Ricerca

15 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
Psicologia, APP e ricerche sui processi cognitivi
I dispositivi mobili con le loro applicazioni diventano strumenti utili per test psicologici legati ai processi cognitivi. Una App per iPhone, iDichotic, viene ora usata per studiare l’ascolto dicotico, uno studio da tempo praticato solo nei laboratori e che ora può sfruttare le tecnologie mobili per coinvolgere un pubblico allargato e statisticamente più importante.
Si trova in APP / Novità APP
Cogito, una APP sensibile allo stress psicologico
Dopo le APP per il benessere fisico e il fitness, ora con Cogito è possibile intervenire anche sullo stress psicologico personale. Una nuova APP che permette di monitorare per tempo i segnali dello stress aiutando a prevenirne gli effetti negativi.
Si trova in APP / Novità APP
Tutti alla ricerca del Flow, senza il quale la felicità è una chimera!
Approfitto di questa finestra online per condividere con chi frequenta SoloTablet alcune riflessioni tratte dalla ricerca psicologica. Nella situazione di crisi attuale probabilmente molti focalizzano le loro risorse per alleviare il disagnio e curare le patologie indotte dallo stare male. L'approccio è forse necessario ma non sufficiente. La soluzione sta piuttosto nella capacità di sviluppare e potenziare le proprie capacità e performance. Per farlo bisogna sperimentare e comprendere quello che in psicologia si chiama FLOW, una esperienza di concentrazione che porta al benessere.
Si trova in Segnalazioni
Adolescenti in cerca di benessere online
Senza una connessione alla rete, senza un profilo Facebook o WhatsApp e senza uno smartphone l’adolescente moderno si sente un alieno alla ricerca di felicità. Connesso a Internet con il suo dispositivo mobile e impegnato a ‘messaggiare’ lo stesso adolescente sente di stare bene e non si preoccupa di essere un alieno online!
Si trova in Blog / TECNORAPIDI e TECNOVIGILI
Darsi tempo, non volere tutto e subito sembra diventato impossibile.
Intervista di SoloTablet con la psicologa Giulia Checcucci - "Credo che sarebbe utile mettere in luce come si stia viaggiando troppo velocemente, senza fermarsi a guardare chi si ha intorno, troppo presi a fotografare cibi, eventi o persone da postare su Facebook o Twitter o Istagram! In questo senso credo che sarebbe davvero utile una riflessione a livello generale, non solo di psicologi e scienziati ma anche di famiglie, educatori, insegnanti perché è da loro che occorre iniziare a mettere in luce quanto sia importante dare nuovi modi di interagire con le tecnologie, imparando a scegliere e darsi tempi in cui usarle e tempi in cui fare altro e in altro modo."
Si trova in Blog / Psicologia e tecnologia
Lo sviluppo del Sé nella generazione virtuale: potenzialità e limiti
Gli adulti, come genitori e figure di accudimento in genere (includendo anche gli educatori) sono chiamati al loro ruolo di guida. Non solo dal punto di vista quantitativo, peraltro necessario, di regimentare e regolamentare l’uso delle tecnologie (non è stato qui sollevato il tema del rischio derivante dall’inquinamento elettromagnetico), ma soprattutto da quello qualitativo. Guida significa accompagnare in esperienze e non semplicemente vigilare. Purtroppo la capacità adulta di guida è oggi minata da innumerevoli incertezze e dubbi che colludono con la funzione spesso utilizzata delle tecnologie come babysitter.
Si trova in Blog / Psicologia e tecnologia
Tecnologia: educazione e consapevolezza, fin dalla più tenera età
La trasformazione – tecnologica e non – in atto obbliga tutti, giovani e adulti a mettersi in discussione, a concepire nuovi modelli mentali e d’azione più flessibili e adattabili rispetto al passato. Penso che le tecnologie siano semplici strumenti nelle nostre mani in grado, se sfruttati positivamente e consapevolmente, di ridurre moltissime problematiche migliorando concretamente la vita delle persone.
Si trova in Blog / Psicologia e tecnologia
Non siamo più in grado di sopportare la solitudine e l’attesa
Ritengo che un punto fondamentale nel comprendere gli effetti della tecnologia sull’essere umano è che stiamo scegliendo di creare un mondo in cui la tecnologia ci semplifica la vita enormemente, offrendoci soluzioni veloci e accurate sempre. Questo ci evita la frustrazione che invece è un elemento del processo di apprendimento. Quindi credo che stiamo rischiando di trasformare la tecnologia in una nuova religione perchè ci risolve un sacco di problemi, dimenticandoci però che in questo modo rischiamo di perdere la nostra capacità di risolvere i problemi che la vita ci pone davanti.
Si trova in Blog / Psicologia e tecnologia
Nuove tecnologie e nuove umanità ibridate tecnologicamente
Comprendere le implicazioni delle tecnoscienze non è più compito di studiosi o antropologi della tecnologia e della scienza ma di tutti. I primi possono concorrere alla maggiore conoscenza attraverso contributi e metodologie analitiche per descrivere in che modo e quanto le pratiche tecnologiche odierne intercettino e condizionino scelte, stili di vita, pratiche individuali e sociali e comportamenti delle persone. I secondi, spesso inconsapevoli della volontà di potenza della tecnologia sono chiamati a interrogarsi criticamente sul ruolo e sugli effetti della tecnologia sulla loro vita di consumatori, di cittadini e di persone.
Si trova in Focus Italia / I protagonisti si raccontano
Il cyberspazio è uno spazio divertente, specchio della nostra società
Penso che i nuovi media offrano delle nuove possibilità critiche per la crescita personale, per lo sviluppo dei sensi personali di padronanza, per formare nuovi tipi di relazioni e per comunicare con gli amici e la famiglia in tutto il mondo, nell’immediato, persino nei mondi intimi, oltre che dare la possibilità di effettuare ricerche con sete di cultura di qualsiasi tipo, in modo facile e immediato.
Si trova in Blog / Psicologia e tecnologia