Ricerca

23 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
Alla fonte delle parole
OLTREPASSARE CON UN LIBRO - Nell'antichità ma forse ancora oggi si pensa che ci sia una coincidenza perfetta tra significante e significato, tra parola e realtà. Senza il significante cane, il cane non esisterebbe. Il nome non è casuale, chi non sa che un cane è un cane? Che i greci pensassero questo forse è comprensibile ma cosa dire dei giorni nostri, pieni di post-verità, false verità, verità alternative, ecc.? Oggi è cambiata la lingua, sono cambiati i mezzi di comunicazione, si è dentro flussi continui di parole ma forse abbiamo difficoltà a comprendere che prima di usarle dovremmo prima capirle. Soprattutto quelle che ci bruciano dentro, che ci creano emozioni, reazioni, dubbi, ecc. Con OLTREPASSARE stiamo contribuendo a favorire una maggiore consapevolezza di sè stessi, attraverso una maggiore e migliore comprensione delle parole. Non basta scoprire l'etimologia, bisogna provare andare a fondo dei significati delle parole e scoprirne i loro significati e sensi nascosti.
Si trova in Immagini / I Caffè Filosofici di OLTREPASSARE
Consolazioni
OLTREPASSARE CON UN LIBRO - David Whyte, poeta e saggista, nel suo libro, rilegge aspetti cardine della nostra esistenza. Che nell’anno della pandemia acquistano significati nuovi
Si trova in Immagini / I Caffè Filosofici di OLTREPASSARE
Femminili singolari. Il femminismo è nelle parole
OLTREPASSARE CON UN LIBRO - L'autrice Vera Gheno, sociolinguista specializzata in comunicazione mediata dal computer, in questo libro smonta le convinzioni linguistiche della comunità italiana, rintracciandone l’inclinazione irrimediabilmente maschilista. Lo fa a partire dalle sue esperienze personali, abitando le piattaforme tecnologiche e di lavoro con l’Accademia della Crusca. Con ironia la Gheno suggerisce di operare per una rideterminazione del femminile a partire dalle parole che lo contengono e lo raccontano e da un uso consapevole delle stesse.
Si trova in Immagini / I Caffè Filosofici di OLTREPASSARE
I Caffè filosofici di OLTREPASSARE
Dal mese di Maggio, OLTREPASSARE organizzerà dei caffè filosofici online in cui poter riflettere insieme sulle singole parole, sia quelle“oltrepassate”, grazie ai contributi arrivati, che su altre che arriveranno. Gli incontri avverranno tramite link che permetteranno di accedere alla piattaforma digitale Zoom, e saranno poi registrate e caricate sul canale youtube di Oltrepassare.
Si trova in Immagini / I Caffè Filosofici di OLTREPASSARE
Il libro delle parole altrimenti smarrite
OLTREPASSARE CON UN LIBRO - Ci sono parole che, con il mutare continuo della lingua, smettono di essere usate, svaniscono nel dimenticatoio della storia e dell'uso quotidiano. Parole smarite che però non smettono di essere attuali, anzi alcune rappresentano un tesoro nascosto su cui poter contare. Alcune di queste parole mostrano come situazioni, vizi e virtù umani rimangano sempre gli stessi, anche se le parole cambiano. Parole smarrite però hanno una carica descrittiva, semantica ed etimologica potente, una capacità particolare nel descrivere in modo minuzioso atteggiamenti, pregi e difetti inestirpabili, nonostante lo scorrere del tempo. Parole come scopamestieri (precariato di una volta), ventisettaio (giorno di paga), e molte altre. Sarebbe interessante se anche in OLTREPASSARE qualcuno adottasse le parole smarrite per ricordarne la validità attuale e farle risorgere.
Si trova in Immagini / I Caffè Filosofici di OLTREPASSARE
Il rumore delle parole
OLTREPASSARE CON UN LIBRO - «Parole, soltanto parole, faticosamente ripetute e combinate per metterle in ordine. È tempo invece che si ritorni ai bisogni dell’uomo, a un’essenzialità che riporti al senso del quotidiano.» Il ritorno, raccontato dall'autore, passa anche attraverso un lavoro fatto in solitaria e al computer, fatto di riflessioni su alcune parole che hanno riempito la sua esistenza. Parole come democrazia, assurdità, bellezza e vecchiaia. Quattro parole sulle quali nascono quattro lezioni virtuali, buttate in Internet alla ricerca di qualcuno disposto ad ascoltarlo. E ciò che succede sorprende il protagonista anziano del libro di Andreoli che con un certo stupore scopre che il suo pubblico cresce lezione dopo lezione. Si rende conto di avere di nuovo una voce. Sa di essere fragile, ma è proprio la sua fragilità a renderlo più umano. Un libro, questo di Andreoli, che calza a pennello con OLTREPASSARE, una iniziativa finalizzata a far rumore sulle parole che contano e farlo facendo emergere e costruendo un NOI salvifico che ci possa salvare.
Si trova in Immagini / I Caffè Filosofici di OLTREPASSARE
Il valore delle parole
OLTREPASSARE CON UN LIBRO - Un saggio vero e proprio, breve, ambizioso e complesso perchè centrato sull'impostazione interpretativa e metodologica della semantica di Tullio De Mauro. L'utore della semantica definisce il quadro teorico e terminologico, utile a chi vuole studiare il significato delle parole e vuole andare oltre lo spazio delle linguistica per entrare in ambiti diversi quali le neuroscienze e le intelligenze artificiali. In Capire le parole, del 1994, De Mauro affronta il tema dell’asimmetria fra “parlare” e “capire”. Un messaggio ante litteram valido per i tempi moderni. Tempi nei quali si parla e si scrive moltissimo ma forse senza comprendere, capire e apprendere altrettanto. Con OLTREPASSARE l'invito è alla lentezza, alla rinuncia alla velocità del linguaggio con l'obiettivo di capire meglio il significato delle parole, e di re-imparare ad ascoltare.
Si trova in Immagini / I Caffè Filosofici di OLTREPASSARE
La danza della parola
OLTREPASSARE CON UN LIBRO - Il sottotitolo del libro spiega l'obiettivo dell'autore. L'ironia è un'arma civile per combattere schemi e dogmatismi. Anche se non tutto è meritevole di ironia, oggi di ironia e di pensiero ironico ne abbiamo tutti un gran bisogno. Soprattutto per uscire dall'ambiguità delle parole e dal conformismo della comunicazione, dagli schematismi e dai mezzi di comunicazione a cui ci siamo servilmente adeguati. Danzare la parola, anche praticando l'ironia, è come OLTREPASSARE con l'intenzione di relativizzare le convinzioni solidificate nella nostra testa per cercare di vedere con maggiore equilibrio e saggezza. Un modo per farlo è lavorare sulle parole, sui loro significati, sensi, mancanza di neutralità. Un modo per non dare per scontate parole e gesti, convinzioni e opinioni e per guardare anche , con ironia, ai propri pregiudizi, abitudini e comportamenti.
Si trova in Immagini / I Caffè Filosofici di OLTREPASSARE
La manomissione delle parole
OLTREPASSARE CON UN LIBRO - “La manomissione delle parole” non è un romanzo e non è nemmeno un saggio. 
“È stato un gioco. Un gioco personalissimo e, in qualche misura, inevitabilmente arbitrario, di cui parte essenziale sono stati i libri degli altri. Ho giocato a smontare e rimontare le parole come certi bambini fanno con i giocattoli. Con lo stesso spirito: per vedere cosa c’è dentro, per capire come funzionano, per sperimentarne usi diversi. Senza seguire le istruzioni.” Un po' quello che tentiamo di fare con OLTREPASSARE.
Si trova in Immagini / I Caffè Filosofici di OLTREPASSARE
Le parole che allungano la vita
OLTREPASSARE CON UN LIBRO - Pensare significa Oltrepassare. Il pensiero, il il lógos, è la differenza fondamentale tra l’uomo e la bestia. Grazie al pensiero all'uomo è permesso di vivere e non solo di stare al mondo. Grazie al pensiero si può continuare a essere di questo mondo anche quando si è trapassati ad altra vita. Vivere in fondo non è che che vagare, viaggiare, oltrepassare attraverso i pensieri. L'iniziativa OLTREPASSARE nasce da questo: l'importanza del pensiero, il primato della parola e la necessità di tenerla viva, tirandola fuori dalla palude (melma in alcuni casi) nella quale è precipitata nel linguaggio superficiale, violento e imbarbarito dei tempi presenti. Tempi che stanno trattenendo il nostro sguardo su un presente continua impedendoci di guardare, di traguardare orizzonti verso nuovi scenari, e soprattutto di non vedere il futuro che arriva per andargli incontro.
Si trova in Immagini / I Caffè Filosofici di OLTREPASSARE