Ricerca

4 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
Facebook, Cambridge Analytica e narrazioni mediali
Il caso Cambridge Analytica - facebook è diventato oggetto di innumerevoli narrazioni mediali. Un numero così elevato da far riflettere su un sovraccarico informativo e un surplus cognitivo che potrebbero avere reso ancora più confuso e complicato comprendere di cosa realmente si stia parlando. Soprattutto perchè era già noto da tempo che la trasparenza radicale predicata da Facebook agli utilizzatori dei suoi social network (non bisogna dimenticare che Facebook possiede anche WhatsApp e Instagram) non era altro che un invito alla complicità e alla cessione di dati e informazioni in cambio di servizi e della gratuità della piattaforma. Nel raccontare e riflesstere sul caso Cambridge Analytica - Facebook non è sufficiente fare riferimento alle narrazioni dei media. Bisogna riuscire a fare riflessioni libere, non conformistiche, tecno-critiche e tecno-ciniche insieme. Un modo per continuare a rimanere tecno-conspevoli.
Si trova in Segnalazioni
Come verificare e cancellare i dati personali da Facebook
La narrazione e la speculazione mediatica sugli scandali recenti che hanno interessato Facebook e stanno coinvolgendo anche altre piattaforme social si stanno affivolendo ma rimangono al centro dell'attenzione di molti media tradizionali. E' come se fosse in corso una battaglia tra media digitali e tradizionali con l'obiettivo di incrinare il successo dei primi a favore dei secondi. Nel frattempo la vita sociale online continua come prima e non sembra che lo scandalo Camvridge Analytica abbia coinvolto più di tano gli utenti facebook o provocato danni, se non per gli effetti borsistici, alla società Facebook. Agli utilizzatori dei social si rivolge Datamedia Hub con un articolo finalizzato alla tecno-consapevolezza e che qui segnaliamo come da leggere!
Si trova in Segnalazioni
Usare e sopravvivere a Facebook
Mentre i media tradizionali continuano a occuparsi di Facebook e dei social media, più interessati al mercato pubblicitario che alla privacy degli utenti, gli abitanti della parte abitata della Rete sembrano avere fatto la loro scelta. Hanno in grande maggioranza deciso di non abbandonare Facebook, Twitter, Instagram e gli altri social network che frequentano. Al termine dello scandalo Cambridge Analytica Facebook avrà ancor più utenti, continuerà a usare i dati delle persone e a fare guadagni con gli inserzionisti.
Si trova in Lifestyle
Facebook e scandalo Cambridge Analytica: cosa c'è da meravigliarsi?
Lo scandalo Cambridge Analytica che sta riempiendo le prime pagine di molti media e giornali sembra la scoperta dell'acqua calda. Per sapere che fine facciano dati e informazioni pubblicati su piattaforme sociali come Facebook non c'era certamente il bisogno di aspettare le rivelazioni di un tecnico pentito o l'esplodere mediatico di uno scandalo.
Si trova in Lifestyle