I protagonisti si raccontano /

SoloTablet intervista gli sviluppatori di APP italiani: Vincenzo Accardi

SoloTablet intervista gli sviluppatori di APP italiani: Vincenzo Accardi

26 Novembre 2012 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Nuova intervista di SoloTablet ad uno sviluppatore specialista in piattaforme diverse quali Windows e iOS. Nell'intervista ci racconta la sua visione e percezione del mercato, ci descrive alcune delle APP svlluppate e condivide una buona dose di disillusione sul modello di business degli Store che non sempre sono generosi in termini di ricavi e guadagni. Una riflessione probabilmente condivisa da molti altri sviluppatori e su cui abbiamo già scritto più volte anche su SoloTablet.

SoloTablet intervista i protagonisti del mercato delle applicazioni TABLET per l’impresa: Vincenzo Accardi



 

SOLOTABLET: Ci racconta qualcosa di sé come computer engineer ed esperto del mondo Apple? Una passione per la mela che esiste da sempre o motivata da ragioni tecnologiche / economiche? Come vede la sua evoluzione professionale nel mercato Mobile che sta esplodendo?

Sono un informatico di 32 anni. Lavoro nel campo da quando ne avevo 6 sull’allora mitico Commodore 64. Da li iniziarono le mie basi di programmazione. Ho sempre lavorato in ambienti Windows. Nel 2010 arrivò il mio primo Mac Book e decisi di buttarmi a capofitto unicamente verso questo sistema. Ho iniziato a seguire Apple nel 2004 dapprima con i vari iPod e da li è stato amore a prima vista. Ho sempre acquistato prodotti Apple.

SOLOTABLET: Le tue applicazioni sono per il mercato consumer e caricate sull’APP store m accenni anche ad applicazioni sviluppate per le aziende. Per le prime serve sempre molta creatività, per le seconde la conoscenza delle problematiche di business. Come fa a mettere insieme l’una e l’altra cosa e dove preferirebbe (converrebbe) investire oggi?

Ho lavorato molto con diverse aziende e conosco le varie necessità che hanno. Su Appstore ho sviluppato l’applicazione ufficiale del corriere GLS Italia. Per affrontare questa sfida sono dovuto entrare nell’ottica del cliente e capire veramente cosa fosse necessario per lui. La programmazione e la creatività sono venute successivamente. Lavorare per grosse aziende è certamente appagante ma nulla rispetto a vedere il proprio nome ancora più in alto in classifica.

SOLOTABLET: Benchè sugli store ci siano centinaia di migliaia di applicazioni quelle che hanno fatto guadagnare chi le ha create sono veramente poche. Cosa serve per avere successo e cosa sta facendo per provare ad averlo?

Purtroppo non ho ancora la formula magica, non mi ritrovo tra questi fortunati developer. Purtroppo (e mi spiace dirlo), quello che sembra sia necessario per avere successo è proporre APP inutili o per lo più specchietti per il nulla. Basti notare le prime posizioni dei vari store. Togliendo le poche App degne di nota la classifica è invasa da emoji tanto per citarne una (che tra l’altro Apple rende già come standard sui nuovi iOS).

SOLOTABLET: Il tablet, unitamente alle tecnologie Cloud, Social e Mobile è strumento potente della rivoluzione digitale in atto. Lei cosa ne pensa? Semplice evoluzione tecnologica o vera rivoluzione?

Direi entrambe… il tablet è la semplice evoluzione tecnologica dei vari PC e smartphone ma allo stesso tempo è una vera rivoluzione. Possiamo avere ed essere ovunque con una tavoletta comoda da portare sempre con sei.

SOLOTABLET: La diffusione di dispositivi mobili, telefoni cellulari, smartphone e tablet hanno drasticamente cambiato il mercato. Facile attendersi altre novità future. Cosa ne pensa e come vede il ruolo delle nuove tecnologie nelle attività delle aziende, ma anche nella vita delle singole persone, come cittadini, consumatori, ecc.?

Negli ultimi due anni, grazie anche ad Apple e ai suoi magnifici apparecchi i termini tablet e smartphone sono entrati nella quotidianità di quasi ogni famiglia. In un futuro non molto lontano tutto questo ci permetterà di azzerare completamente le distanze tra famiglia, lavoro e istituzioni. Siamo già avanti ma molto deve essere ancora fatto.

SOLOTABLET: Cosa pensa dell’attuale mercato Mobile italiano e perché ritiene utile investirvi?

Conosco molti sviluppatori in gamba con una conoscenza tale da far invidia a chiunque. Purtroppo come in molti altri campi bisognerebbe coltivare queste risorse con investimenti e tanto altro.

SOLOTABLET: Cosa pensa dei nuovi dispositivi mobili e come li posiziona sul mercato consumer e aziendale ( visione e percezione, strategie e iniziative, ecc.)

A mio parere nel mercato mobile esistono solo due strade: iOS e Android. Il primo si posiziona di prepotenza sia in ambito aziendale che consumer. La semplicità e l’integrazione dei sistemi e geniale. Il secondo lo vedo solo ad uso esclusivo consumer.

SOLOTABLET: Qual’è la sua visione del mercato delle piattaforme Mobile: iOS, Android, Windows 8 e BlackBerry?

Windows 8 è stata una piacevole sorpresa, ma penso non possa reggere il confronto con iOS o Android. BlackBerry? Fantastici come dispositivi e software, purtroppo a mio parere sono rimasti fuori dai giochi.

SOLOTABLET: Quali sono secondo lei le barriere all’ingresso del tablet nell’uso personale e in quello aziendale?

L’”ignoranza” nel capire le potenzialità di questo fantastico strumento che può sostituire nel 90% dei casi un PC.

SOLOTABLET: I nuovi dispositivi mobili sono destinati a sostituire il PC o sono una semplice evoluzione tecnologica dello stesso?

Come detto prima penso che nel giro di 5 anni al massimo li sostituiranno definitivamente.

SOLOTABLET: Ci può descrivere quali sono gli ambiti applicativi in cui è focalizzata la vostra proposta Mobile (app, servizi, soluzioni ecc.)?

Principalmente applicazioni che forniscano all’utente un servizio.

SOLOTABLET: Ci può descrivere la sua applicazione iTracking?

iTracking è un’applicazione universale (esiste anche la versione per Mac) che permette il monitoraggio delle proprie spedizioni partendo semplicemente dall’inserimento del numero di spedizione all’interno dell’applicazione. La stessa fornisce passo passo attraverso delle notifiche push tutte le informazioni circa i vari spostamenti della spedizione dal mittente fino al destinatario. L’applicazione supporta più di 30 servizi di spedizione nazionali ed internazionali ed è localizzata in 5 lingue.

SOLOTABLET: Ha programmi e piani per sviluppi futuri? In particolare per nuove applicazioni, soluzioni verticali, sistemi operativi, piattaforme ecc.?

Si ma nulla di concreto al momento, sono in fase di brainstorming per un nuovo progetto ma al momento non posso rivelarvi nulla.

SOLOTABLET: Cosa pensa di una iniziativa come SOLOTABLET?

Ottimo blog che affronta finalmente delle tematiche un po’ diverse dal solito.

SOLOTABLET: Ha idee da suggerire?

Continuate così.

 


 

Per comunicare con noi e venire intervistati potete scrivere a marketing@solotablet.it

Potete anche chiamarci direttamente contattando Carlo Mazzucchelli al 348 2511619.


 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Simplicissimus Book Farm srl

Simplicissimus Book Farm nasce nel giugno 2006, alla fine di una vera e propria indagine...

Vai al profilo

Ciano

-- Senior Web & IOS Innovator, developer --

Vai al profilo

SAYSOON S.r.l.

SAYSOON è la nuova Mobile Innovation Solution Factory, start-up del Gruppo GMDE...

Vai al profilo

Zero Computing S.r.l.

Zero è una web-agency presente sul mercato italiano dal 1992, con l’obiettivo di...

Vai al profilo