Ricerca

19 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
10 Applicazioni per il tuo cervello
Il cervello e la mente sono diventate parole di moda e molto popolari. Lo sono per la ricerca neuro-scientifica, alla ricerca di una spiegazione della coscienza e della nostra esperienza soggettiva. Lo sono per la vita quotidiana di tutti i giorni perché presentano sollecitazioni e nuove opportunità tendenti a migliorare e a ormare il cervello ma anche a dare forma a nuovi umanesimi New Age.
Si trova in APP / Novità APP
La scienza e noi
Il Big Data e l'ombra inquietante del grande fratello. Segnaliamo un video dell'incontro organizzato da Brainforum nell'ambito della iniziativa La scienza e noi dedicata ad una riflessione su come le ricerche scientifiche più innovative cambieranno il nostro modo di vivere e percepire il mondo. L'iniziativa coinvolge sei relatori di grande rilievo nazionale e internazionale per raccontare le ricerche più all’avanguardia e come trasformeranno il quotidiano di ognuno. La finalità è di trasmettere al pubblico l’emozione e la bellezza della scienza.
Si trova in Tecnobibliografia
Senza memoria non c’è conoscenza
La percezione di molti è che si stia dedicando poca attenzione ai segnali di allarme, emergenti in modo più meno conscio e consapevole, sugli effetti della tecnologia. Uno di questi segnali nasce dal presentismo corrente che induce a vivere dentro un presente continuo in cui è scomparso il passato e si è liquefatto il futuro. Per alcuni un segnale d'allarme a cui si presta scarsissima attenzione è la sparizione della memoria collettiva, accompagnata da una crescente ignoranza della storia. L'articolo di Maurizio Chatel qui pubblicato, il cui titolo è "Intelligenza e memoria: da Giordano Bruno a Umberto Eco (passando per Marvin Minsky)", contiene una riflessione approfondita e originale che non dovrebbe dispiacere a coloro che percepiscono i segnali di allarme emergenti e che ad essi vogliono prestare attenzione per comprenderli, anche nella prospettiva tutta umana, di andare oltre verso nuovi scenari futuri. Sicuramente molto tecnologici!
Si trova in Blog / Filosofia e tecnologia
Crisi, depressione, malessere e fuga dalla realtà a causa del multitasking!
L’infelicità diffusa a causa di una crisi senza fine induce ansia e depressione e, fortunatamente solo in alcuni, rabbia e reazioni violente. Molti cercano la fuga nei mondi paralleli e virtuali accessibili tramite iPad, phablet e smartphone. Nel farlo ci guadagnano maggiore ansia, depressione e infelicità e sonni disturbati!
Si trova in Blog / Tabulario
Mente, cervello e tecnologia
Il 15/16 di marzo si è tenuta a Milano la quarta edizione del Brainforum, un evento che ha riunito alcune delle eccellenze italiane nel campo delle neuroscienze. Con una formula innovativa 50 scienziati si sono alternati sul palcoscenico alternando presentazioni, lezioni magistrali e dibattiti ma anche relazioni scientifiche, spettacoli teatrali e film. Molto materiale è online e ne consigliamo la visione. Il tema di fondo è la neuroscienza ma si parla molto anche di tecnologia.
Si trova in Blog / Tabulario
Tutte le APP per allenare il cervello o...quello che ne è rimasto!
La letteratura su cervello e mente ha invaso gli scaffali delle librerie per arrivare ai supermercati. Grazie a numerosi ed abili divulgatori le discipline neuroscientifiche sono diventate oggetto di interesse e motivo di lettura da parte di un pubblico sempre più vasto. Le nuove conoscenze aprono nuove frontiere e nuove opportunità per migliorare la nostra memoria, intelligenza, modo di pensare, apprendimento ecc. Ora anche con delle semplici....APP.
Si trova in Blog / A scuola con il tablet
Intelligenza artificiale: DeepMind e Google
Nessuno sembra oggi credere alla prossima esistenza di superintelligenze o intelligenze artificiali generali paragonabili a quelle umane. Molte narrazioni mediatiche al contrario le presentano come già in mezzo a noi. Numerose startup e I big tecnologici ci stanno comunque lavorando!
Si trova in Tecnologia e Impresa
Lo smartphone rende stupidi?
Qualcuno si è dato una risposta positiva dalla sua apparizione, altri dopo aver visto come e quanti i nativi digitali ne siano dipendenti, pochi sono disponibili ad ammetterlo visto che è sempre con loro. Uno studio dell’Università di Waterloo ha evidenziato come molti utilizzatori di smartphone lo usino per una ricerca web, prima ancora di porre la stessa domanda al loro cervello.
Si trova in Lifestyle / Smartphone
Dal Golem ad AlphaGo
C’è un’intera corrente di pensiero – grosso modo ispirata ai modelli computazionali della mente - la quale ritiene che, sì, è possibile che robot e computer possano avere una mente per la buona ragione che la mente non è vincolata al supporto materiale: sia un’anima che un software per computer hanno un rapporto accidentale con il corpo in cui si trovano. E ciò stabilisce una singolarissima alleanza fra i vecchi dualisti che credono nell’esistenza dell’anima immateriale e i contemporanei cognitivisti che pensano che la mente sia un software per computer.
Si trova in Blog / Biblioteca Filosofica
Differenza tra pericolo e rovina durante una pandemia
Processi ergodici, network ed assembramenti L’attuale situazione di pandemia ha messo in luce alcuni limiti del nostro cervello nel decodificare particolari situazioni, alcune forme di “cecità” nel valutare gli eventi ed il contesto nel quale si svolgono.
Si trova in Blog / Parlando di Coronavirus e dei suoi effetti