook, notizie false, Trump e referendum
L'elezione di Trump a presidente degli Stati Uniti ha prodotto un'interessante riflessione sulla verità e sulla crescente difficoltà a distinguerla dalla falsità. Per alcuni il problema è Facebook che fa da veicolo e propagatore di bufale e notizie false. Per altri il problema è filosofico e sociologico, e concerne una società incapace oramai di distinguere tra i fatti e la finzione, tra il vero e il falso. Più che di Facebook, la responsabilità è probabilmente della politica e dei suoi rappresentanti attuali. Chi sta seguendo il dibattito sul referendum costituzionale ne ha una plastica fotografia fatta di immagini mai definite, piene di ombre e chiaroscuri e con personaggi che cambiano faccia ad ogni folata di vento.
Si trova in Blog / Tabulario
Sospesi tra realtà virtuale e visione onirica
Il comune mortale, circondato da novità tecnologiche impensabili solo qualche decennio fa, bombardato da risultati scientifici che rasentano la fantascienza, rischia di cadere in una dimensione onirica dove tutto sembra vero o raggiungibile. E per quanto riguarda il passato, ogni speculazione o ricostruzione storica, per quanto artificiosa, suona plausibile e perfino scontata. Quando superstizione e cinismo si mettono insieme, generano incredulità e mistero; laddove tutto è confutabile, nello stesso tempo diventa risaputo che...
Si trova in Blog / Solo ebook
Tempi moderni: vivere alla fine dei tempi
Brevi riflessioni a partire da un articolo intervista pubblicato su la Repubblica. Ad essere intervistata una filosofa, Myriam Revault d'Allones che ha pubblicato in Francia un libro (La crise sans fin) nel quale si interroga sulla crisi che stiamo vivendo come un sintomo di qualcosa d'altro. Un qualcosa che tocca il nostro modo di vivere completamente immersi nel presente e che ha eliminato il passato (cultura e tradizione) e sta rendendo impossibile ( nella percezione collettiva ) il futuro.
Si trova in Blog / Tabulario
La democraticità del motore di ricerca.
Il motore di ricerca di Google è in grado di soddisfare quasi 70.000 ricerche ogni secondo, miliardi al giorno. Con i suoi algoritmi intelligenti è anche capace di facilitare la ricerca proponendo, mentre si sta scrivendo, la composizione della frase con cui svolgere la ricerca stessa. Il come Google lo fa è però esemplificativo di quanto la Rete sia diventata uno strumento potente per la creazione di realtà e verità, anche quando quelle proposte non lo sono o andrebbero quantomeno falsificate.
Si trova in Lifestyle