Ricerca

169 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
SMARTWORKING [1]
La parola è inglese, spesso tradotta in telelavoro. Ci sono però delle differenze. Lo Smart Working è una modalità di lavoro legato al raggiungimento di obiettivi prefissati, non prevede una postazione fissa o vincoli di orario. Il Telelavoro è una modalità di lavoro remoto che ricalca in parte il lavoro in sede. Non prevede infatti una postazione fissa, che può essere collocata anche in un luogo differente dalla sede aziendale.
Si trova in Blog / OLTREPASSARE
DISUGUAGLIANZA [1]
disuguaglianza o diṡeguaglianza [comp. di dis- e uguaglianza]. Divario, disparità. L’esser disuguale; in condizione di non uguaglianza, di disparità, per età, valore, grado, economica, lavorativa, sociale. Il termine disuguaglianza identifica le differenze dei livelli di benessere derivanti principalmente dalle disparità nel livello dei redditi, dei consumi, nell'accesso all'assistenza sanitaria, nell'istruzione e nella speranza di vita.
Si trova in Blog / OLTREPASSARE
CAMBIAMENTI [1]
cambiaménto [der. di cambiare]. Il cambiare, il cambiarsi. Mutamento, trasformazione, variazione, transizione, cambio, modifica, modificazione, alterazione, metamorfosi, novità, innovazione, rinnovamento, miglioramento, correzione, evoluzione, riforma improvviso e radicale mutamento di situazione, di atteggiamento.
Si trova in Blog / OLTREPASSARE
COMPLOTTO [1]
complòtto [dal fr. complot, di etimo incerto]. – Cospirazione, congiura, intrigo ai danni delle autorità costituite o di persone private: complotto militare; fare, organizzare, ordire un complotto contro il capo del governo; sventare un complotto; si sente vittima di un complotto mediatico. Parola di moda perchè collegata al fenomeno del complottismo e del diffuso cospirazionismo dei nostri tempi, frutto della crescente crisi della politica.
Si trova in Blog / OLTREPASSARE
GENTILEZZA [1]
GENTILEZZA [dal latino gentile “appartenente a una famiglia” poi “nobile”, der. da gens, gentis “famiglia, schiatta”]. Per analogia cortesia, carineria, garbatezza (garbo e grazia), delicatezza, riguardo, finezza, premura, tatto, attenzione, cura. Anche buona educazione, buone maniere, nuona grazia, bei modi, compitezza, creanza, urbanità e civiltà, correttezza, fair play, cordialità, affabilità, cavalleria, squisitezza, galanteria, disponibilità. Alla base di buone relazioni, strumento potente per costruirle, alimentarle e rafforzarle nel tempo.
Si trova in Blog / OLTREPASSARE
ATTESA [1]
attésa s. f. [der. di attendere]. Definisce il tempo che si attende: nella sala d'aspetto, in fila per il vaccino, a causa del ritardo altrui, per conoscere l'esito di un esame medico, per una chiamata che non arriva. Descrive anche lo stato d'animo di chi attende, l'ansia con cui si attende l'arrivo di una lettera o di una risposta. L'attesa può essere penosa, noiosa, breve, lunga, piacevole, irritante...
Si trova in Blog / OLTREPASSARE
CONTATTO [2]
contatto [dal lat. contactus -us, der. di contingĕre «toccare», part. pass. contactus]. Il toccare, il toccarsi, venire in contatto, perdere il contatto, evitare il contatto (con gli occhi), relazione, rapporto, prendere contatto con qualcuno, presa di contatto, inizio di una conoscenza, contatti telefonici, area di contatto, contatto (collegamento) elettrico, processo o metodo di contatto, persona comune in contatto,
Si trova in Blog / OLTREPASSARE
SOSTENIBILE [1]
sostenìbile [der. di sostenere]. Che si può sostenere: una tesi difficilmente sostenibile. Che può essere affrontato: una spesa sostenibile; questa situazione non è più sostenibile. Compatibile con le esigenze di salvaguardia delle risorse ambientali: locuzione con la quale si indica una strategia di sviluppo tecnologico e industriale che tenga conto, nello sfruttamento delle risorse e nelle tecniche di produzione, delle condizioni e delle compatibilità ambientali.
Si trova in Blog / OLTREPASSARE
DEBITO [1]
débito [dal latino debĭtus, da debere «dovere»; propr. «ciò che è dovuto»]. Il dovere in quanto imposto da una legge morale: è dovere dei genitori educare i figli; è dovere dei cittadini rispettare le leggi; assolvere il proprio dovere verso la patria, verso la società; per dovere di coscienza. Con senso più generico, essere, sentirsi in dovere verso qualcuno, essere o sentirsi impegnati verso di lui: non mi sento in dovere di aiutarti, di risponderti, ecc.; dovere coniugale, Obbligo del debitore di adempiere una determinata prestazione a vantaggio del creditore, consistente di solito nel dare o restituire qualcosa, soprattutto denaro.
Si trova in Blog / OLTREPASSARE
CASA [1]
CASA [dal latino: casa, capanna, casupola]. Costruzione eretta dall’uomo per propria abitazione; più propriamente il complesso di ambienti, costruiti in muratura, legno, pannelli prefabbricati o altro materiale, e riuniti in un organismo architettonico rispondente alle esigenze particolari dei suoi abitatori. Anche abitazione, dimora, albergo, tetto nativo, focolare domestico, tetto coniugale, ostello, magione, domicilio, residenza, guscio, quattro mura E via andando di analogia in analogia: bugigattolo, baracca, catapecchia, stamberga, tugurio, topaia, tana, grotta, capanna, palazzo, edificio, castello, appartamento, casa chiusa, prigione, casa da gioco, parrocchiale, dello studente, ecc. mansarda, abbaino.
Si trova in Blog / OLTREPASSARE