Ricerca

212 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
Che cosa sognano gli algoritmi (Cardon Dominique)
Il libro affronta un tema attuale e cruciale, la pervasività crescente degli algoritmi e la loro natura sempre più politica ed economica. Da meccanismi pensati per facilitare la vita degli spazi online sono diventati strumenti potenti per raccogliere informazioni, influenzare comportamenti, opinioni, giudizi e decisioni. Il tema trattato da Cardon non è nuovo ma è affrontato allo scopo di invitare tutti a riflettere, non tanto sull'uso privatistico che viene fatto degli algoritmi ma su quello politico, fondato sulla capacità di soddisfare i bisogni dell'utente senza apparenti censure o discriminazioni allo scopo di catturarne la complicità e la partecipazione e dare forma a vere e proprie volontà e pratiche collettive. La mutazione antropologica e sociale causata dagli algoritmi porta l'autore a una visione, non necessariamente condivisibile, che può essere il punto di partenza per approfondimenti futuri e soprattutto di maggiore consapevolezza individuale. Bisogna però leggere il libro per acquisirla!
Si trova in Tecnobibliografia / Recensioni (120+)
Che cosa sognano gli algoritmi
BIBLIOTECA TECNOLOGICA - Il libro di Dominique Cardon recentemente pubblicato dal titolo Che cosa sognano gli algoritmi: le nostre vite al tempo dei big data, si aggiunge alla crescente letteratura su un argomento chiave della evoluzione attuale delle macchine. E' una evoluzione che si collega a quella della intelligenza rtificiale ma ha assunto forme diverse perchè non ha bisogno di un unico centro di elaborazione ma si nutre di miliardi di dati foniti dagli stess utenti e usati dagli algoritmi per costruire e determinare le loro vite.
Si trova in Tecnobibliografia / Il potere degli algoritmi
Cittadini ai tempi di Internet
BIBLIOTECA TECNOLOGICA - Un testo che permette di comprendere meglio l'impatto di Internet e delle tecnologie digitali sulla vita di tutti i gironi e in tutti gli ambiti di vita dei cittadini. Tante idee e analisi, non tutte condivisibili ma utili a riflettere su come le tecnologie stiano cambiando tutto, anche nel meracto del lavoro. Evidenti i benefici e i vantaggi ma anche gli effetti e le conseguenze.
Si trova in Tecnobibliografia / Tecnocritica
Cluetrain manifesto (Levine Rick )
A distanza di quindici anni il Manifesto scritto da quattro delle voci più vovaci del Web del tempo, continua a mantenere la sua forza seminale e attrattiva per le numerose idee, provocazioni e visioni che hanno sfidato in modo irriverente molti degli approcci del tempo cambiando per sempre il modo di guardare all'economia dell'era digitale e al ruolo in essa giocato dalle persone, dalle loro connessioni e conversazioni. Per capire la portata del testo è sufficiente osservare la socialità attuale dei social network ma anche come è cambiata la comunicazione digitale e il ruolo delle nuove tecnologie nelle aziende.
Si trova in Tecnobibliografia / Recensioni (120+)
Come disintossicarti dal tuo cellulare. Programma detox in 4 settimane
BIBLIOTECA TECNOLOGICA - La nostra epoca è caratterizzata da diverse tipologie di dipendenze, molte di queste sono tecnologiche. Non tutti ne sentono ancora il bisogno ma tutti possono sperimentare un percorso di disintossicazione, utilizzando approcci e strumenti adeguati per farlo. Se ogni giorno un utente tecnologico medio attiva il display dello schermo del suo dispositivo almeno 150 volte al giorno significa che il viaggio verso una qualche forma di disintossicazione non è più solo ipotizzabile ma una necessità. Catherine price con il suo libro offre alcuni utili suggerimenti per intraprendere questo viaggio. Un viaggio che in quattro settimane dovrebbe permettere di usare diversamente il dispositivo o quantomeno di diventare maggiormente tecno-consapevole.
Si trova in Tecnobibliografia / Social e Cyberbullismo
Come pesci nella rete di Alessandro Curioni
Il merito di questi libriccino è di spiegare in modo chiaro e in termini didattici e didascalici che in Rete non bisogna mai fidarsi, quasi neppure di colleghi ed amici. Racconta come il mondo digitale sia diventato così complesso dall'essere inconoscibile e soprattutto pieno di rischi per tutti, compresi i professionisti, i manager d'azienda, le organizzazioni e le aziende. Alcuni racconti e il modo con cui sono raccontati inducono all'ironia a al sorriso ma favoriscono quella riflessione che sembra essere assente in molte delle pratiche online. Il messaggio finale del libro è di non pensare mai che non possa toccare anche a noi o che alcune cosa succedano solo nei film!
Si trova in Tecnobibliografia / Recensioni (120+)
Come sopravvivere al futuro (Postman Neil)
Un libro datato ma sempre molto attuale. Offre un viaggio retrospettivo nell'illumismo e nel Rinascimento alla ricerca delle nostre origini e modelli interpretativi del presente. Vi si parla di progreso, tecnologia, lingua, informazione, narrazione, infanzia, democrazia e istruzione. Un libro ricco di citazioni, aforismi e metafore per ricordare a tutti quanto il passato possa essere importante per evitare gli errori compiuti e per scoprire quanto ci sia del passato in ogni novità o visione del futuro.
Si trova in Tecnobibliografia / Recensioni (120+)
Computer virus
BIBLIOTECA TECNOLOGICA - Cosa accade quando un virus informatico prende il controllo non solo del vostro computer, ma dell'intera casa?
Si trova in Tecnobibliografia / Fantascienza
Comunicare Human to Human
Un testo che approfondisce i cambiamenti della comunicazione attuale e analizza tutti i canali più utili per le aziende dal punto di vista della comunicazione human to human e del purpose marketing. Il messaggio del libro è che, per la comunicazione aziendale, sia arrivato il tempo di riscoprire il valore del brand come attore di significato e di relazione con la sua comunità, virtuale e reale.
Si trova in Tecnobibliografia
Confessioni di un eretico high-tech (Stoll Clifford)
Un testo tecno-critico per non dire tecnofobo. Inutile il suo acquisto cartaceo. Molti contenuti sono datati e altrettante previsioni sbagliate. Utile per le numerose sollecitazioni che non hanno perso di validità relative agli effetti e alle conseguenze della tecnologia sulle persone e in particolare su quelle più giovani.
Si trova in Tecnobibliografia / Recensioni (120+)