Connected

01 Gennaio 2017 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share

Il libro di Carlo Mazzucchelli 100 libri per una lettura critica della tecnologia è pubblicato nella collana Technovisions di Delos Digital


Christakis Nicholas, James Fowler - Connected

 

Scheda libro

Titolo intero: Connected

Titolo originale: Connected - The surprising power of social networks

Genere: Scienze sociali

Listino: 7,50 (formato EPUB)

Editore: HarperPress

Collana:

Pagine: 358

Data uscita: 04/02/2010

Valutazione **

Commento

Ricco di stimoli e informazioni sulle nuove esperienze umane comunitarie delle reti sociali. Un libro ricco di esempi e storie, che può anche cambiare il modo di guardare al mondo e alla realtà fornendo conoscenze utili a comprendere il comportamento degli individui, la forza delle relazioni che caratterizzano le reti sociali e le forze delle nuove piattaforme tecnologiche che stanno dando forma alla realtà. Obiettivo di Christakis e del co-autore Fowler è dimostrare quanto sia errata la convinzione che gli individui siano nel pieno controllo del loro destino. La realtà è più complessa e interconnessa. Una realtà nella quale gli individui sono semplici cellule di un sistema nervoso/neuronale che le comprende.

Autori

Nicholas Chistakis è uno scienziato e un professore della Harvard University impegnato in ricerche e studi in ambito medico, bio-sociale e sociologico. Dirige il laboratorio Human Nature Lab alla Yale University e co-direttore dello Yale Instutute for Network Science.

 

James Fowler è professore all'Università della California in San Diego con incarichi di ricerca e di studio in ambito medico e sociologico. Il suo ambito principale di studio sta nella intersezione tra scienze naturali e sociali con una attenzione particolare rivolta al fenomeno delle reti sociali, dei comportamenti umani, della genetica, dei Big Data e della politica. Rientra nella lista dei cento grandi pensatori americani stilata dal Foreign Policy ed è considerato una delle pesone più innovative d'America.

 

 

"Social networks are intricate things of beauty. They are so elaborate and so complex, and so ubiquitous in fact, that one has to wonder what purpose they serve. Why are we embedded in them? How do tehy form? How do they work? How do they affect us? [...] we beleive that our connections to other people mattaer most, and that by linking the study of individuals to teh study og groupps, the science of social networks can ecplain a lot about human experience."

 

 

Il libro racconta innumerevoli scoperte matematiche, genetiche, psicologiche e sociologiche utili alla comprensione e alla narrazione del fenomeno delle reti sociali e delle piattaforme di social networking che le hanno rese evidenti negli spazi digitali del Web. Scoperte e ricerche condotte o riferite dai due autori indicano quanto sia grande l'illusione di essere protagonisti del proprio fato e quanto sia al contrario influente il parere degli altri e il ruolo che le reti di relazione nelle quali siamo immersi hanno sui nostri comportamenti, scelte e decisioni. Gli esempi riportati nel libro indicano come il destino o le azioni delle persone, partecipanti a una rete sociale online, possano essere determinate anche da persone che non si conoscono così come il disporre di connessioni e relazioni amicali felici può essere più importante di un guadagno economico. Le connessioni di ognuno, gli amici, gli amici degli amici hanno un potere immenso e possono influenzare qualsiasi cosa facciamo così come essere influenzati da quello che facciamo noi.

CONSIGLIATO PER TE:

Release 2.0

È in questo contesto che i due autori, con un linguaggio comprensibile e chiaro e con grande originalità, illustrano con i loro esperimenti ed esempi quanto l'obesità possa essere contagiosa, perché i ricchi diventino più ricchi, in che modo costruiamo alleanze e partnership con gli altri e molto altro ancora.

I due scienziati spaziano senza problemi in ambiti culturali e sientifici diversi catturando l'attenzione e la curisoità con i loro racconti ed esempi e aprendo ad altri scienziati opportunità di ulteriori e maggiori approfondimenti. Intrigante e meritorio di aprofondimenti è lo studio fatto sul fenomeno dell'obesità che ha coinvolto migliaia di profili individuali con un elevato numero di connessioni e che ha rivelato come le persone obese tendano a connettersi e fare amicizia con altre persone obese, anche se molte delle connessioni sono puramente casuali.

L'analisi del ruolo delle reti sociali ha toccato temi diversi quali il mal di schiena, il suicidio, le pratiche e le preferenze sessuali, la politica. A essere analizzate sono le forze che caratterizzano le reti sociali, le pressioni e i comportamenti che ne derivano,  le motivazioni che determinano scelte e decisioni, le strategie colaborative che emergono e le motivazioni che le sorreggono, la viralità e la popolarità e il ruolo diverso giocato dai vari nodi che compongono ogni rete.

Le implicazioni più interessanti individuate dai due ricercatori sono quelle filosofiche. Ogni rete, pur non essendo senziente o intelligente, acquisisce una propria consapevolezza, vuole cose, suggerisce e/o impone ai suoi nodi scelte, decisioni e azioni. Per capaire la natura delle reti sociali è sufficiente analizzare le numerose forme di vita sociale animale come i formicai, gli alveari o gli stormi di uccelli. Organismi che svelano una intelligenza collettiva, la stessa che oggi le scienze sociali stanno scoprendo nei comportamenti umani, anche grazie alle esperienze online delle persone attraverso piattaforme di social networking.

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database