Ricerca

27 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
🌗🌘🌑🌒 Non ci sono scappatoie
Foto di un viaggio in Kamchatka usate per commentare una riflessione sul bisogno di un sano realismo. La lettura può essere stimolante, le immagini spettacolari e uniche. Un modo per suggerire cosa fare appena il confinamento sarà terminato: mettersi in viaggio, viaggiare, abitare altri mondi, non più solo con la mente ma poggiando i nostri piedi per terra, su altri suoli e in compagnia di altre persone! In bocca al lupo per i viaggi futuri!
Si trova in Blog / Tabulario
🌗🌘🌒 Rabbia in crescendo!
Rabbia: impossibile non percepirne l’emergenza. Non se ne parla e non trova ancora espressione evidente ma è impossibile non coglierla nella sua formazione ed emergenza. Parliamo di rabbia come effetto di paure psichiche e difficoltà materiali, come reazione, potenzialmente anche sana e utile, alla situazione corrente. Sulla rabbia ho provato a scrivere una riflessione, forse utile nella fase di negoziazione che sperimentiamo con noi stessi ogni qualvolta dobbiamo superare uno shock.
Si trova in Blog / Tabulario
Crisi persistente e cambiamenti nei comportamenti dei consumatori
Per molti consumatori la crisi non è finita anzi prevale la percezione di una sua lunga durata. Continua a persistere la preoccupazione sulla volatilità del lavoro, sulla mancanza di risorse e sulla possibilità di ricadute varie determinate da scelte politiche o dal mercato finanziario. Percezioni e esperienze reali portano il consumatore a spostare nel tempo gli acquisti e ad andare alla ricerca di sconti e opportunità. A raccontarlo è una indagine di McKinsey&Company che ha intervistato 22000 consumatori evidenziando l’emergere di nuovi comportamenti e stili di vita.
Si trova in Lifestyle / Comportamenti
Crisi: uno sguardo indietro per andare avanti
SoloTablet non si occupa solo di tecnologia e/o di dispositivi Mobili. E' una finestra sul mondo e dal mondo riceve immagini e sollecitazioni a raccontare la realtà. Una realtà che non è fatta solo di un mercato di gadget tecnologici in crescita costante ma anche di molte persone che, a causa della crisi in atto, questi gadget non possono permettersi. Il Prof Giovanni Villani ci ha regalato nel suo Blog appena iniziato una analisi della crisi fornendo alcune riflessioni utili per guardare al futuro e andare avanti.
Si trova in Lifestyle / Esperienze
Uno shopping natalizio governato da cautela, pragmaticità e intelligenza.
La cautela è riferita allo spendere in modo contenuto perché la crisi non è ancora terminata. La pragmaticità alla scelta del tipo di regalo in base alla sua immediata utilità. L’intelligenza è usata per ricercare e scegliere il prodotto con il miglior rapporto prezzo-prestazioni. Su tutto la priorità va ai bisogni primari, a seguire tutti quelli secondari e voluttuari.
Si trova in Lifestyle / Consumi
🐞 🐞 Da smart city a smart land
Segnaliamo una intervista al sociologo Aldo Bonomi (fondatore di Aaster) sui tempi del contagio e sui cambiamenti che ha determinato. Una intervista ricca di spunti per una riflessione ampia che vada oltre la pandemia sanitaria e utile per approfondire un periodo di crisi dentro una crisi più grande e che obbliga tutti a fare i conti con modelli, approcci, modi di lavorare, studiare e vivere diventati all'improvviso obsoleti.
Si trova in Tecnobibliografia
🌗🌘🌑🌒 Ma di cosa parliamo?
L’Italia non cambia mai. Lo si nota analizzando la narrazione mediale prevalente. Una narrazione artificiale, poco responsabile, che non aiuta ad affrontare il periodo che tutti gli italiani stanno vivendo. L’ultimo evento che testimonia artificialità, irresponsabilità e voglia che non cambi nulla è come è stata accolta l’esternazione di un ex presidente del consiglio in sofferenza per non essere amato dagli italiani. Ho provato a tradurre alcuni pensieri in riflessioni scritte. Chissà che non siano condivisi da altri!
Si trova in Blog / Tabulario
🌗🌘🌑🌒 -8 e poi tutto sarà come prima, forse no!
Secondo Natalia Aspesi tutto tornerà come prima, ma con più cattiveria. E la colpa non sarà del coronavirus. E’ ciò che non vorrei pensare ma che mi ritrovo a fare. Il motivo è che non vivo l’emergenza Covid-19 come una guerra o un cigno nero ma come una manifestazione di una crisi più ampia nella quale ci troviamo da molto tempo. Una crisi che ipocritamente neghiamo e conformisticamente raccontiamo, alimentando false verità e narrazioni ma soprattutto giustificando la nostra inazione e pigrizia.
Si trova in Blog / Tabulario
🙈🙈🙊 Collasso
Questa riflessione nasce dall’osservare quanti in questi giorni stanno dando il meglio di sé per superare la crisi in atto. Dentro Linkedin molti lo stanno facendo cercando di proporre in modo creativo e propositivo sé stessi, prodotti e servizi, marchi, ecc. con altri mezzi e strumenti. Alcuni, forse impropriamente ma giustamente, usano la piattaforma per condividere la loro visione politica della situazione italiana o la loro visione del mondo. Per agire dentro questa crisi servono entrambi gli approcci. Non si esce dalla crisi in modo semplicemente economicista ma anche strategico, con scelte radicali, capaci di cambiare paradigmi e dare forma a nuovi modelli e visioni.
Si trova in Blog / Tabulario
Capitani in mari procellosi
E’ in tempi di crisi che si vede la tempra e il carattere delle persone. In mare così come al comando di un dipartimento IT o di una azienda che deve affrontare la riduzione dei budget e la crisi di mercato della propria azienda. Anticipare il peggio e governare l’onda (la crisi) è possibile.
Si trova in Tecnologia e Impresa / Ambiti di applicazione e Strategie